Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

ESTERI NEWS – IL TG DELLA DIPLOMAZIA ITALIANA – 08 luglio 2010

 

ESTERI NEWS – IL TG DELLA DIPLOMAZIA ITALIANA – 08 luglio 2010

LA VISITA DI FRATTINI IN RUSSIA

Si è svolta a Mosca l’XI sessione del consiglio italo-russo. Un’occasione per approfondire i rapporti bilaterali tra Italia e Russia.

AND THE WINNER IS…

"Winning Italy Award" un premio all’eccellenza italiana voluto dal Ministero degli Esteri per rinnovare il ruolo della Farnesina a sostegno del made in Italy in tutto il mondo.
Questa volta il premio è andato a Ferrero.

OVERLAND 12, MISSIONE COMPIUTA!

La spedizione umanitaria Overland 12 ha concluso il suo viaggio in Africa. Ha percorso oltre 47mila km in 6 mesi dalla parte occidentale del continente, scendendo fino al Sudafrica. Obiettivo: fornire assistenza alle popolazioni.

IL Film “Home”, presentato a Beirut

Si è tenuta a Beirut la prima del film “Home” di Philip Bajjaly che documenta la storia dell’Ospedale psichiatrico Al Fanar riabilitato grazie all’intervento della Cooperazione italiana.

STORIA DI COPERTINA

La visita a Mosca del ministro Frattini

Gianni Marotta. Un ambizioso obiettivo per Italia e Russia: portare l'interscambio commerciale, da 23 a 40 miliardi di dollari entro la fine del 2010. E’ quanto ieri ha annunciato il Ministro degli Esteri Franco Frattini che ha partecipato a Mosca all’XI sessione del Consiglio di Cooperazione Economica, co-presieduto con il vicepremier e Ministro delle Finanze russo, Alexei Kudrin.
Il Consiglio che sarà rafforzato dalla creazione di un nuovo tavolo di lavoro per la modernizzazione promosso dal leader russo Medvedev è servito a fare il punto sulle relazioni economiche bilaterali tra i due Paesi, che Frattini ha confermato “eccellenti”, visti i “crescenti investimenti anche industriali”.
Anche il made in Italy è stato al centro della riunione: “Abbiamo sollecitato - ha spiegato il Ministro degli Esteri italiano - la riduzione e l'eliminazione di tutte le barriere tariffarie e doganali e ottenuto dal ministro Kudrin una rassicurazione importante che non ci saranno trattamenti discriminatori” nei confronti dei prodotti italiani.
Frattini si è, inoltre, impegnato a promuovere in sede europea una ''road map'' per una rapida abolizione del regime dei visti, anche in favore del settore turistico che vede l'Italia come quinta destinazione estera per i cittadini russi.

Franco Frattini – Ministro degli esteri. Noi vogliamo dare impulso a questo terreno di lavoro comune, da subito, a livello bilaterale.

Gianni Marotta. L'Italia è tra i primi partner commerciali del Paese ed è presente in tutti i principali settori dell'economia russa, con numerosi investimenti di imprese nazionali sul territorio: dal settore automobilistico a quello ad alto contenuto tecnologico, ma anche in campo aeronautico, bancario e finanziario, assicurativo, come nel settore ferroviario, navale e agroalimentare.
La Federazione Russa è poi un partner strategico per l'approvvigionamento energetico dell’Italia: dalla Russia infatti proviene il 28% del petrolio e il 30% del gas naturale russo.Accompagnato dall'Ambasciatore italiano a Mosca, Vittorio Surdo, il capo della diplomazia italiana ha anche confermato il forte sostegno dell’Italia all’ingresso di Mosca nell’Organizzazione mondiale del commercio e nell’Organizzazione per la cooperazione e la sicurezza in Europa.
Al termine dei lavori, il Ministro degli Esteri, Franco Frattini, ha discusso con il suo omologo russo, Sergey Lavrov, la proposta italiana di rafforzare il Consiglio di cooperazione economica e ha discusso anche delle iniziative per il “2011 Anno della cultura e della lingua italiana in Russia e della cultura e della lingua russa in Italia”.

LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA

Forum Italy & Africa Partners in Business

Mariangela Pira. Individuare le opportunità di partnership commerciale e industriale tra imprese italiane e africane nei settori delle infrastrutture e dell’agroindustria. La seconda edizione del Forum “Italy and Africa Partners in Business”, l’1 e 2 luglio scorsi a Roma, è stato organizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e con Simest. Sentiamo i contributi.

Alimamy Koroma – Min. Esteri Sierra Leone. Il governo della Sierra Leone ha individuato 4 priorità di intervento: energia, agricoltura, infrastrutture e sviluppo, istruzione e formazione sanitaria.
Le relazioni tra Italia e Sierra Leone sono ottime, ci aspettiamo azioni sempre più incisive da parte del governo italiano per il nostro Paese e per la nostra gente.

