Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Esteri News – Il notiziario della Diplomazia italiana

 

Esteri News – Il notiziario della Diplomazia italiana

Mariangela Pira. Bentornati ad Esteri News, subito con il nostro sommario le  notizie principali di questa edizione

CONFERENZA INTERNAZIONALE DI DOHA
Il sistema di cooperazione economica internazionale è stato messo a dura prova dalla crisi globale: i risultati della Conferenza internazionale di Doha che ha riflettuto sulle conseguenze del rallentamento economico.

L’UNITÀ DI CRISI DELLA FARNESINA
Mai come ora è utile cercare di capire come funziona l’Unità di Crisi della Farnesina. Da questa settimana on line la nuova versione dei siti: www.viaggiaresicuri.it  e www.dovesiamonelmondo.it

COREA: IL PROCESSO DI DENUCLEARIZZAZIONE
Abbiamo seguito a Como un Convegno sul processo di denuclearizzazione in Corea. Gli approfondimenti e le interviste interviste all’interno del giornale.

GLI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA
Gli appuntamenti esteri della settimana sono il CAGRE (Consiglio Generale delle Relazioni Esterne dei Paesi dell’Unione Europea) a Bruxelles l’8 dicembre e la Prima Conferenza dei giovani italiani nel mondo.

LA COPERTINA DI OGGI

Conferenze Internazionale di Doha
Mariangela Pira. Il sistema di cooperazione economica internazionale è stato messo a dura prova dalla crisi globale che sta imperversando sui mercati finanziari. La Conferenza internazionale di Doha, che si è tenuta  dal 28 novembre al 2 dicembre, ha riflettuto proprio sulle ripercussioni dell’attuale crisi economica. In particolare, su eventuali conseguenze sugli impegni già assunti dagli Stati per finanziare il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del Millennio.
Ne abbiamo parlato con Vincenzo Scotti, sottosegretario agli Esteri, che ha partecipato alla Conferenza per l’Italia e gli abbiamo chiesto gli impegni finanziari per i Paesi donatori e per i partner hanno subito delle modifiche, e soprattutto quali sono le prospettive alla luce della crisi economica? Sentiamo

Vincenzo Scotti. Le prospettive sono quelle di,  più che ieri,  favorire l’integrazione e la cooperazione internazionale. Da questa crisi non si esce da soli,  si esce insieme o non si esce solo da paesi industrializzati e avanzati ma si esce insieme creando un ponte tra paesi sviluppati e paesi in via di sviluppo e cercando insieme di rendere, fino all’ultima lira, spendibile  in quei paesi capaci di produrre effetti positivi sulla crescita delle economie, sul miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni.

L’Unità di Crisi della Farnesina

Mariangela Pira. L’ultima parte dell’anno purtroppo è stata caratterizzata dagli atti di  terrorismo, che stavolta ha colpito l’India con gli attacchi simultanei a Mumbai: assaltati gli hotel Taj Mahal e Oberoi, la stazione e l'ospedale.
Fondamentale in questi casi è essere pronti a gestire la crisi e monitorare da vicino i connazionali presenti nel Paese colpito. E’ questo il compito dell’Unità di Crisi della Farnesina. Ma che cosa puo’ fare il connazionale per mettere l’Unità di Crisi in condizione di aiutarlo? Cosa fare prima di partire e come comportarsi?
Lo abbiamo chiesto al Capo dell’Unità di Crisi della Farnesina, Fabrizio Romano.
Cerchiamo dunque di capire insieme come funziona la struttura in un estratto dell’intervista che potete trovare, nella versione completa, sul sito della Farnesina.

Fabrizio Romano. Viaggiare sicuri:iIo penso che la cosa da fare per un turista italiano sia quella di cliccare sul nostro sito “Viaggiare Sicuri” www.viaggiaresicuri.it. In questo sito per l’italiano che intende recarsi all’estero potrà trovare tutte le informazioni sulla sicurezza e stabilità del Paese che intende visitare, ma anche molto altro. Uno degli aspetti importanti della sicurezza è anche l’aspetto epidemiologico. Ecco, su questo sito si potranno trovare informazioni precise relative anche alla situazione sanitaria, si possono trovare informazioni relative alle strutture del Paese in questa materia e poi tante altre cose che possono essere importanti per una persona che va a visitare un Paese che non fa parte delle immediate, come possiamo dire, vicinanze del nostro.

