Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Esteri News – Il notiziario della Diplomazia italiana – 29 gennaio 2009

 

Esteri News – Il notiziario della Diplomazia italiana – 29 gennaio 2009

Mariangela Pira. Bentornati ad Esteri News, subito il nostro sommario con le notizie principali di questa edizione

L’Italia nella geopolitica
Abbiamo seguito per voi l’intervento che il Ministro Frattini ha effettuato su "Il ruolo dell'Italia nello scenario geopolitico" nell’ambito di un incontro promosso dal Club Ambrosetti a Roma.

La relazione Italia-Serbia
Italia e Serbia protagoniste: la chiusura del Convegno per il 130° anniversario dei rapporti diplomatici tra i due Paesi e l’incontro tra i due Ministri degli Esteri.

FAO: nuovo piano globale per l’acqua
I delegati di 60 Paesi si sono incontrati a Roma in vista del 5° Forum Mondiale sull’Acqua di Istanbul, il più grande evento internazionale sul tema delle risorse idriche: un tema che ha ormai un ruolo centrale nell’agenda politica internazionale.

Gli appuntamenti esteri
Gli appuntamenti esteri della settimana prossima sono il Vertice dell’Unione Africana ad Addis Abeba e la Visita del Presidente Napolitano in Lussemburgo.

 

La copertina di oggi

Il ruolo dell’Italia nello scenario geopolitico

Mariangela Pira. Il  Ministro Frattini ha effettuato il 24 gennaio, a Roma, un intervento  dal titolo "Il ruolo dell'Italia nello scenario geopolitico" nell’ambito di un incontro promosso dal Club Ambrosetti, riservato ai massimi responsabili d'impresa che conta ad oggi oltre 300 membri. Sentiamo il contributo a cura di Janina Landau.

Franco Frattini. Dopo il ritiro delle forze israeliane ci dobbiamo preoccupare degli aiuti umanitari cioè che entri un flusso sufficiente di aiuti per la popolazione di Gaza che soffre fortemente. Stiamo quindi lavorando per questo. Occorre poi  che siano garantite le condizioni di sicurezza di Israele, cioè occorre in qualche modo impedire che ritornino queste azioni estremiste, terroristiche, il lancio di razzi. E qui la missione dell’Unione Europea è di impegnarsi  anche sul terreno per un controllo della frontiera tra Gaza e l’Egitto e infine occorre una soluzione politica per questo scontro tra palestinesi che rischia di dare purtroppo un ruolo ad Hamas che non vuole l’unità dello Stato palestinese, quindi su tutto questo con l’Egitto e con i Paesi arabi moderati noi stiamo lavorando.

Janina Landau. Da poco si è insediato Obama in poco tempo ha fatto già subito delle scelte importanti, le condivide?

Franco Frattini. Io credo che siano scelte molto condivisibili direi, tra tutte, quella di un’apertura ai temi ambientali che non c’era stata, ma certamente un’attenzione forte al Medio Oriente esattamente sulla stessa linea sulla quale l’Europa sta lavorando, la chiusura di Guantanamo che era purtroppo una violazione permanente dei diritti fondamentali, e anche lì  evidentemente l’Europa deve  collaborare. Io credo che questo Presidente degli Stati Uniti chiederà a noi europei di più, non di meno, quindi anche una responsabilità.

Le notizie di oggi

La Serbia e l’Italia

Mariangela Pira. La scorsa settimana ha visto Italia e Serbia protagoniste. Presso la Camera dei Deputati, infatti, c’è stata la chiusura del Convegno in occasione del 130° anniversario dei rapporti diplomatici Italia-Serbia. E il Ministro Frattini ha incontrato il suo omologo serbo Vuk Jeremic. I due Ministri hanno parlato del consolidamento della cooperazione bilaterale, del sostegno italiano al processo di integrazione euro-atlantica della Serbia e del dialogo sulle dinamiche regionali. Sentiamo.

Franco Frattini. Sono assolutamente convinto, ne è convinto tutto il governo italiano, che la Serbia meriti di essere presto ammessa a questo club che è l’Unione Europea, un’ unione di pace, di stabilità, di sicurezza e di progresso economico. L’Italia ritiene la Serbia un partner estremamente importante e vogliamo che i cittadini della Serbia possano muoversi liberamente, abolendo l’obbligo del visto e proseguendo, quindi, una strada che io ho avviato da Commissario europeo e che ora vorrei vedere conclusa da Ministro degli Esteri italiano, cioè la liberalizzazione del regime dei visti con la Serbia, risultato che a mio avviso si può acquisire entro quest’anno perché i negoziati sono molto avanzati.

