Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Esteri News – Il notiziario della Diplomazia italiana – 14 maggio 2009

 

Esteri News – Il notiziario della Diplomazia italiana – 14 maggio 2009

Le notizie di oggi

Vista in Tunisia e in Marocco

Mariangela Pira
. “Il 2009 deve essere l’anno della pace in Medio Oriente”, così scrive il Ministro Frattini in un articolo apparso sul quotidiano egiziano Al Ahram. Un obiettivo cui devono contribuire tutti i Popoli e i Paesi della regione. Il Ministro si è recato in viaggio a Tunisi e a Rabat dopo la conclusione del vertice italo-egiziano, dove ha affermato l’impegno del G8 a presidenza italiana in ‘quella che rimane la più complessa e delicata situazione di crisi internazionale’ il processo di pace israelo-palestinese. A Tunisi, il 12 maggio, ha incontrato il Presidente della Repubblica, Ben Ali e il Ministro degli Affari Esteri,  Abdallah.Gli incontri hanno fornito l’occasione per analizzare le principali questioni di attualità, oltre al  processo di pace in Medio Oriente, l’unione per il Mediterraneo, i rapporti UE-Tunisia, le tematiche G8, la riforma del Consiglio di Sicurezza. Il rapporto tra Italia e Tunisia è amichevole  e oggetto di periodica revisione; quello economico commerciale è molto florido, con l’interscambio nel 2008 pari a 5.3 miliardi di euro. Qui sono attive aziende come Eni e la Cooperazione Italiana agisce costantemente per lo sviluppo del Paese. Il nostro Ministro ha proseguito il suo viaggio alla volta di Rabat dove ha incontrato le più alte cariche dello Stato marocchino: dal Re al Primo Ministro. E’ stata l l’occasione per ribadire la volontà dell’Italia di approfondire ulteriormente il dialogo politico, di  porre le basi per un rafforzamento della presenza delle nostre imprese in Marocco. In occasione della visita, sono stati anche  firmati alcuni rilevanti Accordi relativi alle iniziative di cooperazione allo sviluppo italiane in Marocco per il triennio 2009-2011.
 
La Cooperazione nella Valle delle Balene
Mariangela Pira. Oggi con la cooperazione andiamo invece nel deserto egiziano, nella Valle delle Balene per un progetto che vuole tutelare quest’area. Il nome del progetto è Wadi El Rayan Protected Area, seconda fase. Si tratta, ovviamente, di un programma ambientale. La cooperazione italiana da sempre sensibile alla protezione dell’ecosistema e delle aree protette, fin dal 1998 è intervenuta in Egitto per salvaguardare l’area di Wadi El Rayan. Wadi rappresenta oggi per il Ministero dell’Ambiente Egiziano un punto di riferimento fondamentale su come gestire un’area protetta terrestre. La cooperazione ha fornito assistenza tecnica, infrastrutture ed equipaggiamenti, ha formato le risorse umane e ha collaborato con le entità che operano nell’area. Infine questo è stato un passo importantissimo per la promozione dell’ecoturismo, l’educazione e la comunicazione ambientale.

La Venezia Dipinta a New York
Mariangela Pira. La mostra di cui vi parliamo questa settimana si trova a New York presso l’Istituto Italiano di Cultura e si chiama La Venezia Dipinta, aperta fino al 3 giugno.  Pensate ci possa essere una connessione tra la optical art e Venezia? Secondo il pittore e scultore Ferruccio Gard, si’. Lo spiega al pubblico con questa mostra, curata personalmente dal pittore piemontese di origine  ma residente nella città lagunare dal 1973. Gard, esponente dell’astrattismo e considerato un maestro del colore, è tornato a rivolgere le sue ricerche cromatiche verso la sempre amata pop art. Dopo il successo di Bruxelles la mostra approda ora a New York con una selezione di opere astratte e cinetiche, alcune delle quali realizzate solo appositamente. Il visitatore si immergerà in un viaggio lirico del colore e delle sfolgoranti profondità dell’essere.

