Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Vertice Nato (Strasburgo-Kehl, 3-4 aprile 2009): 60 anni dell’Alleanza, Francia di nuovo nelle strutture militari integrate, nuova strategia per affrontare la crisi afghana

Data:

03/04/2009


Vertice Nato (Strasburgo-Kehl, 3-4 aprile 2009): 60 anni dell’Alleanza, Francia di nuovo nelle strutture militari integrate, nuova strategia per affrontare la crisi afghana

Il Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini accompagna il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al Vertice straordinario di Starsburgo-Kehl del 3 e 4 aprile per il sessantenale dell’Alleanza Atlantica.

Il vertice della Nato, giunge in un momento di particolare interesse, nel mezzo di una profonda crisi economica e finanziaria che ha provocato ripercussioni anche sulla sicurezza, e quando l’Alleanza è chiamata ad affrontare sfide concrete come quella in Afghjanistan contro il terrorismo internazionale e, al tempo stesso, ridefinire punti essenziali della sua strategia, come le relazioni con la Russia e l’avvio della riflessione sul nuovo concetto strategico.

Quello di Strasburgo Kelh, è il primo appuntamento del Presidente Obama con l’Alleanza e segna il reintegro della Francia nelle strutture militari integrate, che l’Italia plaude e dal quale si attende un maggior coordinamento tra le strutture Nato e l’Unione Europea nel settore della sicurezza e della difesa.

A sessant’anni dal Trattato di Washington la solidità atlantica è ancora un elemento forte e assolutamente fuori discussione. Non esiste nella storia un’alleanza che abbia avuto questa capacità di adeguarsi e rimanere viva e rilevante nonostante il mutamento delle circostanze storiche, portando a compimento un processo nel quale i vecchi nemici sono orami membri dell’Organizzazione. Lo strumento è stato l’allargamento a nuovi membri, che a Stasburgo Kelh registrerà un nuovo passaggio con la ratifica dell’adesione di Croazia e Albania. L’auspicio dell’Italia è che la loro entrata nell’Alleanza possa servire da apripista per quei Paesi che sono ancora fuori e che ambiscono a farvi parte.


Luogo:

روما

8867
 Valuta questo sito