Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Relazioni economiche

 

Relazioni economiche
Secondo i dati forniti dalle Dogane francesi, anche nel 2008, l’Italia ha confermato la sua posizione di secondo partner commerciale della Francia. In particolare, le esportazioni italiane verso la Francia hanno raggiunto i 39.166 milioni, mentre le esportazioni francesi verso l’Italia hanno raggiunto i 34.614 milioni. Il saldo commerciale a nostro favore continua a salire, raggiungendo circa i 4 miliardi e mezzo.
Risultano operanti in Francia circa 630 imprese italiane con 850 stabilimenti che occupano oltre 100 mila salariati. La maggior parte degli investimenti italiani appartiene ai settori di tipo tradizionale, che trovano nel mercato francese alcuni vantaggi comparati, quali il minor costo dell’energia (-25/30%), oltre ad alcuni benefici di ordine fiscale. La maggiore concentrazione ricade nel settore automobilistico (45% degli IDE italiani); il Gruppo FIAT costituisce uno dei principali investitori esteri, tendenza confermata da IVECO, Case New Holland e Teksid. Il secondo comparto merceologico fortemente rappresentato è quello dei materiali da costruzione. In questo settore spicca la presenza di ITALCEMENTI, che ha acquisito “Ciment  Français”. Segue la metallurgia con la forte presenza del Gruppo Riva. Si segnalano inoltre due presenze di rilievo: Finmeccanica (6 siti produttivi) e Mondadori che ha acquisito Emap France (tale acquisizione ha segnato l’ingresso sul mercato francese di un terzo gruppo editoriale italiano, dopo “Rizzoli” e “La Stampa”, socio di minoranza di “Le Monde”). Forte anche la presenza di Generali France nel ramo assicurativo, di Costa Crociere nel settore turismo e della Ferrero nel settore dolciario.

710
 Valuta questo sito