Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Esteri News - Il Notiziario della Diplomazia – 20 novembre 2008

 

Esteri News - Il Notiziario della Diplomazia – 20 novembre 2008

Mariangela Pira.  Bentornati ad  Esteri  News, subito con il nostro sommario le notizie principali di questa edizione

LA VISITA DI FRATTINI IN GRAN BRETAGNA
La visita del Ministro Frattini nel Regno Unito: tanti i temi di cui si è parlato dall’Africa alla riforma della global governance, passando per il G8 e il G20 del 2009, presieduti rispettivamente da Italia e Gran Bretagna

TAVOLO DI COORDINAMENTO ITALIA – GIAPPONE
Si è riunito alla Farnesina il tavolo Italia-Giappone per la preparazione della grande manifestazione ‘vetrina’ del made in Italy prevista nel paese nipponico nel 2009. Un’occasione da non perdere, ha sottolineato il Sottosegretario al Ministero Affari Esteri, Stefania Craxi.

FORUM STRATEGICO
Il Ministro Frattini ha presieduto la prima sessione del Forum strategico. L’obiettivo è quello di analizzare e delineare, con l’ausilio di esperti e personalità dei vari settori, il ruolo del nostro Paese nei futuri scenari.

GLI APPUNTAMENTI ESTERI
Gli appuntamenti esteri della settimana sono: la V Conferenza dei Direttori degli Istituti Italiani di Cultura e l’inaugurazione dell’Ambasciata d’Italia in Moldova

LA COPERTINA DI OGGI

Visita del Ministro nel Regno Unito, 17 novembre

Mariangela Pira. Tanti i temi che hanno visto protagonista il Ministro degli Esteri Franco Frattini a Londra e ad Oxford a partire da una mattinata intensa con una tavola rotonda che si è svolta presso la Banca Schroders  organizzata da  Centre for European Reform. E’ stata l’occasione per definire il ruolo dell’Italia e dell’Europa su diverse questioni a partire da quella Mediorientale e ancora geopolitica con Russia e Cina in primis e la nuova amministrazione guidata da Obama che guiderà gli Stati Uniti. Si è parlato anche di cambiamenti climatici e non solo, della crisi globale che sta scuotendo i mercati finanziari e l’economia reale. Ovviamente l’incontro che ha visto protagonista il Ministro degli Esteri è stato anche l’occasione per anticipare quello che sarà uno degli eventi dell’anno prossimo: la guida del G8 da parte italiana e la guida da parte inglese del G20, un’occasione per i due Stati di collaborare insieme.

Giancarlo Aragona. Le possibilità sono molte e quello che è più importante ancora è che i due governi sono determinati a lavorare, a collaborare insieme, quindi vogliamo avere due presidenze parallele che sviluppano sinergie, che massimizzano i risultati.

Mariangela Pira. Grande attenzione riposta ad Oxford nel discorso del Ministro Frattini al problema dell’Africa, il mio timore,   ha detto, è che le discussioni in merito alla struttura del G8 e del G20 rischiano di alzare un muro ancora più alto con i paesi in via sviluppo,  ricordiamo il disastro in Zimbabwe, Congo e Somalia. Per questo il capo della Farnesina ha auspicato che al di là dei formati, la comunità internazionale affronti in modo efficace le tematiche africane, da quella della povertà a quella delle crisi e dei conflitti, con le loro gravissime ripercussioni umanitarie e sul piano della stabilità regionale.
Sono tanti i punti, in comune, di forza tra i due paesi: Italia e Gran Bretagna potranno collaborare insieme così come ci ha spiegato il Ministro Giovanni Brauzzi, sentiamo.

Giovanni Brauzzi. Le prospettive sono  prospettive tradizionali, di collaborazione tra alleati che sono assieme nell’Unione Europea, nella Nato  e hanno importanti relazioni bilaterali. In questo specifico momento quello cui si pensa è il parallelismo che si verrà a stabilire tra la nostra futura presidenza del G8 e la presidenza britannica del G20.

