Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Esiti della sessione straordinaria del Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne (Bruxelles 13 agosto 2008)

Data:

14/08/2008


Esiti della sessione straordinaria del Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne (Bruxelles 13 agosto 2008)

Si e’ riunito ieri a Bruxelles il Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne straordinario convocato dalla Presidenza dell’Unione Europea e a cui ha partecipato, in rappresentanza dell’Italia, il Sottosegretario Vincenzo Scotti. All’ordine del giorno gli ultimi sviluppi della situazione in Georgia e il conflitto con la Federazione Russa.

Il Consiglio si e’ detto gravemente preoccupato per la situazione in Georgia dove  gli scontri armati hanno provocato numerose perdite in vite umane e inflitto gravi sofferenze alla popolazione civile causando gravi danni materiali e provocando un elevato numero di rifugiati. . 

Il Consiglio, auspicando  una pacificazione duratura, ha sottolineato che la soluzione al conflitto deve essere fondata sul pieno rispetto dei principi di indipendenza , sovranita’ e integrita’ territoriale riconosciute dal diritto internazionale e dalle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Il Consiglio, nell’esprimere soddisfazione per l’accordo sottoscritto ieri dalle parti sulla base degli sforzi di mediazione intrapresi dall’UE, ha rilevato l’urgenza di porre fine alle sofferenze della popolazione  e di cessare i combattimenti.
 

I principi sottoscritti dalle parti sono i seguenti:

  • non ricorrere alla forza
  • cessazione definitiva delle ostilita’ 
  • permettere il libero accesso agli aiuti umanitari
  • ritiro militare delle forze georgiane nei loro confini
  • ritiro militare delle forze russe sulle linee fissate precedenti al conflitto
  • apertura di un tavolo di discussione internazionale sulle modalita’ di sicurezza e di stabilita’ in Abkhazia e in Ossezia del Sud.

Il Consiglio,  esortando le parti al rispetto dell’accordo - a cominciare dal  cessate- il-fuoco e dalla  messa in opera effettiva di questi principi- ha ribadito  l’impegno attivo dell’Unione alla loro realizzazione e la propria collaborazione sia con l’Osce, il cui ruolo di osservazione risulta essere primario sul territorio, sia con gli sforzi dell’ONU e delle altre Organizzazioni Internazionali per una soluzione di pacificazione in Georgia.

Il Consiglio ha infine invitato il Segretario Generale Alto Rappresentante, Javier Solana, in collegamento con la Commissione, a predisporre delle proposte al riguardo in vista della riunione informale che si terra’ ad Avignone il 5-6 settembre prossimo.

Il Consiglio ha infine invitato la Commissione, in raccordo con la Presidenza, a  stilare un rapporto, da presentare nella prossima sessione di lavori. sui danni causati dal conflitto e sulle necessita’ di ricostruzione in modo da prepararsi ad assicurare un contributo significativo da parte dell’U.E.


Luogo:

Rome

8144
 Valuta questo sito