Mariangela Pira. Vi ricordo che le pagine internet dell’Unità di Crisi, le potete vedere in sovraimpressione: https://www.esteri.it/MAE/IT/servizi/Italiani/Unita_Crisi/) cosi’ come i siti viaggiaresicuri.it  e dovesiamonelmondo.it proprio a partire da oggi hanno una nuova veste grafica e sono stati aggiornati per rendere più agevole la navigazione e la ricerca delle informazioni.


La missione in Israele

Mariangela Pira. Noi proseguiamo con le notizie: dal 25 al 27 novembre si è tenuta in Israele una missione di sistema Paese con Confindustria, al seguito del Presidente della Repubblica Napolitano. Abbiamo cercato di approfondire i rapporti tra i due Paesi. Ne abbiamo parlato con il Presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia e con il Direttore centrale dell’ABI, Domenico Santececca

Emma Marcegaglia. Israele  è un paese molto interessante, un paese che ha fatto dell’innovazione tecnologica e della ricerca la sua grande forza, ho avuto modo, il piacere e l’onore di parlare con il Presidente Peres e abbiamo deciso proprio di provare a portare avanti dei progetti comuni Italia-Israele su alcuni settori di frontiera: le nanotecnologie, le biotecnologie, le energie rinnovabil,i settori in cui Israele sta facendo molta ricerca, noi stiamo, come dire,  investendo quindi potrebbe esserci un buon connubio su questo cercheremo di lavorare sia come rapporto tra le Confindustrie sia tra Governi.

Domenico Santececca.  I due Paesi hanno degli ottimi rapporti sia di carattere politico sia di carattere commerciale. Sotto il profilo specifico del settore bancario, anche qui i rapporti sono buoni; dobbiamo dire che Israele per le sue caratteristiche di essere un paese non troppo grande, molto sviluppato, sostanzialmente un paese occidentale in un’area che occidentale non è, ha un sistema bancario molto evoluto e quindi la presenza di banche estere non solo di banche italiane, non è molto larga, non è molto ampia. Noi comunque abbiamo delle presenze importanti, il Gruppo Unicredito proprio poco tempo fa ha aperto una sede operativa nell’ambito dell’ Investment banking che è un aspetto importante, perché è un mercato che si presta poco allo sviluppo del  retail e molto allo sviluppo del banking avanzato.

Fiera Internazionale del Libro, Guadalajara

Mariangela Pira. L’Italia è l’ospite d’onore alla 21° edizione della Fiera Internazionale del Libro di Guadalajara dal 29 novembre a 7 dicembre: il principale appuntamento per l’America latina dal punto di vista della cultura. Un evento che costituisce una straordinaria opportunità per presentare, in nove giorni, al vasto pubblico  il volto più emblematico  del nostro Paese, quello culturale. I Ministeri degli Esteri, dei Beni Culturali, dello Sviluppo Economico, insieme all'Ice e l'Associazione italiana degli Editori hanno messo a punto un fitto programma. Il padiglione Italia presenta interessanti percorsi espositivi, curati dalla Direzione per la Promozione e la Cooperazione Culturale del Mae: libri principalmente, ma anche musica, arte, spettacolo, cinema e design. Si ispira a Calvino, per esempio, e alle sue città invisibili il percorso letterario che guida i lettori attraverso le direttrici della memoria. E poi incontri, convegni, dialoghi, letture animate da narratori, poeti, filosofi, storici e intellettuali come, solo per citarne alcuni,  Niccolò Ammaniti, Sandro Veronesi e Beppe Severgnini.

Canale Diplomatico

Gianni Marotta. A pochi giorni dal negoziato sul processo di disarmo della Corea del Nord e di stabilizzazione di una delle areee più problematiche dell’Asia orientale il cosiddetto “Negoziato dei Sei”che vedrà insieme, sullo stesso tavolo: Cina, Russia, Stati Uniti, Giappone, Corea del Nord e Corea del Sud. Il centro Landau Network Alessandro Volta di Como ha organizzato un importante seminario sulla cooperazione economica e il disarmo della penisola coreana.

Stefania Craxi. Il governo italiano si impegna ad appoggiare e sostenere qualsiasi iniziativa sulla strada della denuclearizzazione, della pace, dello sviluppo sostenibile, siamo anche molto orgogliosi di aver, insieme al Centro Volta,  oggi organizzato questo tavolo informale  a latere dei  “Six-Party Talks”, che consenta di andare avanti nel dialogo intercoreano.

