Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Esteri News - Il Notiziario della Diplomazia – 08 gennaio 2009

 

Esteri News - Il Notiziario della Diplomazia – 08 gennaio 2009

Mariangela Pira. Bentornati a Esteri News. Subito, diamo uno sguardo al nostro sommario

I BAMBINI SOLDATO
Si tiene in questi giorni a New York una rassegna fotografica sui bambini soldato. Parleremo delle attività della cooperazione italiana a favore dei bambini coinvolti in conflitti armati.

IL PROGETTO NIGER

Il ruolo dell’Italia nella valle di Keita in Niger nel progetto K-Lab: l’arte ed il sociale si incontrano in un lavoro artistico multidisciplinare e interattivo. 

IL MAE E L’INNOVAZIONE DIGITALE

L’innovazione digitale sempre più presente all’interno del Ministero degli Esteri. Quali sono in tal senso i progetti su cui sta lavorando la Farnesina.

GLI APPUNTAMENTI ESTERI
Gli appuntamenti esteri della settimana sono: la visita del Ministro Frattini in Croazia e la mostra “Giotto a Padova” a Lisbona. 

La copertina di oggi

I bambini soldato: mostra all’Onu

Mariangela Pira. Oggi come storia di copertina vogliamo parlarvi di un importante progetto che ha a che vedere con i bambini soldato. L’Italia, infatti, svolge un’ampia ed efficace azione a favore dei bambini coinvolti in conflitti armati ed è il principale donatore dell’UNICEF in stretto raccordo con l’Ufficio del Rappresentante speciale per i bambini in conflitti armati delle Nazioni Unite. La  Rappresentanza  permanente italiana a New York ha elaborato un ampio programma di eventi in collaborazione con l’UNICEF  e il Segretariato generale in occasione della Giornata Mondiale del Fanciullo, tra i quali spicca la rassegna fotografica  “Children  of War: Broken Childhood”. La mostra esposta nel salone d’ingresso dell’Onu raccoglie le foto dei bambini soldato (che potete vedere anche in queste immagini) scattate dai nostri fotografi di guerra tra cui l’italiano Antonio Pangale e rimarrà aperta fino alla fine di gennaio 2009; ma all’azione della Rappresentanza permanente a New York corrisponde anche l’attività della cooperazione nel settore. Negli ultimi anni sono stati finanziati progetti relativi all’assistenza dei bambini colpiti dai conflitti armati in Sierra Leone, Niger, Liberia, Senegal, Mali e ha avviato recentemente un programma di riabilitazione dei bambini soldato in Colombia, in collaborazione con l’OIM. In occasione della celebrazione della giornata universale del fanciullo, il 20  novembre scorso, è stata poi annunciata la costituzione di un nuovo gruppo di lavoro “Network of young people affected by war” promosso dall’Italia,  composto da ex bambini soldato che oggi sono affermati attivisti su questo tema.

Le notizie di oggi

L’Italia trova l’energia in Mozambico

Mariangela Pira. L’azienda italiana Moncada, realizzerà un importante progetto in Mozambico utilizzando la  jatropha per la produzione di biocombustibili. La jatropha  è molto importante in questo settore, in quanto non è una pianta destinata all’alimentazione umana e può crescere in terreni poco irrigati. Su questo puntano paesi come l’India, l’Indonesia oltre a diverse nazioni africane. Il governo mozambicano ha indicato aree marginali da destinare a questo tipo di produzioni e quindi Moncada ha potuto visitarle nell’estate del 2008  in occasione di una missione imprenditoriale organizzata dall’Ambasciata italiana a Maputo, dall’Ufficio ICE di Johannesburg e da lì è partito questo progetto. L’iniziativa frutterà al gruppo italiano dei cosiddetti  “carbon credits” per le emissioni evitate di CO2, così come previsto dal Protocollo di Kyoto; è l’inizio di una collaborazione più ampia con il governo locale che prevede anche la realizzazione di un ampio parco eolico.

Progetto Niger

Mariangela Pira. E visitiamo invece adesso la realtà africana di Keita, siamo nel Niger, il progetto si chiama: K-Lab ed è un contenitore di idee, culture, suggestioni generato dall’incontro di tre professionisti nel settore artistico con questa bella valle africana. L’arte e il lavoro sociale si incontrano in un  progetto artistico multidisciplinare, interattivo presso le sale espositive del museo-laboratorio di arte contemporanea della Sapienza, Università di Roma, sarà possibile visitare “Keilab, interacting on a reality interface” : un progetto artistico di Cesar Meneghetti, realizzato con Enrico Blasi, di cui state vedendo peraltro alcune foto proprio del suo allestimento e ha partecipato anche a questo progetto Sam Cole. La cooperazione italiana è attiva nella valle di Keita, nel Niger, dal 1983 con il finanziamento di un progetto concordato proprio con il governo della Repubblica del Niger. Grazie ad un approccio innovativo, è stato infatti possibile recuperare, riforestare oltre 360 Kmq di terre aride in una zona che nel 1984 fu duramente colpita dalla siccità e che, grazie alla cooperazione italiana, oggi forse è diventata un esempio della lotta contro la desertificazione.