Mariangela Pira. La seconda metà della giornata ha visto il Ministro protagonista ad Oxford, si è parlato del ruolo dell’Europa nella riforma della global governance. In particolare il Ministro ha spiegato che occorre allontanarsi dall’idea che non sono necessarie delle regole ma nello stesso tempo allontanarsi anche dall’idea di protezionismo, occorre insomma, trovare una via di mezzo, sentiamo.

Ministro Frattini. In un mondo che cambia, le istituzioni non possono essere quelle di 60 anni fa, dobbiamo garantire una presenza adeguata delle nuove potenze emergenti, che sono potenze economiche ma anche politiche e che sono in tutti i continenti, dobbiamo anzitutto garantire la trasparenza  dei sistemi finanziari, garantire quindi regole e responsabilità senza cadere nel rischio di avere un protezionismo dilagante che potrebbe essere l’eccesso opposto.

LE NOTIZIE DI OGGI

Mariangela Pira. Ed eccoci rientrati in studio per le notizie. Si è tenuto alla Farnesina il Tavolo di  coordinamento per la preparazione della manifestazione “Italia in Giappone 2009”. Il Tavolo riunisce da un lato enti e istituzioni trainanti nella promozione del “Sistema Italia”, dall’altro operatori e associazioni private interessate a far parte di questa maxi rassegna di promozione integrata prevista per l’anno prossimo, con l’obiettivo di mostrare le eccellenze del nostro paese, perché ci sia una sempre maggiore collaborazione tra Italia e Giappone, così come ha spiegato il Sottosegretario agli Esteri Stefania Craxi, sentiamo.

Stefania Craxi. Saranno oltre 215 manifestazioni in Giappone che hanno non solo il senso di ribilanciare la bilancia commerciale col Giappone che è squilibrata e quindi non solo portare le nostre aziende in Giappone e attrarre investimenti  diretti giapponesi in Italia, ma hanno anche il senso di avvicinare le culture; avere scambi culturali anche tra gli studenti, l’università e che  forse è il fine più alto della politica estera: avvicinare i popoli.

Il Vertice Italo-tedesco di Trieste

Mariangela Pira. Totale condivisione di vedute sui temi in agenda Italia e Germania consolidano i rapporti di collaborazione per guidare la ripresa economica in Europa e rafforzare il modello di Unione europea, soprattutto sui temi della crisi finanziaria, del sostegno alle nuove tecnologie e dei cambiamenti climatici. Lo hanno fatto nel corso del Vertice italo-tedesco svoltosi il 18 a Trieste, alla presenza del Premier Silvio Berlusconi e della Cancelliera Angela Merkel e dei Ministri degli Esteri dei Governi dei due Paesi.
Durante il Vertice, in una cerimonia toccante, i Ministri degli Esteri Frattini e Steinmeier hanno reso omaggio ai militari italiani della Seconda Guerra mondiale che furono detenuti nel campo di prigionia della Risiera di San Sabba, prima di essere deportati nei campi di sterminio tedeschi. La visita alla Risiera è la prima  effettuata da un rappresentante del Governo tedesco dopo la fine della Seconda guerra mondiale. I due Ministri hanno annunciato, nell’occasione, che Italia e Germania istituiranno una Commissione mista di storici che analizzerà gli eventi bellici che coinvolsero i due Paesi nella Seconda guerra mondiale e la vicenda degli internati italiani nei lager nazisti.
Sulla decisione tedesca di rivolgersi alla Corte Internazionale di Giustizia dell’Aia per una pronuncia sul principio internazionale dell’immunità degli Stati contro la richiesta di risarcimenti per le vittime delle rappresaglie naziste, si è espresso anche il Ministro Frattini. Sentiamo.

Frattini. E’ un ricorso autonomo del Governo tedesco. La Corte dell’Aia, che noi rispettiamo, deciderà come ovviamente noi rispettiamo la decisione della Cassazione italiana.