Mariangela Pira. L’interscambio commerciale tra Italia e Serbia nel primo semestre 2008 è stato pari a 1 miliardo di euro, con le esportazioni italiane cresciute del 13% e le importazioni diminuite del 9,4% rispetto al periodo precedente.  L’Italia è il primo investitore internazionale in Serbia.

Franco Frattini. Noi pensiamo che la Serbia sia uno dei Paesi con cui promuoveremo un’intensificazione dei rapporti commerciali ed economici, stiamo pensando di organizzare in Italia, con Confindustria, una presentazione al sistema delle imprese italiane delle opportunità di investimento ulteriore in Serbia, oltre ai grandi investimenti anche del recente passato.

Missione di sistema in Eau e Qatar

Mariangela Pira. Il 2 febbraio partirà la prima missione organizzata in maniera congiunta dal Dipartimento del Turismo e dalla Farnesina, che segue il Protocollo d’Intesa sul turismo, firmato lo scorso 14 gennaio dal Ministro Frattini e dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega al Turismo, Michela Vittoria Brambilla.  La missione – guidata dal Sottosegretario  Brambilla - si svolgerà a  Doha, Abu Dhabi e Dubai. Prevede la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni coinvolte e di molte imprese italiane del settore. L’obiettivo è sviluppare un programma di internazionalizzazione e promuovere l’incontro con le imprese del comparto. Quest’azione comune serve a rilanciare in modo nuovo l’offerta turistica del nostro Paese attraverso la realizzazione di eventi di sistema e promozione turistica
L’area del Golfo è stata scelta sulla base dell’analisi congiunta condotta dal MAE, dal Dipartimento del Turismo della Presidenza del Consiglio e da operatori turistici e Associazioni di categoria.
Il compito del Ministero degli Affari Esteri  è proprio quello di operare utilizzando le  sue reti all’estero in particolare per promuovere l’Italia come destinazione turistica e incentivare gli investimenti esteri nel settore del turismo.

Mariangela Pira. “From Michelangelo to Carracci”: questi sono 300 anni di disegni italiani appartenenti alla collezione del Museo del Prado di Madrid. Si tratta della mostra che si terrà fino al 5 aprile a Chicago, negli Stati Uniti. E’ una mostra con opere che spaziano dal Manierismo fino al primo periodo Barocco quindi dal 1520 al 1620, curata da Nicholas Turner, in collaborazione, ovviamente, con l’Istituto Italiano di Cultura di Chicago e con il Mary and Leigh Block Museum of Art di Evanston. L’evento ospiterà due importanti studi sulla figura umana recentemente scoperti e ritenuti legati all’affresco di Michelangelo “Il Giudizio Universale” (1536-1541).

Canale Diplomatico

Mariangela Pira. E siamo così giunti al dossier della settimana: delegati provenienti da più di 60 paesi al mondo si sono incontrati presso la FAO a Roma per continuare la preparazione del V Foro Mondiale sull’Acqua che si terrà ad Istanbul dal 16 al 22 marzo.
Quello di Istanbul è un appuntamento di straordinario rilievo per la Comunità Internazionale chiamata a confrontarsi con il problema dell’accesso alle risorse idriche in un quadro reso più difficile dalle conseguenze dei cambiamenti climatici. La piena consapevolezza che l’acqua costituisca una fonte primaria di sopravvivenza è ormai radicata nella sensibilità dei responsabili di governo e il tema dell’acqua da tempo ha assunto un ruolo centrale nell’agenda politica internazionale.
E’ urgente, dunque, trovare una strategia globale coerente con la gestione delle risorse idriche. Noi ne parliamo subito con un collegamento con i nostri studi di Roma, dove per noi si trova il Ministro Plenipotenziario Giorgio Sfara, Coordinatore Ambiente della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del MAE.
Grazie per essere qui e benvenuto.

Giorgio Sfara. Grazie, grazie a lei.

Mariangela Pira. E dunque, subito Ministro, facciamo il punto di questo importante incontro che si è tenuto a Roma.