Attilio Iannucci. Tre temi fondamentali nei gruppi di lavoro, la questione della denuclearizzazione della penisola coreana, delle relazioni scientifiche fra Corea del Nord e Corea del Sud e delle relazioni economiche.
Sono evidentemente delle discussioni in larga parte accademiche, ci sono degli insegnanti, ci sono degli esperti, ci sono persone che sono particolarmente a conoscenza di queste materie, non si tratta di un vero e proprio negoziato politico, si tratta però di un dialogo avviato in una cornice più vasta che è quella del Congresso.

Massimo Leggeri. In questo momento c’è un momento di difficoltà nei rapporti fra le due Coree, e quindi questa iniziativa del Centro Volta, sostenuta dal Ministero degli Esteri, acquista un’ulteriore valenza, perché oltre a essere un supporto al dialogo a sei del negoziato sulla Penisola coreana, cerca di essere un supporto anche ad una ripresa, ad un rilancio del dialogo fra le due Coree.

Gianni Marotta. L’azione della diplomazia italiana in questo contesto ha giocato un ruolo non secondario, tramite soprattutto la cosiddetta  track to diplomacy, cioè un’azione diplomatica collaterale.

Maurizio Martellini. Questo è un processo iniziato più o meno 7 anni fa. Questo è il 6° track to meeting, come si dice in diplomazia, ma la nostra principale missione è tenere sull’agenda del Ministero Affari Esteri il dialogo.
Io sono un ex fisico nucleare teorico, conosco il rischio delle armi nucleari e la natura proliferante della tecnologia, ma è importantissimo che le parti collaborino, che trovino un linguaggio comune e soprattutto che si crei fiducia.
E’ quello che ha fatto il Centro Volta sostanzialmente in una sentenza: il mantenere alta questa fiducia, ma senza diciamo l’attività continua del nostro Ministero questo non sarebbe stato possibile.

Gianni Marotta. La ripresa del negoziato, prevista per la prossima settimana, farà comprendere come e quando la strada per la denuclearizzazione potrà essere imboccata definitivamente.

Attilio Iannucci. E’ difficile dire che è definitivamente avviato e che possiamo essere già da oggi ottimisti. E’ un processo complesso, ci sono dei momenti di maggiore speranza, momenti di maggiore difficoltà, ma già il fatto che si vedranno la prossima settimana, l’8 dicembre a Pechino, per un’ulteriore sessione è un fatto positivo. Tutti i paesi sono impegnati, ci sono naturalmente delle piccole asperità di ordine metodologico o di ordine concreto, ma direi che tutto sommato il processo è nato, è cresciuto, sta andando avanti.
Speriamo che termini nel migliore dei modi, in tempi ragionevoli.

Agenda della Settimana

Mariangela Pira. E siamo giunti così all’appuntamento dedicato all’agenda della settimana. Ci colleghiamo subito con i nostri studi di Roma, dove c’è per noi Pasquale Ferrara, Capo del Servizio Stampa, Ministero Affari Esteri.
Bentornato, grazie per essere con noi Ministro, buongiorno.

Pasquale Ferrara. Bentrovata, come sempre, grazie a lei.

Mariangela Pira. Iniziamo subito con l’incontro del Cagre a Bruxelles, l’8 dicembre. Di che cosa si parlerà?

Pasquale Ferrara. E’ la riunione mensile dei Ministri degli Esteri europei. Questa volta è dedicata sostanzialmente a 2 grandi dossier: il primo è la preparazione del Consiglio Europeo, propriamente detto, l’11 e il 12 dicembre, che è la riunione dei Capi di Stato e di Governo europei: dovrà esaminare diverse questioni importanti, basti pensare al famoso pacchetto energia-ambiente di cui tanto si discute, diciamo, negli ambienti politico, diplomatici ed economici europei. Il secondo aspetto di questa Riunione è più relativo alla politica estera. Si tratta di verificare una nuova strategia che l’Unione Europea si appresta a varare per la pace in Medio-oriente. Questo è particolarmente importante perché l’Europa non deve farsi trovare impreparata anche di fronte al nuovo impulso che probabilmente la nuova amministrazione americana darà in questo importante settore.

