Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Afghanistan: Ambasciatore Sequi, soluzione regionale e modello Ue

 

Afghanistan: Ambasciatore Sequi, soluzione regionale e modello Ue
La soluzione regionale come l'unica possibile e il ruolo fondamentale dell'Ue, anche come modello di esperienza per il superamento di rivalità storiche, in nome di concreti interessi comuni: è quanto auspica l'ex Ambasciatore italiano a Kabul, Ettore Sequi, ora Rappresentante Speciale dell'Unione Europea in Afghanistan.
"Questo è un anno cruciale per l'Afghanistan, tra la svolta di Obama e le elezioni presidenziali di agosto", ha detto Sequi all'ANSA a margine della conferenza di Mosca dedicata al Paese asiatico. L'ambasciatore ha ricordato che Bruxelles stanzierà 15 milioni di euro per la preparazione del voto e che è intenzionata a inviare una missione di osservatori "per offrire un quadro di garanzie in modo che tutti possano riconoscere la legittimità e la correttezza del processo elettorale, a prescindere dal vincitore".
Sequi si è detto soddisfatto che "finalmente si sia presa coscienza, come dimostra anche la conferenza di Mosca, che la questione afghana può essere risolta solo in un più ampio contesto regionale nel quale ogni Paese è chiamato a portare il suo contributo, anche in nome di interessi comuni che vanno oltre la regione stessa, dalla lotta antidroga al terrorismo". "Basti pensare che il 90% dell'eroina consumata in occidente arriva dall'Afghanistan, con tragici effetti in Russia ma anche in Iran", ha sottolineato. Per l'ambasciatore, inoltre, l'Ue, secondo donatore dell'Afghanistan dopo gli Usa, può offrire la sua esperienza fondante della costruzione dell'unità europea, basata sul superamento di contrasti e rivalità secolari in nome di interessi comuni: "Anche nella regione asiatica si dovrebbe cominciare a parlare di questi interessi, che spaziano dall' energia all'acqua, dalle infrastrutture di trasporto al transito delle merci". Basta pensare che attualmente le merci indiane non possono arrivare in Afghanistan via Pakistan.
Quanto all'apertura Usa, ma anche russa, a un dialogo di Kabul con l'ala moderata dei talebani, Sequi ha evidenziato che "i talebani non sono un monolite ma un mosaico composito ed eterogeneo" e che, a suo avviso, "é possibile l'inclusione nella vita politica di tutti quegli elementi che rinunciano alla lotta armata e riconoscono la Costituzione".

Luogo:

روما،

8824
 Valuta questo sito