Alessandro Castellano – Amm. Del. SACE. Ma noi l’Africa la vediamo positiva perché di fatto già da 3 anni abbiamo fatto un importante progetto, siamo passati da una esposizione complessiva, cioè i rischi che abbiamo sul nostro portafoglio, da 200 milioni a 1 miliardo. Abbiamo avuto una crescita esponenziale significativa che dimostra che ci stiamo credendo. Dobbiamo sostenere i nostri marchi, i nostri brand. Per cui non solo esportare e non solo, diciamo, presentare prodotti, ma investire su catene distributive, joint-venture produttive, fare una affermazione dei nostri brand. Questa è la chiave di lettura, secondo me, nei prossimi anni.

Overland in Africa

Mariangela Pira. La spedizione umanitaria Overland 12 ha concluso il suo viaggio a Roma il 5 luglio ed è stata ricevuta in Farnesina dal Ministro Frattini. Partita da Torino il 4 gennaio ha percorso oltre 47mila km in 6 mesi dalla parte occidentale dell’Africa, scendendo fino al Sudafrica. La carovana ha attraversato il continente per offrire assistenza sanitaria alle popolazioni incontrate. La spedizione è stata possibile anche grazie al coinvolgimento del Ministero degli Affari Esteri, dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e delle Missioni Salesiane Onlus. Il MAE, in particolare, attraverso la Cooperazione ha sostenuto un intervento di promozione della salute materno-infantile e della prevenzione e cura delle principali malattie che colpiscono il continente africano quali Aids, malaria, colera e lebbra, attraverso la partecipazione di un medico e di un operatore responsabile della proiezione di filmati educativi.
Allora sentiamo alcuni interventi registrati proprio in Farnesina.

Beppe Tenti – Capo spedizione Overland. Il filo conduttore di queste missioni è un filo se vogliamo anche sociale. Io ho avuto diversi passaggi in organizzazioni sociali, poi ho trovato qui con Cinema Arena e con il Ministero degli esteri, con la Cooperazione italiana allo sviluppo, un filo che ci ha portato da un punto all’altro a vedere delle realtà che altrimenti non si conoscono.

Franco Frattini – Ministro degli Esteri. Il Ministero degli esteri crede che Overland abbia costituito una splendida esperienza di una Italia che fa sistema: con i suoi medici, con i suoi tecnici, con i suoi esperti di cooperazione, con una tecnologia importante sotto il profilo meccanico, con i mezzi Iveco, con l’aiuto delle nostre Ambasciate.
Loro sono stati un po’ ambasciatori itineranti dell’Italia. Abbiamo dimostrato che l’Africa è veramente una priorità ed è una opportunità.

Elisabetta Belloni – Dir. Gen. Cooperazione. Il bilancio della partecipazione italiana Overland direi è senz’altro positivo. Partecipare ad una iniziativa di così grande visibilità e di così grande, direi, valore per l’Africa e per l’Italia ha permesso alla Cooperazione di partecipare ad una attività del sistema italiano. Overland, infatti, unisce le imprese, il volontariato, le Ong, i sistemi di informazione, anche alle attività di sviluppo che la Cooperazione stessa promuove.

Fare affari in Asia

Mariangela Pira. Fare affari in Asia e nel sud-est asiatico. Per cercare di capire le opportunità che anche le nostre aziende potrebbero sfruttare, la Camera di Commercio Italiana per il Sud Est Asiatico ha organizzato un Convegno.
Il Sottosegretario Stefania Craxi, che ha aperto i lavori, ha sottolineato come “L’Italia guarda già da tempo con attenzione a questi Paesi ed ha intrapreso un cammino volto a rinsaldare i legami bilaterali, grazie ad un intenso scambio di visite e missioni nell’area. All’ottimo livello delle relazioni politiche tuttavia, non corrisponde ancora un livello di rapporti economici all’altezza”.
Si è registrato tuttavia nel 2009, anno segnato da una difficile situazione economica a livello mondiale, un calo negli scambi tra Italia e Paesi Asean ma meno rilevanti rispetto alla media generale. Tale flessione è ancor meno preoccupante se si considera il fatto che la presenza italiana in quei Paesi è andata crescendo in modo costante. Nel periodo 2006-2008 gli scambi con alcuni paesi dell’area siano cresciuti: con l’Indonesia del 57%, con il Vietnam del 50% e con Singapore del 10% circa. I dati dei primi mesi del 2010, inoltre, sembrano segnare un ritorno sul sentiero del rafforzamento degli scambi economici.

