Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Il ministro Frattini incontra il presidente serbo

Data:

07/08/2008


Il ministro Frattini incontra il presidente serbo

Il Ministro Frattini incontrerà domani il Presidente Tadic a margine della cerimonia di inaugurazione dei Giochi Olimpici di Pechino.

L’incontro avviene all’indomani del ripristino delle piene relazioni diplomatiche tra Italia e Serbia, con il rientro a Roma dell’Ambasciatore Raskovic-Ivic, lo scorso 28 luglio. Si conferma così la volontà del nuovo Esecutivo serbo, guidato dal democratico Mirko Cvetkovic, di considerare tra le massime priorità il processo di avvicinamento all’Europa. Il Governo serbo ha infatti motivato il rientro degli Ambasciatori nella capitali UE che hanno riconosciuto il Kossovo con l’esigenza di dare un forte impulso alle aspirazioni di Belgrado di accelerare l’avvicinamento a Bruxelles. L’avvenuta estradizione di Radovan Karadzic al Tribunale Penale Internazionale all’Aja, lo scorso 30 luglio, conferma il nuovo corso della politica della Serbia in favore del dialogo con l’Europa e con la comunità internazionale. Si tratta, come  ha sottolineato il Procuratore Generale Serge Brammertz, di uno sviluppo storico nei rapporti di collaborazione tra la Serbia ed il Tribunale (ICTY) che dovrebbe aprire ulteriormente le porte dell’Europa a Belgrado.

I colloqui verteranno sul futuro europeo della Serbia e sulla situazione regionale, nonché sulle relazioni bilaterali alle quali l’Italia intende imprimere una nuova accelerazione sia sul piano del dialogo che per gli aspetti economico-commerciali , con una assidua e sostenuta azione di promozione dell’imprenditoria italiana.

L’Italia si colloca tra i primissimi partners della Serbia Nel 2007 l’interscambio commerciale bilaterale è stato pari a 2,1 miliardi di euro. Rispetto al 2006, le esportazioni italiane sono aumentate di +32% (€1,3 miliardi) e le importazioni di +7,9% (€799 milioni), con un saldo attivo a nostro favore di €493 milioni. . Anche per gli investimenti, si sta registrando una accelerazione sia nel settore bancario e assicurativo sia nel settore industriale.


Luogo:

Rome

8124
 Valuta questo sito