Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Cooperazione: Egitto, progetto ambientale nell’area protetta di Wadi el Rayan

Data:

19/05/2009


Cooperazione: Egitto, progetto ambientale nell’area protetta di Wadi el Rayan

La Cooperazione Italiana ha concluso un ampio progetto ambientale iniziato nel 1998 in Egitto che abbraccia l’intera area protetta di Wadi el Rayan (gemellata con il parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga) e che comprende anche la Valle delle Balene (Wadi el Hitan), nominata Patrimonio dell'Umanità UNESCO. Durante la seconda fase, da aprile 2005 a maggio 2008 e con una spesa di oltre un milione e duecentomila euro, sono state rafforzare le capacità della direzione dell’area, mediante la realizzazione del piano di gestione.

L’intervento si è concretizzato nella fornitura di assistenza tecnica, di infrastrutture ed equipaggiamenti, oltre che nella formazione delle risorse umane e in particolare degli operatori preposti alla gestione dell’area, dando vita ad una efficace partnership italo-egiziana che ha coinvolto da un lato la Cooperazione italiana e dall’altro il Ministero dell’Ambiente egiziano. L’assistenza tecnica è stata fornita dall’Unione internazionale per la conservazione della natura, che nell’ambito delle iniziative di cooperazione internazionale rappresenta l’ente guida per la biodiversità.

Nel Governatorato del Fayoum è stato identificato un modello integrato per la valorizzazione delle risorse naturalistiche e culturali e per lo sviluppo socio-economico delle comunità locali. Grazie alla collaborazione di professionisti italiani di altissimo livello, Wadi el Rayan viene oggi considerata un modello da replicare in altri parchi nazionali e riserve naturalistiche in Egitto: è stata infatti la prima area protetta egiziana a dotarsi di un Piano di gestione e di un Piano Finanziario che hanno permesso la corretta conservazione dei siti e la sostenibilità delle attività amministrative e di microimprenditoria (ecoturismo, artigianato locale, etc).


Luogo:

Roma

9051
 Valuta questo sito