Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Esteri News - Il NOTIZIARIO della DIPLOMAZIA ITALIANA - 02 aprile 2009

 

Esteri News - Il NOTIZIARIO della DIPLOMAZIA ITALIANA - 02 aprile 2009

Mariangela Pira. Bentornati a questa puntata di Esteri News. Quest’oggi parleremo di:

CONFERENZA DELL’AIA SULL’AFGHANISTAN
Abbiamo seguito la Conferenza Onu sull’Aghanistan. Si è discusso del futuro del Paese in vista dell’importante traguardo delle elezioni di agosto.

LA COOPERAZIONE ITALIANA PER LE DONNE AFRICANE
La Cooperazione italiana è ancora una volta attiva perché le donne africane nelle aree del conflitto e post conflitto possano partecipare sempre di più alla vita sociale e politica dei loro Paesi.

GLI IMPRENDITORI ITALIANI VOLANO IN RUSSIA
Cinquecento imprenditori italiani volano in Russia in una missione organizzata da Ice, Abi e Confindustria, con il coordinamento della Farnesina, per scoprire le potenzialità del Paese in un periodo di crisi per le nostre aziende.

LE POLITICHE DEL LAVORO AL CENTRO DEL G8
Si sono riuniti a Roma i Ministri del Lavoro del G8. Il punto sulle conseguenze della crisi nel mondo del lavoro e le proposte per il G20.

La Copertina di Oggi

Conferenza Internazionale sull’Afghanistan


Janina Landau. Ci troviamo a L’Aja, dove è in corso la Conferenza internazionale sull’Afghanistan, oltre alla presenza dei Paesi confinanti, India e Pakistan, la vera novità è la presenza dell’Iran che si è detto pronto a ricostruire l’Afghanistan.Nel suo intervento il Ministro Frattini ha sottolineato la necessità di un approccio integrato.

Franco Frattini – Ministro degli Esteri. L’Iran sembra volersi impegnare seriamente per la stabilizzazione di Pakistan e Afghanistan. Ame hanno detto gli iraniani di voler lavorare sul traffico della droga per contrastarlo, sul terrorismo, che per loro è una grandissima preoccupazione e anche sulle questioni transfrontaliere, per favorire un po’ lo sviluppo locale delle zone di frontiera, e l’Italia ha 600 km di frontiera, la provincia di Herat proprio con gli iraniani.
Hanno detto con grande chiarezza, in fondo è una sincerità che va apprezzata all’inizio di un negoziato: certamente sì a più addestramento della polizia afghana, come quella che fanno i nostri carabinieri, no a nuove truppe combattenti sul terreno. Noi questo lo prevedevamo, ma è stato anche giusto dirselo francamente.
Dobbiamo prendere da questa Conferenza i messaggi chiave: più coordinamento, ed anzi integrazione per evitare duplicazione degli interventi, considerare Pakistan e Afghanistan parte di una stessa regione, coinvolgere tutti i vicini, e consolidare le istituzioni, sia quelle pakistane, sia quelle afghane.
Il dossier nucleare richiede una solidarietà assoluta a cui l’Italia si attiene. Il dossier Pakistan-Afghanistan è un dossier della Presidenza del G8 di cui ci occupiamo.

Janina Landau. In una battuta, ci può dire quale sarà il contributo dell’Italia sulla questione afghana?

Franco Frattini – Ministro degli Esteri. Noi siamo pronti a inviare 240 uomini per il periodo elettorale, più elicotteri e aeroplani di supporto, e più che raddoppiare il numero dei carabinieri formatori per la polizia afghana.

Le Notizie di Oggi

La Riunione informale dei Ministri degli Esteri

Mariangela Pira. Iniziamo con le notizie di oggi a partire dal conflitto in Medioriente. Giunge dall’Unione Europea un ulteriore appello a Israele perché si possa formare uno Stato palestinese. Lo ha affermato il Ministro Frattini alla Riunione informale dei Ministri degli Esteri dell’Unione Europea, che si è tenuta in Repubblica Ceca a Hluboka. Al centro della riunione anche le capacità civili della politica europea di sicurezza e difesa e il ruolo dell’Unione Europea nei confronti di Bielorussia e Balcani. Si è discusso anche di Siria e della necessità di "andare avanti" sulla strada di un Accordo di associazione con l'Unione Europea. Frattini ha sottolineato che porterà questo messaggio a Damasco nella missione che della prossima settimana.
Questo tipo di incontro informale dei Ministri viene definito di tipo “Gymnich”, dal castello tedesco in Germania dove si svolse una delle prime riunioni ministeriali di questo genere in Europa.