Mariangela Pira. Ecco, quindi, Ministro secondo lei sarà anche l’occasione, insomma, per dialogare in merito alla nuova amministrazione negli Stati Uniti.

Pasquale Ferrara. Non è esattamente un tema all’ordine del giorno però è evidente che i Ministri avranno la possibilità di scambiare opinioni su quali saranno le grandi direttrici d’impegno della nuova amministrazione del Presidente Obama soprattutto sullo scacchiere Medio-orientale che rimane, diciamo, cruciale per la pace nel mondo, e non è solamente una questione di carattere regionale, ovviamente.

Mariangela Pira. Ecco e poi invece seguiremo anche come Esteri News, lo ricordo a chi ci ascolta, la Prima  Conferenza dei giovani italiani nel Mondo. Ecco che cosa vi proponete con questa Conferenza.

Pasquale Ferrara. Innanzitutto si tratta della possibilità di far venire a Roma 400 giovani circa, dai quattro angoli del mondo, in rappresentanza dei circa 900mila giovani di discendenza italiana, ma anche essi stessi cittadini italiani, che si calcola siano presenti all’estero.
Questi giovani che cosa ci chiedono, chiedono sostanzialmente una maggiore attenzione agli aspetti della lingua, agli aspetti dell’identità, agli aspetti culturali e agli aspetti della comunicazione. Sono temi, diciamo, molto cari ai giovani in tutto il mondo, e il riuscire a metterli insieme per farli dialogare, in questa circostanza, è già un risultato importante. Noi pensiamo che i giovani abbiano delle proposte molto importanti da poter fare, quindi sarà anche un modo per noi come Ministero degli Esteri più che di proporre noi stessi delle iniziative, di ascoltare quali sono le loro esigenze prioritarie.

Le Opportunità

Mariangela Pira. Eccoci giunti allo spazio dedicato alle opportunità più interessanti segnalate dal Mae. Nel sito internet in sovrimpressione le potete vedere voi stessi alla sezione Opportunità.
Troverete informazioni e anticipazioni utili per le imprese italiane che operano all’estero su: bandi, gare d’appalto, grandi progetti nei diversi Paesi del mondo, ma anche link alle occasioni di stage e borse di studio estere per la formazione internazionale dei nostri giovani.
Visitando il sito conoscerete anche le modalità per usufruire di questi servizi. C’è anche una parte interessante interattiva dove potete iscrivervi alla Newsletter o al servizio sms, per rimanere costantemente aggiornati.
Veniamo subito alle opportunità di oggi. Ogni anno alcuni Stati esteri offrono a cittadini italiani borse di studio utilizzabili per seguire corsi presso università o istituti superiori stranieri per fare ricerche presso archivi, centri culturali, biblioteche, laboratori e seguire corsi di lingua presso centri specializzati.
Le informazioni le trovate all’indirizzo in sovrimpressione.
Le domande, da quest’anno, potranno essere fatte con la nuova procedura on line interattiva all’indirizzo: borsedistudio.esteri.it/borsedistudio.
E’ infatti disponibile un formulario di domanda on line dove potrete inserire tutte le informazioni utili relative al vostro curriculum. Una mail vi informerà sulla corretta ricezione della domanda, e successivamente sull’esito della selezione.
Il secondo appuntamento di oggi è un appalto pubblico per la fornitura dei beni e materiali, in particolare per l’acquisto di parti meccaniche e di ricambio. L’importo base dell’asta complessivo del lotto unico in Guyana è pari a 140.000,00 euro.
La fornitura è interamente finanziata dal Governo della Repubblica Italiana, Ministero degli Affari Esteri, la DGCS nell’ambito del Credito d’Aiuto concesso al Governo della Repubblica della Guyana.
Le offerte dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12,00 del 15 gennaio 2009 all’indirizzo che vedete in sovrimpressione: Agmin Italy srl Vicolo Trave 4 – 37121 Verona. E ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo che vedete in sovrimpressione, sempre nella sezione:opportunità, ricerca, bandi, gare.
Vi ricordo che per ulteriori informazioni potete sempre fare riferimento al sito internet: www.esteri.it.
Anche per rivedere questa puntata e le altre in archivio.
Vi ringrazio per averci seguito, e vi do l’appuntamento alla prossima settimana, arrivederci.


679
 Valuta questo sito