Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

La Riunione dei Ministri degli Esteri e dei Rappresentanti Istituzionali UE-Lega Araba (11-12 febbraio 2008)

Data:

11/02/2008


La Riunione dei Ministri degli Esteri e dei Rappresentanti Istituzionali UE-Lega Araba (11-12 febbraio 2008)

La Riunione dei Ministri degli Esteri e dei Rappresentanti Istituzionali UE-Lega Araba che si apre questa sera a Malta sarà presieduta dal Ministro sloveno Rupel, dal Ministro saudita Saud al Faisal (in quanto presidente di turno della Lega Araba) e dal Ministro degli Esteri maltese Frendo.

La delegazione italiana sarà guidata dal Vicepresidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri Massimo D’Alema.

L’ agenda della Riunione si articola su quattro grandi temi: 1) Medio Oriente e altre questioni regionali; 2) Dialogo tra le culture; 3) Dialogo su potenziali aree di cooperazione, quali sicurezza energetica e cambiamenti climatici, scienza e tecnologia; 4) Sviluppo umano ed economico.
Si tratterà di una Riunione a carattere informale: servirà per uno scambio di opinioni su questioni importanti, non per varare documenti impegnativi. E’ un evento che conferma la disponibilità dei membri UE e dei membri della Lega Araba a discutere questioni di comune interesse.
L’Italia, in quanto interlocutore privilegiato della Lega Araba e dei suoi membri, annette importanza al rafforzamento del dialogo euro-arabo. I rapporti fra l’ Italia e la Lega Araba possono costituire un modello virtuoso nello sviluppo delle relazioni UE - Lega Araba.
L’Italia è l’unico Stato membro dell’ UE ad avere accreditato il proprio Ambasciatore al Cairo quale rappresentante presso il Segretariato Generale della Lega.
Oltre a Malta, l’ Italia è anche l’unico Stato membro dell’ Unione Europea ad avere concluso un Memorandum d’Intesa con l’Organizzazione araba, pronto per essere firmato. 
Il Ministro D’Alema, nella sua missione a Malta, valorizzerà sia il ruolo dell’ Italia quale interlocutore privilegiato della Lega Araba e dei suoi Stati membri che l’ azione da noi condotta, a livello bilaterale e multilaterale, a favore della pace e della stabilità in Medio Oriente.


Luogo:

Rome

7664
 Valuta questo sito