“Suite de Bamako” un progetto al femminile

Mariangela Pira. Da sempre la Cooperazione italiana è attenta alla condizione femminile. Il programma “Suite de Bamako” vuol cambiare la mentalità che spesso nelle zone di conflitto e post conflitto le istituzioni hanno nei confronti delle donne. L’iniziativa rappresenta un seguito alla Conferenza Internazionale “Le donne protagoniste”, organizzata dalla Cooperazione Italiana nel 2007, dove parteciparono più di mille donne africane. Dar loro autonomia economica, lottare contro la violenza alle donne, sostenerne la presenza nei governi: queste alcune delle linee guida che il programma metterà in pratica grazie al finanziamento di alcune proposte progettuali definite collettivamente tramite il coinvolgimento delle donne nel territorio. Parola chiave del Programma è “partecipazione”, perché si discute, si dibatte con altri operatori, delle scuole e delle istituzioni.

Mostra “Un mondo di persone”.

Mariangela Pira. E chi si trova a Firenze da domani al 21 Aprile potrà visitare la mostra “Obiettivo: un mondo di persone. 24 fotografi in azione”. La mostra, itinerante, ha interessato diverse città ed ora potete vederla presso la sede della Provincia di Firenze Si tratta di 24 fotografi di fama internazionale che hanno donato 60 fotografie di grande valore, con al centro storie di donne e di uomini, dalla Bolivia alla Slovacchia agli Stati Uniti, dalla Palestina al Niger. Scatti in bianco e nero che rappresentano momenti di guerra e di violenza, o che semplicemente raccontano il mondo della quotidianità dal 1968 ad oggi. Alla mostra ha collaborato la Cooperazione Italiana e quindi mi raccomando, non perdetela fino al 21 aprile a Firenze!

La visita di Frattini a San Marino

Mariangela Pira. La presenza del Ministro Frattini nella Repubblica di San Marino è coincisa con la festa nazionale per il cambio dei due Reggenti e con il settantesimo anniversario della Convenzione bilaterale di Amicizia e Buon Vicinato tra Italia e San Marino. La visita, come potete vedere nelle immagini, è stata caratterizzata da un clima di grande festa con una parata delle forze armate di San Marino, una Messa celebrata all’interno della Cattedrale ma la presenza del Ministro è stata l’occasione per la firma di un importante accordo di cooperazione economica che entrerà in vigore dopo un’intesa in materia di rapporti finanziari che dovrebbe essere siglata nelle prossime settimane. E l’Italia ha ribadito il proprio sostegno alle autorità di San Marino per adeguare il proprio ordinamento agli standard comunitari e internazionali in materia di lotta al riciclaggio e di scambio di informazioni  in materia fiscale.

Canale Diplomatico

Gli imprenditori italiani volano a Mosca

Mariangela Pira. 500 imprenditori italiani volano a Mosca in una missione strategica dal 5 all’8 aprile organizzata da Abi, Ice e Confindustria in collaborazione con la Farnesina e con l’Ambasciata d’Italia a Mosca. In tempi di crisi  come questi è necessario identificare aree di crescita che possano permettere alle nostre aziende di mantenersi competitive a livello globale. Ricordiamo che l’internazionalizzazione è una delle risposte più appropriate  per uscire dalla stagnazione in cui in questo momento si trova la nostra imprenditoria. E allora, guardate insieme a me  questa  cartina perché sono 4 i centri strategici che verranno toccati dalla missione: partiamo da Ekaterinburg (nella cartina il numero 1)come centro della siderurgia, San Pietroburgo per l’importanza del suo porto (lo vedete con il numero 2), e poi ancora (con il numero 3) Krasnodar come snodo logistico e Novosibirsk come città ponte verso l’estremo oriente.

