Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Olive Group - VI° riunione informale dei Ministri degli Esteri dei Paesi mediterranei della UE (Taormina 15-16 dicembre 2008)

Data:

09/12/2008


Olive Group - VI° riunione informale dei Ministri degli Esteri dei Paesi mediterranei della UE (Taormina 15-16 dicembre 2008)

L’Italia ospita a Taormina, il 15 e 16 dicembre, la VI riunione informale dei Ministri degli Esteri dei dieci Paesi mediterranei della UE (c.d. Olive Group): Italia, Bulgaria, Cipro, Francia, Grecia, Malta, Portogallo, Romania, Spagna e Slovenia.

La riunione di Taormina è stata preceduta da quelle di Bruxelles (luglio 2006), Atene (ottobre 2006), La Valletta (febbraio 2007), Portorose (Slovenia, 5-6 luglio 2007) e Paphos (Cipro, il 17-18 gennaio 2008). La prossima riunione verrà ospitata dalla Romania nella prima metà del 2009.

L’obiettivo dell’incontro è di approfondire la discussione su alcuni temi di particolare interesse per i Paesi mediterranei dell’UE, anche in funzione del programma della prossima Presidenza ceca. Le discussioni, di carattere informale, trarranno spunto (come avvenuto in occasione delle precedenti riunioni dell' Olive Group) da alcuni documenti di lavoro che il Paese ospitante ha preparato per orientare la discussione.

La prima sessione di lavoro dei Ministri – che avrà luogo nel pomeriggio del 15 dicembre – prevede i seguenti argomenti di discussione:

  • Il rafforzamento del coordinamento dell’Olive Group, preservandone comunque la natura informale. E' un'idea lanciata dall' Italia, che ha riscosso l' apprezzamento dei nostri partners.
  • Politica Europea di Vicinato (PEV). Si tratta di promuovere un dibattito sui possibili sviluppi della PEV, anche sullo sfondo del progetto di Unione per il Mediterraneo (UpM). 
  • Unione per il Mediterraneo (UpM). Verrà effettuato uno scambio di valutazioni sul significato politico degli importanti risultati raggiunti alla Ministeriale di Marsiglia. 

La mattina del 16 dicembre vi sarà la seconda sessione di lavoro, che tratterà:

  • L’Accelerazione della prospettiva europea dei Balcani occidentali. L' orientamento in ambito comunitario è appunto quello dell' "accelerazione", cioè viene contemplata in termini più concreti la possibilità della richiesta del vero e proprio status di Paese candidato da parte degli Stati della regione.
  • Politica europea in materia migratoria: Il dibattito si concentrerà sull’istituzione di effettivi meccanismi di solidarietà tra gli Stati membri e di cooperazione con i Paesi terzi, per attuare al più presto  misure concrete volte, in particolare, a contrastare l’immigrazione illegale, ed a migliorare la cooperazione fra i Paesi membri UE nella gestione dei flussi migratori.
  • La sicurezza energetica: la discussione prenderà spunto dal rapporto presentato dalla Commissione il 12 novembre relativo alla “Second Strategic Energy Review”. Diversi aspetti del rapporto rivestono per i Paesi mediterranei una rilevanza particolare.

“Capi delegazione” partecipanti all’evento:

  • Cipro: Athena Mavronicola-Droushiotis, Ambasciatore
  • Slovenia: Dragoljuba Bencina, Segretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri
  • Malta: Tonio Borg, Ministro degli Affari Esteri
  • Grecia: Iannis Valinakis, Vice Ministro degli Affari Esteri
  • Portogallo: Luis Amado, Ministro degli Affari Esteri
  • Romania: Lazar Comanescu, Ministro degli Affari Esteri
  • Bulgaria: Ivailo Kalfin, Ministro degli Affari Esteri
  • Spagna: Diego Lopez Garrido, Segretario di Stato agli Affari Europei
  • Francia: Pierre Menat, Direttore Generale per l' Integrazione Europea

Luogo:

Rome

8473
 Valuta questo sito