Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

IIC New York: Mostra "Ancient Codex & Documents"

Data:

16/12/2008


IIC New York: Mostra

Le più preziose pubblicazioni dell’Archivio Segreto, della Biblioteca Apostolica e dei Musei Vaticani in mostra all’IIC di New York fino al 7 gennaio 2009.

Il  10 dicembre, presso l’Istituto italiano di Cultura di New York, è stata inaugurata la mostra “Ancient Codex & Documents”. L’iniziativa, che proseguirà fino al 7 gennaio 2009, è stata promossa dall’Istituto Italiano di Cultura di New York, dal Comitato Nazionale “Il Viaggio dei re Magi”, istituito dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, ed organizzata da Artifex. Questo evento ha consentito al pubblico d’oltreoceano di poter ammirare da vicino una collezione unica e di grande prestigio, dedicata al tema della Natività.

Le incisioni esposte fanno parte di una più ampia collezione già allestita presso il Palazzo della Cancelleria,  Città del Vaticano, nell’anno 2005  in una mostra dal titolo “Immagini della Natività, da Dürer a Tiepolo”. Sono state selezionate, per questa mostra di New York, le opere di incisori Italiani ma anche di incisori stranieri che hanno riprodotto dipinti di grandi pittori italiani.
L’esposizione intende ripercorrere il percorso creativo che gli incisori di epoche e scuole diverse hanno intrapreso su questo tema specifico.

Si potranno così ammirare opere attraverso le stampe di  maestri come: Albrecht Durer, Cristofano Robetta, Marcantonio Raimondi, Giulio Bonasone, Annibale Carracci,  Stefano Della Bella, Guido Reni, Carlo Maratti,  e Giovanbattista Tiepolo.

Nella presente mostra, la scelta si è fermata su tre dei momenti della celebrazione della Natività attraverso le incisioni, termine generico utilizzato per le varie tecniche, che permettono la produzione di un’immagine con strumenti che incidono, o scolpiscono, su un supporto di legno o di metallo l’immagine stessa che verrà poi stampata a pressione.

Fin dall’origine della storia della stampa, intorno alla metà del XV secolo, i maestri incisori realizzarono veri e propri capolavori che sono stati largamente diffusi in quanto veicolo straordinario di fede e arte.

Nelle varie epoche storiche la scena della Natività è sempre stata influenzata e stimolata dall’ambiente culturale e sociale in cui doveva essere presentata.
Le prime rappresentazioni della Natività, risalgono al II-III secolo. Tra le più antiche spiccano la Lastra funeraria di Severa, presso i Musei Vaticani, del III secolo e L’adorazione dei Magi, sul portale ligneo di Santa Sabina a Roma, risalente al 422-434.


Luogo:

روما

8486
 Valuta questo sito