Paolo Zegna- Vice Presidente Confindustria. Senza l’apporto delle istituzioni queste missioni, nonostante tutta la buona volontà, non riusciremo a farle. Oramai è un binomio, anzi un trinomio consolidato con il Ministero dello Sviluppo Economico, con l’Ice, con l’Abi, ma abbiamo poi sempre l’apporto anche delle Ambasciate, del Ministero degli Affari Esteri: è un vero lavoro d’insieme, di sistema che funziona e  sta portando sempre più risultati

Mariangela Pira. Lei mi diceva, è  una delle missioni che comunque anche a livello di partecipazione è una delle prime volte che accade.

Paolo Zegna- Vice Presidente Confindustria. E’ una delle più grandi, se non la più grande perché noi avremmo più di 500 di aziende piccole e medie in modo particolare che verranno con noi, ci sono quasi 900 persone presenti tra industriali, tra rappresentanti di categoria, tra rappresentanti delle istituzioni, quindi anche del numero credo che saremo una delle più importanti, se non la più importante  italiana e forse la più importante missione che sia mai andata in Russia.

Mariangela Pira.  Qual’è il vostro obiettivo, che cosa vi aspettate da questa missione?

Paolo Zegna- Vice Presidente Confindustria. Come sempre, quello che  ci aspettiamo anche dalle altre missioni, quello di poter, anche in un momento di difficoltà, e questo è probabilmente il grande punto positivo di questa missione, anche in un momento di crisi portare le piccole e medie aziende perlomeno a cominciare ad avviare dei contatti. Non saranno, probabilmente  in un momento di difficoltà contatti che porteranno subito dei risultati, ma nei momenti di crisi bisogna investire e il vedere una tale partecipazione ci fa capire come l’imprenditoria italiana e tutto il sistema abbia voglia di investire anche quando c’è difficoltà.

Mariangela Pira. In un periodo di crisi come questo, che lei sottolineava, quindi la Russia potrebbe essere una carta da giocare in questo momento per essere competitivi?

Paolo Zegna- Vice Presidente Confindustria. La Russia è diventata senz’altro un attore importante per le nostre esportazioni, ha avuto delle crescite molto importanti negli ultimi anni, noi mi sembra siamo il terzo fornitore in Europa dopo l’Olanda e la Germania e siamo il secondo cliente dopo la Germania. Quindi abbiamo degli ottimi rapporti ma abbiamo ancora molto da fare, noi guardiamo effettivamente al momento del dopo crisi, crediamo che ci siano molte affinità tra i nostri sistemi. In questo momento la Russia, che forse è ancora in mano a grandi aziende, un po’ un’ oligarchia di aziende sta cercando invece di sviluppare un terreno per piccole e medie aziende, quindi credo che il nostro sistema, che è soprattutto fondato su queste, possa essere da esempio, possa effettivamente avviare delle grandi collaborazioni tra i sistemi.

Rosario Alessandrello – Presidente CCIAA Italo-Russa. E dopo la Germania siamo il secondo partner  europeo e anzi, se andiamo a guardare alcune cose particolari potremmo arrivare anche al primo posto perché, per esempio, in alcuni campi noi siamo al primo posto come acquirenti. La Germania lo è, non come importatore, dalla Russia ma come soprattutto forza di esportazione della Russia, quindi la Germania ci supera molto per l’esportazione, non ci supera anzi è seconda a noi come acquirente. Da ciò l’importanza che la Russia dà al Paese Italia. Se l’Italia è capace, se l’impresa italiana è capace, e secondo me in questo tentativo di sviluppo, di sviluppare il manifatturiero russo, l’Italia può dare moltissimo, può dare moltissimo per esempio in campo della componentistica che deriva dalle materie plastiche: siccome loro hanno la materia prima, oggi la materia prima arriva in Europa e anche in Italia e viene praticamente trasformata e poi ritorna come oggetti trasformati in Russia. Molti di questi oggetti che sono anche quelli di minore qualità ecc. è assurdo che facciano avanti e indietro con costi eccessivi. Ecco, io mi immagino che molte di queste cose si possono sviluppare in Russia con vantaggi sia del mercato russo, sia del mercato italiano.

Diplomazia Time

La riunione dei Ministri del Lavoro

Janina Landau. Il 29, 30 e 31 marzo si riuniscono a Roma i Ministri del Lavoro del G8, al centro l’agenda, le misure necessarie per salvaguardare i posti di lavoro in questo momento di crisi.