Mariangela Pira. E per chi volesse, rimaniamo in ambito artistico, c’è ancora tempo fino al 18 gennaio per visitare ad Amburgo la mostra di disegni di artisti italiani “Da Leonardo a Piranesi”. Disegni italiani dal 1450 al 1800, del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe della Kunsthalle di Amburgo.
L’esposizione conclude un complesso progetto di ricerca pluriennale sostenuto dalla prestigiosa Fondazione “Zeit Ebelin und Gerd Bucerius” proprio di Amburgo.
L’Istituto Italiano di Cultura della città, grazie anche alla elargizione di fondi supplementari da parte del Ministero degli Affari Esteri, è tra gli organizzatori dell’evento, ma questo evento ha avuto anche il Patrocinio del Presidente della Repubblica Federale tedesca e di quello italiano.

Canale Diplomatico

Mariangela Pira. Oggi approfondiamo il tema della innovazione digitale all’interno del Ministero degli Affari Esteri e la collaborazione con il Ministero della Pubblica Amministrazione. Proprio a dicembre infatti questi due hanno firmato sul tema un protocollo di intesa. Cerchiamo di capire, allora, che cosa prevede e quali sono i principali progetti su cui in tal senso sta lavorando la Farnesina.  Ianina Landau per noi ha intervistato Luigi Ferrari, Vice Capo del Servizio per l’Informatica e le Comunicazioni del Ministero Affari Esteri, sentiamo.

Luigi Ferrari. Il Protocollo d’intesa firmato dai Ministri Frattini e Brunetta, è stato firmato il 19 dicembre scorso. Il Protocollo d’intesa che rientra nel piano industriale varato dal Ministro Brunetta, per lo sviluppo dell’innovazione all’interno della Pubblica Amministrazione rappresenta per il Ministero degli Affari Esteri il coronamento di un’attività e di un rapporto molto consolidato in particolare con il Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie della Presidenza del Consiglio.

Ianina Landau. Quali i progetti contenuti all’interno del Protocollo?

Luigi Ferrari. In primo luogo direi che possiamo citare il progetto per la fruizione ai cittadini italiani e all’imprese italiane all’estero: i servizi consolari on-line.
Si tratta di un progetto che consente di poter ottenere prestazioni da parte degli uffici consolari a distanza, senza recarsi fisicamente in Consolato.
Un secondo progetto va sotto il nome di “ad hoc”, ed è un progetto di dematerializzazione documentale. Il progetto, in buona sostanza, mira all’abolizione della circolazione cartacea all’interno del Ministero.
Un terzo progetto a cui teniamo molto è quello della digitalizzazione dell’Ufficio Corrieri.
L’Ufficio Corrieri è l’ufficio che si occupa delle spedizioni di materiali e di documenti dal Ministero verso le sedi all’estero e che riceve queste spedizioni quando provengono appunto dagli uffici all’estero.
Il nostro obiettivo è trasformare questo Ufficio in un ufficio che si occupa della digitalizzazione dei contenuti e trasformarlo nella vera mailing room del Ministero degli Affari Esteri.
Il terzo progetto, va sotto il nome di Ripa2, Ripa, come forse alcuni sapranno, è la rete internazionale della Pubblica Amministrazione, l’infrastruttura di rete con cui il Ministero dialoga con le sue 350 sedi all’estero, fra Ambasciate, Consolati, Rappresentanze Permanenti e Istituti di Cultura. L’obiettivo, appunto, della nuova Ripa è quella di adeguare allo sviluppo tecnologico, alle nuove possibilità offerte nel campo delle telecomunicazioni, l’infrastruttura di rete attuale, già piuttosto performante, ma di renderla ancora più efficiente.

Appuntamenti Esteri

L’Agende della Settimana

Mariangela Pira. Siamo giunti anche all’Agenda della Settimana; una settimana importante per il Ministero degli Affari Esteri la prossima e noi ne parliamo con Giuseppe Scognamiglio, che ci ha raggiunto nei nostri studi di Roma, del Servizio Stampa, Ministero Affari Esteri. Grazie per essere qui, Consigliere, buongiorno.

Giuseppe Scognamiglio. Buongiorno e buon anno.

Mariangela Pira. Bene. Buon anno anche a lei e iniziamo subito dunque con la visita del Ministro degli Affari Esteri Frattini in Croazia: di che si tratta e come mai appunto questa visita, la prossima settimana.

