Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Esiti Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne (Bruxelles, 16 marzo 2009)

Data:

17/03/2009


Esiti Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne (Bruxelles, 16 marzo 2009)

Crisi: piano di rilancio, altri 5 miliardi
Il Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne dell'Unione Europea (CAGRE) ha esaminato la proposta di stanziare altri 5 miliardi di euro nell’ambito del piano di rilancio economico europeo approvato lo scorso dicembre, in particolare per energia, internet a banda larga e sviluppo rurale.  
La Presidenza ha posto la necessità di trovare un accordo in tal senso al Consiglio Europeo del 19 e 20 marzo, anche perché il Parlamento si avvia a concludere il proprio mandato (a giugno le elezioni).

Verso il G20 di Londra
E’ stata esaminata l’agenda del prossimo Consiglio Europeo, che si occuperà di crisi economico-finanziaria, energia e cambiamento climatico,  delle partnership con i Paesi dell’Est e del Trattato di Lisbona. Per quanto riguarda la situazione economica, in particolare, il Consiglio Europeo esaminerà i passi avanti nel campo della stabilizzazione e della maggiore trasparenza dei mercati finanziari e il cammino finora compiuto nell’ambito del Trattato di Lisbona per crescita e lavoro. Inoltre sarà preparato il summit del G20, in programma il 2 aprile a Londra. 

Cambiamento climatico minaccia sviluppo e lotta alla povertà
La lotta al cambiamento climatico, che sta minando gli sforzi per ridurre la povertà, deve passare per delle politiche che puntino ad uno sviluppo economico sostenibile. L’obiettivo è trovare un accordo strategico complessivo sulla riduzione dell’emissione di elementi inquinanti a partire dal 2012 alla conferenza di Copenaghen del dicembre 2009.

Sudan, appello al governo: rientrino le Ong
Seria preoccupazione sulla situazione umanitaria in Sudan, dopo che diverse organizzazioni non governative sono state espulse dal Paese, in risposta al mandato d’arresto nei confronti del Presidente Al-Bashir emesso dal Corte Penale Internazionale.
E’ stato chiesto al governo sudanese di tornare sui propri passi.

Bielorussia: visti, mantenuta la sospensione delle restrizioni
Viene mantenuta per altri nove mesi la sospensione delle restrizioni di viaggio nei confronti della Bielorussia, ma resta alta l’attenzione sui diritti umani nel Paese. L’UE resta pronta ad approfondire le sue relazioni con la Bielorussia, a patto però che si facciano progressi sulla strada della democrazia e dei diritti umani.

Durban II: UE pronta al ritiro se non si cambia il testo
Trovata una posizione comune sulla Conferenza Onu sul razzismo, la cosiddetta Durban II, in programma a Ginevra in aprile: se il documento di preparazione non verrà modificato, ci sarà un invito per ritirarsi dai lavori.


Luogo:

روما

8771
 Valuta questo sito