Giorgio Sfara. E’ stato un incontro molto importante, perchè come lei ha detto sulla via della preparazione del Foro che si terrà a marzo a Istanbul, questa era l’ultima tappa, l’ultima occasione, per i paesi che parteciperanno di preparare il segmento ministeriale nel quale interverranno, appunto i responsabili di governo.
Il Forum  un appuntamento, un’occasione di incontro molto più ampio, nel senso che vi partecipano esponenti della Società civile, dell’ Accademia, dell’Impresa, delle Ong, e quindi è una delle occasioni in cui l’insieme del movimento mondiale nelle sue varie sfaccettature, si confronta come giustamente, lei ricordava, sui temi dell’acqua che sono assolutamente importanti per lo sviluppo del pianeta.

Mariangela Pira. Ecco, che sensazione ha avuto Ministro,  che comunque da parte dei governi in generale, ci sia più sensibilità rispetto a questo tema; cosa ci può dire?

Giorgio Sfara. C’è assolutamente una sensibilità più marcata. Non vorrei fare delle cifre, ma mi permetta di ricordarle che per problemi di malnutrizione o di malattie collegate a insufficiente accesso all’acqua o carenti condizioni igieniche, muoiono all’incirca 4.800-4.900 bambini al giorno; più di 1miliardo e 200mila persone non hanno accesso all’acqua, 2miliardi e mezzo di persone non hanno accesso ad adeguate infrastrutture sanitarie. Per queste ragioni, che basterebbero da sole, l’acqua è uno dei temi prioritari della politica di cooperazione italiana, e costituirà anche uno dei temi prioritari dell’impegno italiano nel G8. Come lei sa, l’Italia presiede il G8 quest’anno, e uno dei temi sui quali si applicherà il nostro sforzo per portare la comunità internazionale verso delle risoluzioni innovative e progressive sarà quello dell’acqua.
A Istanbul dove noi parteciperemo con un importante padiglione che avrà l’ambizione  di mostrare l’unità dell’Italia nelle sue diversità regionali, industriali, accademiche e della Società civile. A Istanbul, dicevo, noi terremo anche una riunione del Gruppo acqua del G8, proprio per sottolineare il rilievo che vogliamo dare a questo argomento.

Mariangela Pira. Ecco, infatti, mi permetto già di invitarla, insomma, perché poi dopo il Forum di Istanbul, potremo anche fare nuovamente il punto della situazione. Intanto la ringrazio per essere intervenuto, Giorgio Sfara, Coordinatore Ambiente - Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo del Mae.
Grazie mille, a presto.

Giorgio Sfara. Grazie.

Mariangela Pira. E io vi ricordo che il Forum Mondiale di Istanbul fornirà un input per ulteriori negoziati internazionali, come ricordava anche il Ministro Sfara, nell’ambito del G8, della Commissione delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile e della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico. 

Agenda della Settimana

Mariangela Pira. E siamo giunti come sempre allo spazio dedicato all’Agenda della settimana ci colleghiamo con i nostri studi di Roma dove per noi c’è Giuseppe Scognamiglio, Servizio Stampa del Ministero Affari Esteri. Grazie per essere qui, buongiorno.

Giuseppe Scognamiglio. Grazie a lei, buongiorno.

Mariangela Pira. E dunque iniziamo subito con il Vertice dell’Unione Africana che si terrà ad Addis Abeba, di che cosa si parlerà.

Vertice Unione Africana

Giuseppe Scognamiglio. Il Sottosegretario Scotti parteciperà a questo Vertice dell’Unione Africana. L’Unione Africana è un’organizzazione regionale che riunisce tutti i Paesi  africani e l’Italia può partecipare a questi vertici come osservatore in virtù di un Memorandum of understanding che venne firmato nel 2006 e prevede appunto forme di consultazione e dialogo politico tra il nostro Paese e l’Unione Africana. Vi sono rapporti consolidati, quindi di collaborazione come dimostra ad esempio l’Italian African fees  facilities che è un fondo di 40 milioni di euro che l’Italia ha creato nel 2007 per sostenere gli sforzi logistici e organizzativi dell’Unione Africana per la gestione delle crisi e delle situazioni post-conflittuali. La presenza del Sottosegretario Scotti vuole proprio testimoniare l’attenzione che il nostro Paese riserva all’Africa, tanto più in un momento in cui siamo presidenti del G8. Tra l’altro il Sottosegretario Scotti ne approfitterà per una fitta serie di incontri bilaterali con i suoi colleghi di vari Paesi africani con i quali discuterà di tematiche relative alle Nazioni Unite in particolare Missioni di pace, Riforma del Consiglio di Sicurezza.

Visita del Presidente Napolitano in Lussemburgo

Mariangela Pira. Bene, passiamo invece alla visita del Presidente della Repubblica Napolitano in Lussemburgo. Come si articolerà questa visita?