Arte, El Pan de Los Angeles, Barcellona

Mariangela Pira. E’ in corso a Barcellona la mostra “El Pan de Los Angeles”, capolavori degli Uffizi di Firenze da Botticelli a Luca Giordano. La mostra è stata realizzata dalla Contemporanea Progetti con la Galleria degli Uffizi di Firenze ed esposta presso il Caixa Forum, uno dei più prestigiosi spazi espositivi barcellonesi di proprietà della Fondazione La Caixa, una ex fabbrica tessile.
L’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona ha collaborato alla realizzazione dell’evento anche con l’organizzazione di attività dedicate all’approfondimento dell’eccezionale periodo storico di riferimento della mostra (XV-XVII secolo). 


CANALE DIPLOMATICO

Riunione del Forum Strategico

Il 19 Novembre alla Farnesina il Ministro Frattini ha presieduto la prima sessione plenaria del Forum strategico. Il Forum è un tavolo aperto sulla politica estera che approfondirà gli scenari internazionali di medio e lungo periodo e le possibili implicazioni ed opzioni per l’Italia per il proseguimento dei propri interessi internazionali. Vi partecipano imprenditori e personalità dell’Amministrazione pubblica, della società civile, della cultura. Guida il Forum Pialuisa Bianco, affiancata dal Capo dell’Unità di analisi e programmazione della Segreteria Generale Maurizio Massari. Sentiamo proprio la Bianco sul tema.

Pialuisa Bianco. Il Forum Strategico è una innovazione per il sistema italiano. Era stato già avviato nella passata Legislatura da Marta Dassù, quando era Ministro D’Alema, e noi lo stiamo continuando, avendolo allargato. Lo scopo è di fornire l’elaborazione della politica estera che si fa tradizionalmente all’interno della tecnicalità diplomatica di suggestioni, spunti e analisi che provengono da altri pezzi della società. La composizione di questi schemi oggi, soprattutto nel mondo di oggi, che è ben più complicato di quello di una volta, è uno strumento idoneo a sfaccettare anche la possibilità della decisione politica; a rendere ciascuna delle decisioni politiche non occasionali, ma frutto di un laboratorio permanente.

Maurizio Massari. Il Forum affronterà tutti i principali temi di politica estera, dove sono coinvolti gli interessi nazionali italiani. Naturalmente dai temi della global governance  e della riforma delle istituzioni multilaterali che è particolarmente attuale, alla luce anche della presidenza del G8. Il futuro dell’Europa come attore globale, l’Africa e i temi del sottosviluppo, la nuova Asean asiatica, dove l’Italia naturalmente deve avere una proiezione  più profilata e naturalmente il rapporto con la Russia e, last but not least, il Medioriente e il Mediterraneo. 

Appuntamenti Esteri

L’agenda della settimana
Mariangela Pira.
E siamo così giunto allo spazio dedicato all’agenda della settimana, subito a Roma dove c’è per noi Giuseppe Scognamiglio, Capo ufficio II del Servizio Stampa della Farnesina. Bentornato e grazie per essere qui.

Giuseppe Scognamiglio. Grazie a lei, buongiorno.

Mariangela Pira. E dunque il primo appuntamento riguarda la Conferenza dei Direttori degli Istituti italiani di cultura, di che cosa si tratta, Consigliere.

Giuseppe Scognamiglio. Si, è la quinta edizione, di questo appuntamento, ormai annuale che vede i Direttori degli Istituti italiani di cultura riunirsi alla Farnesina.
La riunione sarà presieduta dal Sottosegretario Mantica, e dal Segretario generale Massolo.
L’obiettivo è quello di fare un po’ il punto delle strategie di promozione della lingua e della cultura italiana che vengono realizzate nel mondo, attraverso la rete diplomatico-consolare, e gli 89 Istituti italiani di cultura.
Si tratta di tre giorni di lavori nel corso dei quali i Direttori degli Istituti si confronteranno con esponenti politici, con le autorità della Farnesina e con qualificati operatori della cultura italiana.
Evidente l’obiettivo di promuovere una immagine integrata e più efficace possibile della nostra cultura all’estero. Una cultura che per il nostro paese rappresenta veramente un asset strategico, in questa maniera si dovrebbe riuscire a delineare, secondo un approccio, se vogliamo, di tipo imprenditoriale anche, una nuova strategia di promozione della nostra cultura all’estero.

