Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Conferenza Onu all’Aja: Afghanistan, strategia complessiva in un contesto regionale

Data:

31/03/2009


Conferenza Onu all’Aja: Afghanistan, strategia complessiva in un contesto regionale

La stabilizzazione dell’Afghanistan passa attraverso il coinvolgimento di tutti gli attori regionali. E’ questo l’obiettivo della Conferenza internazionale ONU sull’Afghanistan, in programma all’Aja il 31 marzo, dal titolo “Una strategia complessiva in un contesto regionale”. Partecipano i contributori della forza di pace NATO (ISAF), i membri del G8, i Paesi della regione (Iran, Pakistan, Cina e Turchia), organismi internazionali ed oltre settanta delegazioni. Per l’Italia sarà presente il Ministro Frattini. 

Dopo le prime proposte sorte in quadro NATO di un’iniziativa politica precedente il Vertice di Strasburgo – Kehl, la Conferenza dell’Aja mira, negli auspici USA, a coagulare un più vasto consenso politico con particolare enfasi sulla dimensione civile e regionale della stabilizzazione afghana. Washington, nella lotta contro il nemico comune, offre collaborazione e compartecipazione nelle decisioni in cambio della condivisione, almeno parziale, degli oneri. Questa strategia prevede la collaborazione dell'ONU, un nuovo Gruppo di Contatto per Afghanistan e Pakistan che raggruppi i membri della NATO, gli Stati dell'Asia Centrale, le nazioni del Golfo, l'Iran, la Russia, l'India e la Cina.

L’Italia è da anni tra i maggiori sostenitori dello sviluppo dell’Afghanistan. All’Aja il Ministro Frattini ribadirà il sostegno al comprehensive approach e la preminenza della dimensione civile e istituzionale rispetto alla - pur indispensabile - dimensione di sicurezza. Confermerà l’impegno nel quadro dello sforzo di stabilizzazione, valorizzando il contributo alla ricostruzione civile pari – dal 2001 – a 441 milioni di euro (di cui 355 già erogati) nei settori giustizia,rule of law, governance, infrastrutture, sanità, sostegno alle fasce vulnerabili. Inoltre, annuncerà il sostegno al processo elettorale, al quale il nostro Paese ha già contribuito con 10 milioni di euro (5 già erogati), ed alla sicurezza delle elezioni, con il dispiegamento di 200 unità aggiuntive e mezzi di supporto aereo.


Luogo:

Rome

8841
 Valuta questo sito