Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Restituzione all'Italia di vasi Apuli del IV e III sec a.c. rinvenuti in Francia

Data:

13/08/2008


Restituzione all'Italia di vasi Apuli del IV e III sec a.c. rinvenuti in Francia
Circa 50 preziosi vasi antichi di origine pugliese (“vasi apuli”) risalenti al IV e III sec. a.C. che erano stati trafugati e poi rinvenuti in Francia alcuni anni fa, sono stati restituiti all’Italia da parte del Governo francese.
La consegna, a titolo gratuito è avvenuta, in occasione di un evento celebrativo del 40esimo anniversario dell’Unione Doganale Europea, nelle mani dell’Ambasciatore d’Italia a Parigi, Ludovico Ortona, e alla presenza del Ministro francese del bilancio, Eric Woerth, del Commissario europeo László Kovács e dei 27 Direttori generali delle dogane nazionali dei Paesi dell’U.E. e di molte altre personalità, tra cui  il Senatore Lino Iannuzzi in rappresentanza del Ministro Bondi.
Secondo una perizia eseguita dalla Direzione dei Musei di Francia, i vasi ritrovati sarebbero originari della Puglia settentrionale. Si tratta di reperti che erano stati rinvenuti nel 2000 in un veicolo privato alla frontiera franco-spagnola e sequestrati dalle Dogane francesi; una successiva decisione giudiziaria riconosceva poi lo Stato francese come legittimo proprietario.
La cessione all’Italia di tali vasi figura come donazione da parte francese e costituisce una riprova dell’eccellente collaborazione fra i due Paesi nel settore della tutela del patrimonio culturale e del recupero di beni trafugati.

Luogo:

Rome

8141
 Valuta questo sito