Mariangela Pira. Ecco, poi ci sarà un appuntamento altrettanto importante, perché c’è l’inaugurazione dell’Ambasciata in Moldova, ecco come mai proprio la Moldova, che ruolo potrebbe giocare l’Italia in questo paese.

Giuseppe Scognamiglio. Sì, questo è molto importante, questa visita è tra l’altro è la seconda che un Ministro degli esteri italiano effettua quest’anno nella Repubblica moldova. Il Ministro Frattini avrà incontri, ovviamente, con le più alte Autorità locali e coglierà l’occasione per inaugurare la nostra Ambasciata.
La decisione di aprire una Ambasciata in Moldova ha un grande significato politico, evidentemente, e mira ad intensificare ulteriormente il dialogo politico ed economico con questo paese. L’Ambasciata diventerà operativa dai primi mesi del 2009, consentendo ai cittadini moldovi di recarsi direttamente sul posto a chiedere il visto per l’ingresso in Italia, anziché a Bucarest. Ma soprattutto vorrei sottolineare l’importanza del ruolo che potrà avere questa Ambasciata: la Moldova è per noi un partner significativo, noi siamo il quarto acquirente, il quinto fornitore e il terzo paese investitore. Con l’apertura dell’Ambasciata sarà possibile intensificare ulteriormente la collaborazione, sia dal punto di vista economico, sia nel sostegno alle riforme che la Moldova ha avviato in vista di un graduale avvicinamento all’Unione europea.

Le Opportunità
Mariangela Pira. Eccoci giunti allo spazio dedicato alle opportunità più interessanti segnalate dal Ministero degli Esteri. Nel sito internet potete vederle voi stessi, in sovrimpressione, nella sezione opportunità. Troverete informazioni e anticipazioni utili per le imprese italiane che operano all’estero su bandi, gare d’appalto, grandi progetti nei diversi Paesi del mondo, ma anche link alle occasioni di stage e borse di studio estere per la formazione dei nostri giovani e le opportunità per accrescere la propria professionalità in ambito internazionale. Visitando il sito conoscerete le modalità per usufruire di questi servizi, anche in maniera  interattiva, con la Newsletter o con il servizio gratuito sms, in modo da essere costantemente aggiornati.

Ma veniamo alle opportunità di oggi: il Ministero degli affari esteri offre ai giovani la possibilità di svolgere un periodo di tirocinio di tre mesi presso gli uffici dell'Amministrazione centrale a Roma o presso le sedi all'estero. Una Convenzione tra il Ministero degli Affari Esteri e la Fondazione della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, CRUI, ha istituito questa opportunità.
I tirocini si articolano normalmente in tre periodi dell'anno: gennaio-aprile; maggio-agosto;
settembre-dicembre.

Informazioni possono essere richieste all'Istituto Diplomatico del Ministero degli Affari Esteri all’indirizzo e-mail che vedete in sovrimpressione: programma.tirocini@esteri.it.
Gli interessati possono inoltre rivolgersi agli uffici competenti delle rispettive Università che raccoglieranno le candidature e potranno fornire ogni indicazione in merito.
Navigando poi sul sito internet della CRUI (che vedete in sovrimpressione) è possibile avere ulteriori informazioni su procedure e  requisiti di partecipazione, oltre all'elenco delle Università che aderiscono a questa iniziativa.

Passiamo invece anche alla possibilità delle imprese:

Avviso di Gara in Honduras, per fornitura di beni e servizi medici  all’Ospedale Maria, specializzato in Pediatria. Scadenza ore 12 del 13/1/2009.
E un avviso di gara in Tunisia, con scadenza il 22/12/2008 indetto dal Governo della Repubblica Tunisina per la fornitura di beni e servizi a favore del Ministero della Sanità.

Ed è davvero tutto, vi ricordo, sempre, il sito internet www.esteri.it dove potete anche  rivedere questa puntata di Esteri News e le altre in archivio.
Grazie per averci seguito e arrivederci alla prossima settimana.


674
 Valuta questo sito