Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Il Ministro Frattini al Consiglio Affari Generali Relazioni Esterne: preparazione del Consiglio europeo, crisi economico-finanziaria e Medio Oriente.

Data:

23/02/2009


Il Ministro Frattini al Consiglio Affari Generali Relazioni Esterne: preparazione del Consiglio europeo, crisi economico-finanziaria e Medio Oriente.

La preparazione del Consiglio Europeo del 19 -20 marzo – con i temi della crisi economica e finanziaria e le misure per fronteggiarla - la politica europea in materia di energia e lotta ai cambiamenti climatici, il trattato di Lisbona, sono gli argomenti al centro del Consiglio Affari Generali Relazioni Esterne (Cagre) al quale partecipano i Ministri degli Affari Esteri dell’Ue.

L’Italia e’ rappresentata dal Ministro Franco Frattini  che, con l’occasione, illustrera’, fra l’altro, al Consiglio le priorità della Presidenza italiana del G8. In particolare i Ministri esaminano la nuova proposta della Commissione per investimenti addizionali nei settori energia e infrastrutture (pacchetto da 5 miliardi), nel quadro del Piano Europeo di Rilancio. L’obiettivo della Presidenza è definire un “approccio generale” del Consiglio in modo da poter poi avviare i negoziati con il Parlamento Europeo e giungere a un accordo complessivo, prima del Consiglio Europeo di primavera.

Per quanto riguarda la sezione delle relazioni esterne la discussione sarà dedicata all’esame della situazione in Afghanistan (in vista delle elezioni del prossimo agosto) ed alla definizione del futuro impegno dell’UE nel Paese, anche alla luce della “policy review” attualmente in corso da parte della nuova Amministrazione americana. Verrà inoltre approfondita la questione del processo di rafforzamento della missione EUPOL Afghanistan e, più in generale, delle attività dell’Unione Europea nel settore del rule of law.

Per il Medio Oriente il dibattito tra i Ministri sarà focalizzato sulla preparazione della conferenza sulla ricostruzione a Gaza (prevista a Sharm el-Sheikh il prossimo 2 marzo) e sul ruolo della UE come co-sponsor della conferenza. Verranno altresì approfonditi gli sviluppi della situazione sul terreno e i possibili scenari a seguito del risultato elettorale in Israele. 

E' previsto, inoltre, un ampio dibattito sul Partenariato Orientale (PO), il primo a livello ministeriale dopo la Comunicazione presentata dalla Commissione lo scorso dicembre.

I Ministri discuteranno dei principi fondamentali dell'iniziativa e affronteranno le questioni ancora aperte, tra cui la partecipazione di alcuni Paesi terzi (Russia), la complementarietà del PO con altre iniziative regionali esistenti (Sinergia del Mar Nero), le questioni migratorie (visti) e le risorse previste.


Luogo:

روما

8678
 Valuta questo sito