Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Iraq: l’Italia in prima linea per la ricostruzione

Data:

09/04/2008


Iraq: l’Italia in prima linea per la ricostruzione

Fin dal maggio 2003 l'intervento italiano in Iraq ha avuto come obiettivo principale lo sviluppo e la ricostruzione in chiave democratica delle istituzioni del Paese, nella prospettiva di restituire agli stessi iracheni la gestione delle proprie amministrazioni, attraverso un'azione che si e’ articolata come:

  • sostegno alla ricostruzione delle istituzioni irachene
  • interventi di immediato impatto per fronteggiare i bisogni più urgenti della popolazione irachena
  • sostegno all'ampliamento della base infrastrutturale per aiutare il nuovo Iraq a superare il deficit strutturale che affligge il Paese.

I progetti che hanno coinvolto istituzioni, associazioni, realtà imprenditoriali italiane ed irachene sono stati complessivamente 116 e tutto questo, e non solo, attraverso  "L'Italia per l'Iraq". Si tratta di un'attività che prosegue e si intensifica, in accordo con le autorità irachene, grazie al coordinamento assicurato dal Ministero degli Affari Esteri tramite una speciale "Task Force Iraq" della Direzione Generale per i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente, che si avvale sul territorio della collaborazione di esperti a Nassiriya ed Erbil.

L’intervento dell’Italia in Iraq e’ stato rivolto, tra l’altro, al recupero del patrimonio artistico e culturale del Paese e in particolare al salvataggio del Museo di Baghdad devastato dalla guerra e soprattutto dai saccheggi che fortunatamente – secondo gli studiosi – si sono rivelati meno gravi del previsto, permettendo quindi agli esperti di poter ricostruire l’immenso patrimonio cultuale presente nella regione.  


Luogo:

Rome

7825
 Valuta questo sito