Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Rassegna "Convergenze mediterranee": Mostra "Artisti arabi tra Italia e Mediterraneo" a cura di Martina Corgnati

Data:

10/03/2008


Rassegna
Il 25 febbraio a Damasco, presso il Khan Assad Pasha, alla presenza del Segretario Generale della Lega degli Stati Arabi Amre Moussa, e’ stata inaugurata la mostra di arte contemporanea "Artisti arabi tra Italia e Mediterraneo", curata da Martina Corgnati. L’esposizione, organizzata dal Ministero degli Affari Esteri italiano sotto gli auspici della Lega degli Stati Arabi, è il primo evento della più ampia rassegna di eventi culturali "Convergenze mediterranee" ideata dalla Farnesina, e rimarrà aperta fino al 10 marzo in occasione delle manifestazioni per "Damasco Capitale della cultura araba 2008".
Dopo Damasco, "Artisti arabi" sarà a Beirut dall’11 al 25 aprile presso la Villa Audi; al Cairo dall’11 maggio all’11 giugno presso la Galleria Horizon del Museo M. Mahmoud Khalil. Al termine del tour mediterraneo, si prevede la presentazione della mostra in Italia.
Il progetto espositivo della mostra “Artisti arabi”, associa a ogni artista arabo un referente italiano che ha influenzato il suo percorso – nomi come Guttuso, Migneco, Campigli, Turcato, Paladino, Rotella, Maccari – per un totale di cinquanta opere. Ripercorrendo la storia recente delle relazioni artistiche italo-arabe, la mostra rende evidente l’influenza della nostra cultura visiva nei Paesi della sponda Sud del Mediterraneo. Fin dagli ultimi anni dell’Ottocento, l’Italia è stata la meta privilegiata degli gli artisti della regione, che scelgono il nostro Paese non solo per il suo patrimonio artistico, ma anche come luogo di formazione accademica, creando così una sorta di tradizione mediterranea, aperta e cosmopolita, del Grand Tour.
Al Cairo, una sezione della mostra sarà esposta presso sede della Lega Araba, per sottolineare la valenza politica oltre che culturale, dell’iniziativa.
Inizialmente proposta nel Mashreq, in Siria, Libano ed Egitto, nella seconda parte dell’anno la Rassegna, che spazierà tra arte contemporanea, architettura, musica, traduzione ed editoria, si sposterà nel Maghreb con tappe in Algeria, Marocco, Tunisia.

Luogo:

Rome

7773
 Valuta questo sito