Maurizio Sacconi – Ministro del Lavoro.  Provvedendo alle persone si agisce non tanto là dove la crisi di fiducia si è prodotta, là dove la fiducia si è spezzata, ma là dove certamente la sfiducia si è propagata perché oggi, appunto, è arrivata alle persone e quindi buone politiche sociali, efficaci politiche sociali che ridanno fiducia nel futuro, che immediatamente proteggono il reddito, che costruiscono competenze anche per il dopo-crisi sono destinate a essere un driver, un motore della ripresa economica.

Hilda Solis – Ministro del Lavoro Usa. Stabilendo le priorità del mio intervento qui come rappresentante degli Usa tra i Ministri del Lavoro non posso non guardare alla crisi economica. Ho sentito dai colleghi le opinioni su come indirizzare questa importante coesione globale e critica di perdita di posti di lavoro e mancanza di sicurezza relativa allo stipendio. Abbiamo discusso brevemente delle idee che ciascun Paese ha e che vuol mettere in pratica. Il loro approccio e il nostro sono aggressivi da quanto ho potuto capire oggi.

Maurizio Sacconi – Ministro del Lavoro.  Le conclusioni forniscono importanti indicazioni sui modi di governare più efficacemente la crisi integrando la capacità del Fondo Monetario che deve essere rafforzata con quella che deve essere rivolta a monitorare la coesione sociale perché c’è uno stretto rapporto di essa con la stabilità economica e finanziaria. E poi l’obiettivo è quello di coordinare di più le politiche sociali per dire alle persone che non solo non ci dimentichiamo di loro, preoccupati come siamo dai banchieri e dalle banche, ma che soprattutto il fine ultimo di ogni nostra azione sono le persone e il loro benessere.

Appuntamenti Esteri

Vertice Capi di Stato e Governo Nato, 3-4 Aprile    

Janina Landau. Ci troviamo in compagnia di Maurizio Massari, Capo del Servizio Stampa della Farnesina, al quale chiediamo quali temi seguiremo la prossima settimana

Maurizio Massari - Capo Servizio Stampa MAE. Buongiorno a tutti, il tema principale sarà naturalmente il Vertice Nato, il Vertice del 60° anniversario dell’Alleanza Atlantica che avrà come argomento  principale di discussione L’Afghanistan. Come sapete, l’amministrazione Obama ha approvato una nuova dottrina, una “policy review” sull’Afghanistan che è ampiamente condivisa dai principali alleati e anche dall’Italia, quindi si parlerà di questo ma non soltanto di questo, ci sarà finalmente l’ingresso ufficiale di Croazia e Albania nella Nato. Anche questo è un tema che interessa molto l’Italia per l’integrazione dei Balcani all’interno delle strutture euro-atlantiche. Ed infine verrà approvata una dichiarazione sulla sicurezza atlantica che dirà, praticamente, a che punto si trova l’Alleanza a 60 anni dalla sua nascita, quindi le future missioni dell’Alleanza. Naturalmente, è soltanto un primo passo perché dovrà poi essere poi elaborato sulla base di questa dichiarazione un concetto strategico, un nuovo concetto strategico che dovrebbe rimpiazzare quello del 1999.

www.viaggiaresicuri.it

Mariangela Pira. Si avvicinano le vacanze si Pasqua. Vi ricordo come spesso facciamo da Esteri News di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it, e di iscrivervi prima di partire su www.dovesiamonelmondo.it

Mariangela Pira. E adesso, in anteprima per Esteri News, guardiamo insieme il nuovo spot realizzato per l’Unità di Crisi dal Servizio Stampa della Farnesina

Spot Viaggiare Sicuri

1° intervistato
D. State partendo?
R. Sì
D. Vi siete iscritti al sito dovesiamonelmondo?
R. … (nessuna risposta)

2° intervistato
D. …. (nessuna domanda)
R. …..(nessuna risposta)

3° intervistato
D. Si è iscritto al sito dovesiamonel mondo?
R. Dove siamo…. no…. dove siamo nel mondo?  

Franco Frattini. Ministro degli Esteri. Prima di partire, iscrivetevi a www.dovesiamonelmondo.it  così l’Unità di Crisi vi aiuterà, ovviamente solo se necessario…

Mariangela Pira. Vi ricordo che per il resto delle notizie , per rivedere questa puntata, potete sempre fare riferimento al sito internet www.esteri.it , vi saluto e vi do appuntamento alla prossima settimana.


755
 Valuta questo sito