Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio intervista

 

Dettaglio intervista

L’Ambasciatore Claudio Moreno, Commissario Generale per le Expo di Yeosu e Venlo 2012, parla della presenza italiana a questi due importanti eventi e delle opportunità che offrono al nostro Sistema Paese, e in particolare alle nostre PMI un’occasione per potenziare la nostra presenza sui mercati esteri è quella delle grandi esposizioni internazionali. E, se nel 2015 saremo direttamente protagonisti grazie all’Expo di Milano, nel 2012 l’Italia e le sue eccellenze possono contare su una visibilità internazionale grazie alle Esposizioni Internazionali di Yeosu, in Corea del Sud (dal 12 maggio al 12 agosto 2012) e di Venlo, in Olanda (dal 5 aprile al 7 ottobre 2012). Va ricordato che l’Ambasciatore Moreno è stato coinvolto a fondo nella campagna promozionale del la candidatura di Milano per l’Expo Universale del 2015 avendo svolto il ruolo di Coordinatore Generale della stessa.

Due appuntamenti diversi, ma entrambi molto importanti, come spiega l’Ambasciatore Claudio Moreno, Commissario Generale per entrambi gli Expo. “Si tratta di due manifestazioni di grande valore, che trattano argomenti molto differenti. Venlo, infatti, ospita un’esposizione internazionale ortofrutticola e floreale e, con il tema ‘Partecipa al teatro della natura, avvicinati alla qualità della vita’, propone un messaggio segnatamente ecologico ed ambientale, mettendo in evidenza il ruolo di orto-frutta, fiori e piante decorative come settori essenziali per un’alimentazione sana e una vita a contatto con le componenti naturali più favorevoli e produttive di benessere. Yeosu, invece, ospita un’esposizione di tipo più tradizionale, che ha come tema ‘L’oceano e le coste che vivono’, scelto per concentrare l’attenzione, da un lato, sulle risorse marine e sui sistemi più avanzati per promuoverne uno sfruttamento sostenibile, dall’altro, su tutte le forme di tecnologia e sviluppo industriale del comparto ‘Blue Economy’ - cantieristica navale, costruzioni per la navigazione e relativi servizi, fonti energetiche alternative collegate allo sfruttamento di correnti e maree, tecnologie di pesca oceanica e costiera, e così via”.

SPAZIO ALLE PMI ECCELLENTI. Ma ciò che accomuna questi due appuntamenti è la visibilità internazionale che possono offrire. Come infatti tiene a sottolineare l’Ambasciatore Moreno, “si tratta di esposizioni di massima categoria, che permettono di fare il punto sull’aggiornamento del progresso tecnologico e scientifico in un dato momento. Questo significa grandi opportunità anche per le nostre piccole e medie imprese. D’ intesa con l’Agenzia dell’Innovazione e con l’Agenzia per il Commercio Estero, viene infatti promossa la partecipazione di molteplici PMI innovative, che trovano nel Padiglione Italia un punto di incontro e di riferimento per sviluppare le loro proposte con omologhe PMI coreane e olandesi, allo scopo di sviluppare una rete di società miste e di joint venture e gettare così le basi di future collaborazioni”.

ENOGASTRONOMIA, MADE IN ITALY, CULTURA. Ma non solo. Entrambe le Esposizioni rappresentano infatti un formidabile strumento di promozione e di diffusione del Made in Italy più caratteristico e famoso, a partire dall’enogastronomia. Nel Padiglione Italia allestito a Yeosu, è infatti possibile trovare un ristorante di alta cucina, mentre a Venlo e a Yeosu sarà possibile partecipare a degustazioni di prodotti regionali tipici: pizze, panini, piadine a base di salami, prosciutti, formaggi tipici e mozzarelle. Inoltre, si alterneranno settimane enogastronomiche regionali e degustazioni di prodotti tipici della cucina italiana e della dieta mediterranea, ormai assurta a “patrimonio mondiale” dell’UNESCO. Tutte queste presentazioni saranno accompagnate dalle offerte della ricchissima scelta di vini di altissima qualità che hanno consolidato l’Italia come primo produttore mondiale.

Nel Padiglione italiano di Yeosu funziona inoltre una boutique che propone i prodotti più famosi del design, della moda e dell’editoria italiani, nonché prodotti enogastronomici - specie in concomitanza con le settimane regionali: vini scelti, oli di qualità, specialità di frutta secca e dolciumi, prodotti sotto vuoto come funghi, tartufi, conserve varie, pasta, e tanto altro ancora.Infine, è stata messa a punto una ricca serie di manifestazioni culturali e di spettacoli artistici che costituiranno il marchio di fabbrica della qualità Made in Italy. In programma, sfilate di moda, concerti, opere liriche, esposizioni artistiche.

Come tiene a sottolineare in conclusione l’Ambasciatore Moreno, sia a Venlo che a Yeosu si vuole “promuovere una presenza italiana che valga a evidenziare le eccellenze ed il progresso attraverso le forme più avanzate di modernità del nostro sistema Paese ed a consolidare il prestigio e la popolarità di cui l’Italia gode specificamente in Corea e in Olanda e, in campo internazionale, in Asia e in Europa”.

Le attività culturali sono già iniziate a Venlo, dove l’Italia ha presentato per prima un concerto di altissimo valore: Eugenio Bennato ed il suo gruppo “Taranta Power”. Malgrado le condizioni climatiche incerte, il Concerto ha radunato una folla di 1500 spettatori ed ha riscosso un successo franco e entusiasta. Il concerto di Bennato è stato ripreso integralmente e può essere rivisto su YouTube.

Le due Esposizioni alterneranno così spettacoli tra quelli di maggior successo del nostro mondo della musica, con iniziative scientifiche e tecnologiche, per illustrare le eccellenze del nostro sistema industriale con particolare attenzione per le piccole medie imprese innovative. Nel frattempo il Padiglione italiano a Venlo sta battendo record di affluenza con picchi di 6.000 visitatori al giorno; esso è considerato uno dei più attraenti, completi ed apprezzati dell’Expo.

Nei prossimi giorni l’Ambasciatore Moreno si recherà a Yeosu, dove parteciperà all’Inaugurazione dell’Expo presieduta dal Presidente della repubblica Coreana Lee Myung Bak.Anche qui ci sono molte aspettative per il Padiglione, che si annuncia come uno dei più interessanti con il titolo “Dalle tradizioni storiche alle moderne tecnologie”. Tra pochi giorni sarà possibile avere un quadro generale delle iniziative culturali di contorno, delle visite di delegazioni economiche e industriali e delle missioni di rappresentanti di Governo, in particolare dei Ministri delle Politiche Agricole, dell’Ambiente, del Turismo.

Non vi è dubbio che l’insieme delle due Esposizioni costituirà un cespite assai notevole e produttivo per la promozione del nostro Paese, del Made in Italy, del gusto e del design, nonché della nostra enogastronomia.


Luogo:

Autore:

di Ghileana Galli

13604
 Valuta questo sito