Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Mostre: Slovenia, il racconto della vita nelle zone di confine

Data:

12/03/2009


Mostre: Slovenia, il racconto della vita nelle zone di confine

Il racconto della vita nelle zone di confine tra Slovenia e Italia, per promuovere una reciproca comunicazione. “Microstorie che affollano il confine” è il titolo di una mostra in programma a Lubiana dal 12 marzo al primo aprile 2009 presso l’Istituto Italiano di Cultura in Slovenia.

La scomparsa dei confini per via della comune adesione all’Unione Europea, in un territorio che è stato segnato da due guerre mondiali e dalla “cortina di ferro”, ha cambiato radicalmente la vita dei cittadini italiani e sloveni che sono nati e vissuti con il “confine dentro”. Il Corecom Friuli Venezia Giulia, che da anni segue la realtà transfrontaliera, ha promosso un intervento di arte pubblica e relazionale intitolato “microstorie affollano il confine” che si è svolto nei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre 2008.
Il progetto è stato sviluppato dagli artisti triestini Roberta Cianciola e Massimo Premuda che hanno investigato su ricadute ed abitudini della popolazione transfrontaliera dopo la caduta del confine fra Italia e Slovenia, cercando di “ripopolare”, per un intero mese tra luglio ed agosto, l’area ormai dismessa del valico di Confine di Rabuiese (Trieste) con microinterviste alla gente che vive il confine. Tutte le testimonianze raccolte sono diventate un evento pubblico.

Il materiale visivo verrà presentato a Lubiana in un progetto espositivo che riunisce le maxifoto dell’installazione di arte pubblica allestita sul valico di confine di Rabuiese e i video delle interviste dei protagonisti della vita transfrontaliera raccolte a Gorizia, Koper, Trieste e Nova Gorica e dell’happening inaugurale di Rabuiese.


Luogo:

روما

8753
 Valuta questo sito