Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Africa: il Ministro Frattini in visita in Angola, Nigeria, Sierra Leone e Senegal

Data:

06/02/2009


Italia-Africa: il Ministro Frattini in visita in Angola, Nigeria, Sierra Leone e Senegal

Da oggi fino al 13 febbraio il Ministro Frattini sarà in Angola, Nigeria, Sierra Leone e Senegal, ove avrà incontri con le più alte Autorità locali.
Si tratta delle prima visita di un nostro Ministro degli Esteri in questi quattro Paesi dopo tanti anni, a dimostrazione del rinnovato interesse dell'Italia per il continente africano

L'Italia considera  l'Africa un attore importante per la soluzione dei problemi globali e regionali. In quest’ottica, la visita del Ministro Frattini mira a discutere e recepire le idee dei Paesi africani sui temi globali e regionali anche in vista dell’esercizio di outreach  che il nostro Paese svolgerà in occasione del Vertice della Maddalena.

L’Italia vede l’Africa anche come potenziale produttore di stabilità in considerazione di vari promettenti indicatori: il consolidamento istituzionale in atto in alcuni Paesi; la crescita economica degli ultimi anni; il processo di integrazione regionale fondato sul principio di ownership; la definizione di una strategia per lo sviluppo economico del Continente ed il partenariato con il mondo sviluppato (NEPAD: New Partnership for African Development ); la sicurezza Sud-Sud.

Rivelanti sono poi le opportunità di investimento e di collaborazione economica, che la visita mira ad intensificare, promuovendo una maggiore presenza delle imprese italiane.
Particolare rilievo assume il tema della  sicurezza energetica per il nostro Paese (Nigeria e Angola sono importanti produttori di petrolio) nonché la collaborazione nella gestione dei flussi migratori (la più grossa comunità subsahariana in Italia è senegalese) e nella lotta al traffico di droga.

La visita consentirà anche di fare il punto sulla cooperazione allo sviluppo: la Cooperazione italiana è attiva in Africa nei settori dell’educazione, delle infrastrutture, della lotta alla desertificazione - e in generale della tutela dell’ambiente - e della sanità.


Luogo:

روما

8633
 Valuta questo sito