Giuseppe Scognamiglio. Il Presidente Napolitano sarà il 3 e 4 febbraio in Lussemburgo e sarà accompagnato dal nostro Ministro Frattini. Si tratta di una visita che ha l’obiettivo di dare un nuovo impeto  rispetto alle relazioni bilaterali che sono intense ed eccellenti in tutti i settori tra l’Italia e il Lussemburgo e ovviamente anche quello di confrontarsi su tutta una serie di tematiche internazionali ed europee di comune interesse, tenendo presente che il Lussemburgo come l’Italia ha lo status di Paese fondatore dell’Unione Europea oltre ad appartenere anche alla NATO come l’Italia.  Tra l’altro sarà anche un’occasione per rinsaldare i legami con la numerosa collettività italiana che c’è in Lussemburgo, la seconda collettività più grande nel Paese. Inoltre il 3 febbraio il Presidente della Repubblica, insieme al Granduca di Lussemburgo inaugureranno una bella mostra “Tra Sacro e Profano”. Si tratta di una mostra organizzata dall’ Ambasciata      d’Italia e dall’Istituto italiano di Cultura, dal Museo Storico ed Arte di Lussemburgo e rappresenta una collezione di 60 dipinti del periodo tra la fine del Cinquecento e l’inizio del Settecento che sono stati messi a disposizione dalle varie banche. Infatti l’ABI che è un altro importante partner, il principale partner nell’organizzazione di questo evento, che si preannuncia essere veramente l’evento dell’anno dal punto di vista culturale in Lussemburgo.
Mariangela Pira. Molto interessante. Grazie al Consigliere Giuseppe Scognamiglio, Servizio Stampa del MAE, per essere stato con noi. Grazie mille, a presto.

Le Opportunità

Mariangela Pira. Siamo giunti come di consueto allo spazio dedicato alle opportunità più interessanti offerte dal Ministero degli Affari Esteri. Nel sito in sovrimpressione le potrete  vedere voi stessi: (https://www.esteri.it/MAE/IT/servizi/Italiani/Opportunità ) Troverete informazioni utili per le imprese italiane che operano all’estero su: bandi, gare d’appalto e grandi progetti nei diversi Paesi. Ma anche link a stage e borse di studio estere per i giovani in ambito internazionale. Potete iscrivervi, anche nell’area interattiva del sito, alla Newsletter o al servizio gratuito sms, questo vi permetterà di essere costantemente aggiornati. Allora veniamo alle opportunità di oggi.
A partire dalle le imprese con un Avviso di Gara: International Competitive Bidding con 
termine ore 10 (ora di Addis Abeba) del 16 marzo  2009 per la fornitura di arnesi, macchine, attrezzatura, servizi di formazione per Tegbareid e  Wingate Collages in Addis Abeba. Per maggiori informazioni e per i dettagli della gara si rimanda al sito dove troverete appunto questa opportunità https://www.esteri.it/MAE/IT/BandiGare/2009/20090112_Etiopia003.htm?URLPOSTING=\MAE\IT\Ministero\Servizi\Imprese\Opportunita\Ric_Gare_UltimiIns.htm
 
Per i giovani:
Il Ministero degli Affari Esteri offre ai giovani particolarmente meritevoli la possibilità di svolgere un periodo di tirocinio di tre mesi presso gli uffici dell'Amministrazione centrale a Roma o presso le sedi all'estero. I tirocini sono stati istituiti dalla Convenzione tra il Ministero degli Affari Esteri e la Fondazione CRUI (che come sapete è la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane). Si svolgono questi stage in 3 periodi dell'anno: gennaio-aprile; maggio-agosto; settembre-dicembre. L’obiettivo è acquisire una conoscenza diretta e concreta all’interno del mondo del lavoro, in particolare nell'ambito di tutte quelle attività organizzate all’interno della Farnesina. Dunque un modo per poter fare un ingresso nell’ambito del Ministero degli Affari Esteri.  
Per informazioni vi do subito la mail dell'Istituto Diplomatico del Ministero degli Affari Esteri: programma.tirocini@esteri.it
E il sito internet della CRUI se volete avere ulteriori informazioni anche sulle modalità di questo concorso : http://www.fondazionecrui.it  oppure http://www.crui.it.

Il sito internet  www.esteri.it come sempre vi darà la possibilità di rivedere questa puntata e le altre puntate in archivio.
Io vi ringrazio, come di consueto, per averci seguito e vi do l’appuntamento alla prossima settimana. Arrivederci.


699
 Valuta questo sito