Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne

Data:

18/02/2008


Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne

Il Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne (Cagre) si e’ riunito a Bruxelles il 18 febbraio. L’Italia era rappresentata dal Ministro degli Affari Esteri Massimo D’Alema.

Questi i principali temi trattati:

Balcani -  Il Consiglio ha condannato i recenti fatti di violenza avvenuti a Belgrado, Mitrovica e in altre zone del paese e ha invitato le autorità ad assicurare il rispetto della sicurezza dei cittadini europei.

Kosovo – Parlando della situazione in Kosovo, dove il 17 febbraio l’Assemblea ha adottato una risoluzione che dichiara l’indipendenza del Paese, il Consiglio prende nota che la risoluzione impegna il Kosovo ad aderire ai principi della democrazia e uguaglianza di tutti i cittadini e a proteggere, oltre alle minoranze serbe, anche il patrimonio culturale e religioso. Il Consiglio ha inoltre sottolineato il ruolo trainante della UE nel processo di consolidamento della stabilità nella regione.

Ciad - Il Consiglio, nel condannare i recenti attacchi di gruppi armati contro le forze governative, ha invitato le parti a rinunciare all’uso della forza e ad impegnarsi in un dialogo costruttivo per la pace e la stabilità. Il Consiglio ha inoltre espresso profonda preoccupazione sul dilagare in tutta le regione del conflitto in Darfur e i tentativi di deporre il governo del Ciad. Il Consiglio ha espresso il suo pieno appoggio all’Unione Africana e all’Onu nella loro costante opera in favore del rispetto della sovranità internazionale e dell’integrità territoriale del Ciad.

KENYA – Il Consiglio ha espresso preoccupazione per le violenze che generano instabilità nel Paese, e ha ribadito la necessità che le parti si impegnino a trovare una soluzione politica e legittima tra le parti, dando prova di moderazione e disponibilità al compromesso. Il Consiglio ha espresso piena soddisfazione per gli sforzi del Panel of Eminent African Personalities, guidato da Kofi Annan, e si e’ detto pronto ad offrire ulteriore assistenza al processo di pacificazione. Il Consiglio ha espresso soddisfazione riguardo all’intenzione, espressa dalle parti in causa, di stabilire una Commissione di verità, giustizia e riconciliazione per l’esame delle cause  della crisi nel Paese.

MYANMAR – Il Consiglio, nel prendere atto delle dichiarazioni del 9 febbraio scorso con le quali le Autorità locali hanno annunciato la tenuta di un referendum per una nuova Costituzione nel maggio 2008, e di libere elezioni nel 2010,  ha auspicato una transizione rapida verso un governo democraticamente eletto.

 

versione completa


Luogo:

Roma

7685
 Valuta questo sito