Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Germania: Ministro Frattini a Berlino.

Data:

20/04/2009


Italia-Germania: Ministro Frattini a Berlino.

Il Ministro Franco Frattini  si trova oggi, 20 aprile, a Berlino per colloqui con il suo omologo tedesco Frank-Walter Steinmeier e col Ministro Federale per la Cooperazione, Ms Heidemarie Wieczorek-Zeul. Il Ministro Frattini, insieme con Steinmeier, interverra’ anche al Foro di Dialogo italo-tedesco.
La visita in Germania si svolge all’indomani della forte emozione destata in Germania dal terremoto che ha colpito l’Abruzzo, in particolare l’Aquila, gemellata con Rottweil, cittadina del Baden Wurttenberg. Il governo tedesco ha assicurato il suo sostegno alla ricostruzione della piccola frazione di Onna, teatro nel giugno del 1944, di una strage di civili da parte di truppe naziste.
I temi principali al centro dei colloqui del Ministro Frattini sono: la ricostruzione di un rapporto di fiducia con la Russia, al quale l’Italia e la Germania attribuiscono un carattere strategico e di lungo periodo, e la graduale integrazione dei Balcani occidentali nella Ue grazie anche all’iniziativa italiana di una proposta in otto punti per rendere piu’ concreta la loro prospettiva europea.
Gli incontri costituiranno anche l’occasione di una reciproca consultazione sui temi del G8, di cui l’Italia ha la Presidenza, con particolare riferimento all’outreach su Afghanistan/Pakistan. Tra i maggiori sostenitori del “comprehensive approach” e di un equilibrato rapporto tra componente civile e strumento militare, Italia e Germania registrano una tradizionale sintonia sulle priorità dell’azione internazionale in Afghanistan: importanza delle elezioni; afghanizzazione della sicurezza e addestramento dell’esercito e della polizia, che vede Berlino impegnata sia con EUPOL (di cui è primo contributore), sia con una significativa componente bilaterale; cooperazione regionale; attenzione alla dimensione provinciale e alla governance locale; maggiore ruolo dell’Unione Europea. Ad accomunare Italia e Germania è la priorità attribuita alla ricostruzione istituzionale e allo stato di diritto, rispetto al mero obiettivo della stabilizzazione di sicurezza. I due Paesi hanno la responsabilità di due tra le più importanti aree dell’Afghanistan, sul piano strategico e dell’integrazione del Paese nel contesto regionale, rispettivamente Herat (Regional Command West) e Mazar-i-Sharif (Regional Command North).

Si discuterà infine anche dei dossier nucleari, sulla base della dichiarazione congiunta Obama-Medvedev ed in vista della Conferenza di riesame del 2010 del Trattato di non Proliferazione Nucleare che dovrebbe puntare al rafforzamento del regime generale di non proliferazione.


Luogo:

Rome

8921
 Valuta questo sito