Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Audizione parlamentare dell’Ambasciatore Giampiero Massolo, in qualità di sherpa del Governo italiano per il G8

Data:

17/06/2009


Audizione parlamentare dell’Ambasciatore Giampiero Massolo, in qualità di sherpa del Governo italiano per il G8

Le Commissioni riunite III Affari esteri della Camera e 3ª Affari esteri del Senato hanno svolto, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla presidenza italiana del G8 e le prospettive della governance mondiale, l’audizione dello sherpa del Governo italiano per il G8, Giampiero Massolo.
Ecco i principali temi trattati.

G8: Massolo, ci sarà accordo su global legal standard
Al vertice dell’Aquila "i Capi di Stato e di governo non avranno problemi ad approvare il ‘global legal standard’ per la finanza e l’economia": lo ha detto  l’Ambasciatore Giampiero Massolo, Segretario generale della Farnesina e Sherpa dell’Italia per il G8 nel corso di un’audizione davanti alle Commissioni Esteri congiunte di Camera e Senato. Nel corso del Vertice, ha sottolineato Massolo "si farà il punto sulla crisi, valutando se non sia arrivato il momento di avviare un’exit strategy da una serie di misure varate per fronteggiare l’emergenza. Si metteranno a punto le nuove regole per l’economia globale, a partire dal ‘Lecce Framework’, come è stato chiamato il pacchetto di misure studiate dai ministri dell’Economia all’ultimo G7". Per la prima volta - ha aggiunto il Segretario generale della Farnesina - le dichiarazioni finali del vertice dei Grandi "su come rilanciare la crescita e lo sviluppo" saranno siglate non solo dai Paesi del G8, ma anche da Egitto ed economie emergenti (India, Cina, Messico, Brasile e Sudafrica) invitate a partecipare ai lavori". Mentre dichiarazioni comuni saranno firmate anche con i Paesi africani per una partnership "sull’acqua e sulla sicurezza alimentare".
Per quanto riguarda gli aiuti all’Africa, l’Amb. Massolo ha detto che saranno in cima all’agenda del Vertice dell’Aquila. E la Presidenza italiana sta promuovendo "l’approvazione di uno strumento di rendicontazione sugli impegni presi dai Paesi del G8 partendo proprio da quanto fatto e da quanto rimane da fare sul fronte dello sviluppo e degli Obiettivi del Millennio".

Afghanistan: Massolo, rinforzi italiani per garantire sicurezza del voto L’Ambasciatore Massolo ha poi detto, per quanto riguarda l’Afghanistan, che l'Italia manderà rinforzi per garantire la sicurezza nel periodo del voto in Afghanistan, ma non c'é "al momento, nessun impegno per un successivo eventuale proseguimento" dell'impiego delle forze aggiuntive. "La nostra presenza aggiuntiva - ha spiegato Massolo - è relativa alle elezioni. Allo stato non c'é nessun impegno per il dopo". Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel suo viaggio a Washington, ha chiarito lAambasciatore, ha confermato l'impegno ad aumentare "dagli attuali 50 fino a 200" il numero dei carabinieri "impegnati per la formazione delle forze di polizia locale".

Iran: Massolo, resta aperto invito a Conferenza Trieste. Quanto all’invito  rivolto dall’Italia all’Iran all'Iran per partecipare alla Conferenza per la stabilizzazione di Afghanistan e Pakistan, che si terrà a margine del G8 ministeriale di Trieste (25-27 giugno) Massolo ha detto che resta "aperto, e noi auspichiamo che Teheran partecipi al livello più alto possibile".
L'offerta "di coinvolgimento" all'Iran, ha sottolineato Massolo, è stata ribadita anche a Washington nell'incontro tra il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Una offerta "che non è illimitata ma che resta ancora sul tavolo", e che parte dalla convinzione che "Teheran ha un ruolo rilevante nella stabilità della regione. Per questo vale la pena di vedere se la positività delle posizioni iraniane in merito siano reali".

 


Luogo:

روما

9200
 Valuta questo sito