La visita di Frattini in Croazia

Giuseppe Scognamiglio. Sì, sarà il 12 gennaio appunto; il Ministro Frattini si recherà a Zagabria, avrà incontri con tutte le più alte autorità locali dal Presidente della Repubblica, al Primo Ministro, dal Ministro degli Esteri al Presidente del Parlamento. Una visita importante in una fase delicata del processo di avvicinamento della Croazia all’Unione Europea; un processo sul quale conta l’appoggio del nostro Paese. Ovviamente si tratta di risolvere ancora alcune questioni: dall’ultimazione dei processi di riforma in materia di giustizia alla risoluzione dei problemi di confine con la Slovenia.
La Croazia conta sul sostegno che il nostro Paese come Paese fondatore dell’Unione Europea e come Paese che è stato sempre a favore dell’allargamento può fornire. Tra i vari temi che saranno oggetto dei colloqui spicca la collaborazione in campo economico: l’Italia è il principale partner commerciale della Croazia con 4 miliardi di euro di interscambio e nell’occasione verrà firmato un Memorandum di cooperazione per la creazione di un Polo di sviluppo nell’alto Adriatico che prevede appunto l’intensificarsi di collaborazione in tutti i principali settori. Verranno poi discussi ovviamente anche i vari temi internazionali e regionali e il Ministro Frattini effettuerà anche una visita a Pola per incontrare i rappresentanti della comunità italiana autoctona e dare quindi un segnale dell’interesse delle nostre istituzioni nei loro confronti.

Giotto a Padova

Mariangela Pira. Ecco, Consigliere, è stata una puntata in cui abbiamo parlato d’arte con la mostra ad Amburgo. Proseguiamo in tal senso, perché ci sarà un importante “Giotto a Padova” in che senso, che succede?

Giuseppe Scognamiglio. Sì, ci sarà questa Mostra che è una mostra itinerante che ha già toccato vari Paesi del mondo e giunge adesso quindi a Lisbona. E’ una mostra sugli affreschi di Giotto della Cappella degli Scrovegni dopo il restauro del 2002. Viene ospitata appunto presso l’Università di Lisbona ed è frutto di una collaborazione tra l’Ente per il Turismo di Padova e l’Istituto Italiano di Cultura. E’ una mostra molto interessante perché consiste in una riproduzione fedele in scala della Cappella degli Scrovegni e all’interno è possibile ammirare assolutamente fedeli riproduzioni fotografiche degli affreschi con pannelli esplicativi e didattici e questa mostra rimarrà aperta fino all’11 febbraio quindi invitiamo chi si trova di passaggio a poter fruire di questa splendida mostra.

Mariangela Pira. Bene, tra Amburgo e Lisbona dunque ci sono due possibilità per vedere due interessanti mostre la prossima settimana. Ringrazio per essere stato con noi il Consigliere Giuseppe Scognamiglio del Servizio Stampa della Farnesina. Grazie e alla prossima settimana.

Giuseppe Scognamiglio. Grazie a lei e arrivederci.

Le Opportunità

Mariangela Pira. Ed eccoci giunti alle opportunità più interessanti segnalate dal Ministero degli Esteri. Nel sito in sovrimpressione  potete vederle voi stessi, come sempre appunto nella  sezione Opportunità.
Troverete informazioni utili per le imprese italiane che operano all’estero su bandi, gare d’appalto, grandi progetti nei diversi Paesi,  link agli stage e alle borse di studio estere per  i giovani in ambito internazionale. Potete anche iscrivervi in un’area cosiddetta interattiva del sito, alla newsletter,  al servizio gratuito sms, per essere costantemente aggiornati.
Tra le opportunità di oggi abbiamo ne abbiamo per le imprese e per i giovani.
Iniziamo dalle prime. Un avviso di Gara in Bolivia. L’oggetto della gara internazionale è la costruzione della diga di 85 m e altre opere complementari del Progetto Multiplo Misicuni (COCHABAMBA – BOLIVIA)
La scadenza è alle ore  15.00 del 12 gennaio 2009
Per ulteriori informazioni nella sezione Opportunità del Sito.
https://www.esteri.it/MAE/IT/BandiGare/2008/20081216_GaraBolivia.htm?URLPOSTING=\MAE\IT\Ministero\Servizi\Imprese\Opportunita\Ric_Gare_UltimiIns.htm
Per i Giovani invece: laureati e laureandi hanno la possibilità di effettuare degli stage in alcune Organizzazioni Internazionali. Il numero dei candidati ammessi e la durata del tirocinio variano da istituzione ad istituzione. Ci si può rivolgere direttamente a queste Organizzazioni mandando un curriculum vitae e una lettera di presentazione.
Ci si può anche candidare all' Internship Program del Tribunale Penale Internazionale per la ex Jugoslavia (ICTY). Lo stage non retribuito e della durata di 6 mesi è aperto a laureati che abbiano una perfetta padronanza dell’inglese o del francese. Informazioni sulla sezione dedicata alle Opportunità per i Giovani
https://www.esteri.it/MAE/IT/servizi/Italiani/Opportunita/Nelle_OO_II/PerGiovani/
Io vi ringrazio per averci seguito come sempre, vi ricordo anche il nostro sito internet www.esteri.it potete rivedere questa puntata ma anche le altre puntate in archivio. Vi ringrazio ancora per l’attenzione e vi do appuntamento alla prossima settimana. Non mancate. Arrivederci.


692
 Valuta questo sito