Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Incontro internazionale sui bambini colpiti dai conflitti armati (Roma, Campidoglio, 23 giugno 2009)

Data:

23/06/2009


Incontro internazionale sui bambini colpiti dai conflitti armati (Roma, Campidoglio, 23 giugno 2009)

Il problema dei bambini soldato e la necessità di costruire per loro un ambiente protettivo durante i conflitti. Se n’e’ discusso martedì 23 giugno in Campidoglio nel corso di un incontro dal titolo “Bambini e giovani colpiti dai conflitti armati: ascoltare, capire, agire”, promosso dal MAE e dal Comune di Roma, in collaborazione con l’Ufficio del Rappresentante Speciale del Segretario Generale ONU per i Bambini nei Conflitti Armati, UNICEF, Save the Children, UN Department for Peacekeeping Operations e Network dei bambini e giovani colpiti da conflitti armati (NYPAW). E’ intervenuto anche il Ministro Frattini.

Negli ultimi decenni i bambini sono stati sempre più coinvolti nei conflitti in corso in tutto il mondo, sfruttati nelle guerre degli adulti come facchini, servitori, schiavi sessuali e anche come soldati. L’incontro internazionale di Roma ha affrontato in particolare il problema dei bambini soldato e  esaminate le “buone pratiche” per il reinserimento sociale, con testimonianze di ragazzi e ragazze che hanno subito le conseguenze delle guerre, di esperti di agenzie ONU, ONG, e autorità italiane. Particolari sessioni sono state dedicate alla partecipazione dei ragazzi ai processi di pace e alle iniziative di giustizia e riconciliazione nonché agli impegni delle istituzioni e della società civile italiana per i bambini colpiti da conflitti armati.

Inaugurata,inoltre, in Piazza del Campidoglio, la mostra fotografica “Bambini di guerra: l’infanzia spezzata”. Articolata in quattro sezioni – bambine-soldato, bambini-soldato, reintegrazione, armi leggere – l’esposizione si basa sul libro “Bambini soldato”, che raccoglie il lavoro di importanti fotografi. Autore e curatore della pubblicazione è Leora Kahn, con contributi scritti di Luis Moreno-Ocampo, Pubblico Ministero del Tribunale Internazionale; Jo Becker, di Human Rights Watch; Emmanuel Jal, musicista ed ex bambino-soldato.


Luogo:

روما

9208
 Valuta questo sito