Il film “Home” sull’ospedale Al Fanar

Mariangela Pira. A Beirut, presso il palazzo dell’Unesco, sotto il Patrocinio dell’Ambasciata italiana, si è tenuta la prima del film “Home” di Philip Bajjaly presentato da Al Fanar Psychiatric Hospital & Newstime Production, nell’ambito del Programma di Emergenza ROSS finanziato dalla Cooperazione italiana.
La pellicola è stata realizzata durante l’esecuzione del “Progetto di ristrutturazione e azioni di sostegno all’ospedale psichiatrico Al Fanar” e racconta la storia dell’Ospedale, fondato nel 1962 dallo psichiatra Abdel Rahman Al Labban. Originariamente creato per servire il Sud del Libano, rimane l’unica struttura del genere in questa regione del Paese, rappresentando da quasi cinquanta anni un rifugio per molti pazienti di tutta la nazione.
Sin dalla metà degli anni ottanta, tre donne della famiglia Labban si sono prese personalmente carico della gestione dell’ospedale: una moglie, una figlia ed una nipote che hanno fatto di questo progetto una missione di vita.
Il film, offre una introspettiva della vita dei disabili mentali e vuole essere una testimonianza significativa ed un messaggio per avviare un cambiamento radicale nell’approccio del trattamento delle malattie mentali nel Paese.

CANALE DIPLOMATICO

Winning Italy: Ferrero sale sul podio

Janina Landau. All’azienda italiana Ferrero International è stato assegnato il Premio Winning Italy Award. Il riconoscimento assegnato dal Ministero degli Esteri a coloro che più degli altri hanno saputo promuovere e valorizzare l’immagine e la reputazione dell’Italia nel mondo.

Giovanni Ferrero – Vice Presidente Ferrero. Un motivo di grande orgoglio va a suggello di una storia sessantennale di, grazie a Dio, successo che viene a gratificare 25mila persone che operano quotidianamente all’insegna del Gruppo, sono i nostri campioni nel quotidiano, sono loro che fanno la differenza, la loro motivazione vincente, l’affidabilità della loro etica del lavoro, le loro competenze manageriali e tecniche. Questo mi fa dire che lavorare in Ferrero non è solamente una bellissima opportunità professionale ma anche una straordinaria esperienza dai ricchissimi contenuti umani.

Janina Landau. La manifestazione giunta alla sua seconda edizione, è stata istituita con l’intento di registrare lo stato di salute delle eccellenze, del talento e della creatività “made in Italy”

Giampiero Massolo – Segr. Gen. Esteri. Il Ministero degli Esteri esce da una logica tradizionale di semplici opzioni di politica internazionale e va verso le Aziende, nel mondo di oggi si compete tra Sistemi Paese, ci vuole un catalizzatore, questo catalizzatore grazie alla rete diplomatica e consolare può essere la Farnesina.

Janina Landau. Alla cerimonia hanno preso parte il Ministro degli Esteri Franco Frattini, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Gianni Letta, il Segretario generale della Farnesina Giampiero Massolo, il Presidente di Aeroporti di Roma Fabrizio Palenzona. Il Premio è stato ritirato dai fratelli Giovanni e Pietro Ferrero accompagnati per l’occasione da alcuni testimonial dell’azienda dolciaria come Valentina Vezzali, Fiona May, Andrew Howe. Campioni di varie discipline sportive che hanno tenuto alti i colori dell’Italia nel mondo.

Fiona May – Campionessa atletica. Io penso che Ferrero è l’unica Azienda che ha seguito noi, che è molto vicina al nostro carattere, molto determinata, non lo vedo solo qui in Italia ma anche all’estero. Io spero continuino così.

Janina Landau. In occasione del Premio che è stato presentato a Villa Madama è stata allestita una mostra, ce ne può parlare

Rossana Pace – Direttore “Eccellenze italiane”. Questa è una mostra che noi stiamo portando in giro per il mondo. E’ già stata ad Abu Dhabi andrà anche a Panama e a Detroit e in altri Paesi perché le Ambasciate hanno piacere che vengano raccontati i punti di forza del nostro Paese e la nostra Associazione che lavora da oltre dieci anni per ricercare e fare emergere i punti di forza del Paese fa un ragionamento per il quale il valore aggiunto delle nostre eccellenze è che hanno un passato. Quindi noi facciamo emergere questa continuità di eccellenza che quindi non è soltanto rivolta al presente ma ha un retroterra. Questo è un valore aggiunto che determina la nostra competitività sui mercati internazionali.

Mariangela Pira. Prima di salutarvi vi ricordo il nostro indirizzo mail: esteri news@esteri.it e siccome siamo in tempo di vacanze mi raccomando prima di partire consultate il sito: www.viaggiaresicuri.it e registratevi nel sito www.dovesiamonelmondo.it in questo modo l’Unità di Crisi della Farnesina, qualora fosse necessario, potrebbe intervenire con molta più rapidità. Grazie per averci seguito, noi ci vediamo la prossima puntata.


982
 Valuta questo sito