Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Le conclusioni del Consiglio Europeo:  intesa su riforma vigilanza finanziaria, accordo su garanzie per l’Irlanda, iniziative per l’immigrazione. All’Iran: rispettare diritti espressione

Data:

19/06/2009


Le conclusioni del Consiglio Europeo:  intesa su riforma vigilanza finanziaria, accordo su garanzie per l’Irlanda, iniziative per l’immigrazione. All’Iran: rispettare diritti espressione

Iniziative concordate per fronteggiare la crisi economica e finanziaria come  la riforma della vigilanza finanziaria, iniziative per l’immigrazione, garanzie per l’Irlanda per il Trattato di Lisbona, un appello all’Iran affinche’ rispetti i diritti di espressione. Questi gli argomenti sui quali si e’ pronunciato il Consiglio europeo svoltosi a Bruxelles il 18 e 19 giugno che ha  anche espresso il sostegno ad un nuovo mandato al presidente della Commissione Jose’ Durao Barroso. 

RIFORMA VIGILANZA FINANZIARIA – I 27 leader dell’Ue hanno trovato un accordo sulla riforma della vigilanza finanziaria basato sulla proposta della Commissione. Si tratta di un approccio europeo che non modifica il ruolo delle autorita’ di vigilanza nazionali che viene inserito in un quadro europeo. C’e’ accordo anche sulla necessita’ di lavorare da subito ad una ‘’strategia di uscita’ dalla crisi economica. Ribaditi la validita’ del Patto di stabilita’ e di crescita nonche’ l’impegno a dare una risposta ‘’comune e coordinato’’ alla crisi sociale, senza creare distorsioni nel mercato del lavoro.

GARANZIE AD IRLANDA – Il Consiglio ha deciso di concedere a Dublino un protocollo per le garanzie richieste sui temi della fiscalita’, del diritto alla vita e della neutralita’  ai fini del varo del Trattato di Lisbona. Secondo l’intesa le garanzie saranno ‘’vincolanti’’ ma non sottoposte a ratifica. Sarebbero incluse in un nuovo trattato, probabilmente in quello per l’adesione della Croazia.

IMMIGRAZIONE – Dare una risposta ‘’determinata, basata sulla fermezza, sulla solidarieta’ e sulla responsabilita’ condivisa’’ all’immigrazione illegale. Il Consiglio sottolinea, inoltre, l’esigenza di sviluppare questo approccio ‘’con preoccupazione in particolare ai paesi di origine di transito’’. Per quanto riguarda la riallocazione interna dei beneficiari di protezione internazionale, il Consiglio chiede un coordinamento delle misure volontarie ‘’negli stati membri esposti a specifica e sproporzionata pressione’’ e ‘’prende atto dell’intenzione della Commissione di prendere iniziative a questo riguardo, in particolare verso Malta’’.


APPELLO ALL’IRAN, RISPETTARE I DIRITTI UMANI – l consiglio ha lanciato un appello alle Autorita’ iraniane affinche’ rispettino il diritto dei cittadini ‘’a riunirsi e ad esprimersi ‘’ ed ‘’astenersi all’utilizzo della forza contro i manifestanti pacifici’’. La dichiarazione sottolinea che ‘’l’Unione europea sta seguendo con una grande inquietudine le risposte alle manifestazioni he si stanno tenendo in Iran. L’Ue condanna fermamente l’utilizzo della violenza contro i manifestanti che ha portato alla morte di diverse persone’’.


Luogo:

 يونيو

9212
 Valuta questo sito