Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dal Parlamento: Via libera ad accordi internazionali

Data:

15/05/2009


Dal Parlamento: Via libera ad accordi internazionali

Con approvazione definitiva Senato e Camera hanno ratificato sei accordi internazionali su diverse materie.
 Ecco i  provvedimenti approvati dal Senato:

Ratifica ed esecuzione dello Scambio di Note tra la Repubblica italiana e la Confederazione svizzera relativo ai confini «mobili». Il Sottosegretario Stefania Craxi  ha detto che un analogo provvedimento con l’Austria e’ stato gia’ ratificato dal Parlamento e sono state avviate trattative con la Francia, mentre con la Slovenia il problema non sussiste dato che al confine non ci sono ghiacciai.

Ratifica ed esecuzione del Protocollo che modifica la Convenzione relativa all'Organizzazione idrografica internazionale.
L'Organizzazione idrografica internazionale (IHO), con sede nel Principato di Monaco, è un organismo intergovernativo di carattere tecnico e consultivo che è succeduto all'Ufficio idrografico internazionale, che era sorto nel 1921. Attualmente aderiscono all'Organizzazione circa 80 Stati membri, tra cui l'Italia, che ha ratificato la Convenzione istitutiva con legge 15 novembre 1973, n. 925. I principali scopi perseguiti dall'Organizzazione, elencati all'articolo II della Convenzione, sono: il coordinamento delle attività degli uffici idrografici internazionali; la maggiore uniformità possibile nelle carte e nei documenti nautici; l'adozione di metodi sicuri ed efficienti per l'esecuzione e l'utilizzazione dei rilevamenti idrografici; lo sviluppo delle scienze nel campo dell'idrografia e delle tecniche impiegate per i rilevamenti oceanografici.

Ratifica ed esecuzione della Convenzione relativa all'adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca alla Convenzione firmata a Bruxelles il 23 luglio 1990, relativa all'eliminazione delle doppie imposizioni in caso di rettifica degli utili di imprese associate
Il provvedimento concerne ulteriori adesioni alla Convenzione della Comunità Europea di Bruxelles del 23 luglio 1990, relativa all'eliminazione delle doppie imposizioni in caso di rettifica degli utili delle imprese associate, già ratificata dall'Italia con la legge n. 99 del 1993.
La  Convenzione si applica alle imposte sui redditi quando gli utili di una impresa rischiano di ricadere contemporaneamente nella imposizione fiscale di due Stati contraenti. Ciò può avvenire poiché ove la sede di un'impresa sia situata in un Paese diverso da quello della casa madre, ricade nella disciplina fiscale dello Stato in cui è situata.

Ecco i provvedimenti approvati dalla Camera:

Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra l’Italia e la Russia sulla cooperazione nella lotta alla criminalità. 

Ratifica ed esecuzione della Convenzione tra l’Italia e la Repubblica di Belarus per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio e per prevenire le evasioni fiscali

Ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra l’Italia e la Croazia per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e per prevenire le evasioni fiscali
Ratifica ed esecuzione della Convenzione tra l’Italia e la Slovenia per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio e per prevenire le evasioni fiscali.


Luogo:

روما

9035
 Valuta questo sito