Canale Diplomatico

La Farnesina al  Forum della P.A.
Mariangela Pira. E ci troviamo nella nuova Fiera di Roma, dove si sta tenendo il Forum della Pubblica Amministrazione dall’11 al 14 maggio cui partecipa anche il Ministero degli Affari Esteri che, durante l’occasione, spiega ai cittadini e alle imprese, le sue numerose attività. In questo momento, per esempio, nello stand del Ministero degli Affari Esteri, si sta presentando Ester, colei che sarà l’assistente virtuale della Farnesina. Ester, che vedete alle mie spalle, è stata un po’ la parola simbolo della partecipazione della Farnesina a questo Forum PA e noi ne parliamo con Arnaldo Minuti, qui al mio fianco, Responsabile dei Servizi URP della Farnesina . Benvenuto e grazie per essere qui.
Arnaldo Minuti - Responsabile dei Servizi URP della Farnesina. Grazie a voi.
Mariangela Pira. Allora, chi è Ester?
Arnaldo Minuti - Responsabile dei Servizi URP della Farnesina. Ester è il nuovo assistente virtuale, è un progetto che noi stiamo sviluppando in questo periodo e che sarà disponibile sul nostro Sito web tra qualche mese. Qual’è l’obiettivo che noi ci siamo prefissi con questo progetto. E’ quello di rendere le informazioni su tutto quello che noi facciamo, su tutta l’attività del Ministero degli Esteri , rendere disponibile queste informazioni sempre di più e sempre in maniera sempre più facile ai cittadini.

Mariangela Pira. Nell’occasione sono stati presentati alcuni servizi innovativi per rispondere al meglio alle esigenze dei cittadini e delle imprese. Nell’ambito del progetto di razionalizzazione che la Farnesina sta compiendo per valorizzare al meglio le proprie reti all’estero. E nel contesto  dell’iniziativa  “La Farnesina e l’innovazione: fare di più con meno”, è stata  presentata la piattaforma “EsteriCult”, ed è un modo per promuovere la lingua e la cultura italiana nel mondo. E all’interno dello stand ha partecipato anche l’Ambasciatore Ferdinando Nelli Feroci,  Capo della Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione Europea, in un  convegno apposito intitolato: “La mediazione comunitaria. Come funziona il lobbying istituzionale dell’Italia sull’Europa”
Ferdinando Nelli Feroci - Capo della Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione Europea. Il tema del seminario, convegno cui oggi partecipo, quello della lobby istituzionale, è un tema molto importante. Un tema che affronta le modalità della partecipazione italiana ai meccanismi decisionali dell’Unione Europea. Immagino che, insieme agli altri relatori che sono: il Prof. Adam, Capo del Dipartimento delle Politiche Comunitarie e il Dottor Barca che è un consulente del Ministero dell’Economia e delle Finanze, affronteremo questo tema sotto vari profili, sotto vari aspetti e soprattutto spero potremo interagire con un pubblico che immagino e mi auguro ci porrà domande.

Mariangela Pira. Abbiamo chiesto, invece, direttamente ai destinatari di questa Fiera, il pubblico,  la loro opinione circa i servizi che hanno visto qui in Fiera della Pubblica Amministrazione.
1° Intervistato. Mi sembra che tutto sommato si vada verso una continua innovazione, servizi al cittadino, si spera che sia sempre più spinta come innovazione, perché se riusciamo a fare tutto un set di operazioni da casa, sicuramente questo ci renderà la vita più normale e forse più a misura  d’Europa.
2° intervistato. Molto all’avanguardia, diciamo.
3° intervistato. In generale mi sembra carino però l’anno scorso l’ho vista molto meglio, mi sembrava più movimentata.
4° intervistato. Abbiamo visto altre fiere gemelle un po’ in giro, questa direi  che mi sembra riuscita, d’altronde una Fiera sulla Pubblica Amministrazione se uno la fa a Roma, ci sta.


782
 Valuta questo sito