Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Mostre: Kosovo tra incertezze e sogni (Bari, 3-15 luglio 2009)

Data:

09/07/2009


Mostre: Kosovo tra incertezze e sogni (Bari, 3-15 luglio 2009)

Incertezze e sogni costituiscono il sentire comune delle due principali etnie che compongono il Kosovo, da decenni in conflitto tra loro. Una mostra fotografica, in programma a Bari dal 3 al 15 luglio 2009, ripercorre gli ultimi anni dello Stato balcanico appena nato attraverso gli scatti di Ignacio Maria Coccia e le esperienze di Raffaele Coniglio, cooperante impegnato nel Paese dal 2005. Il titolo è, appunto, “Kosovo: incertezze e sogni”.

Tra il bianco della neve e il nero delle ombre viene colta e quindi proposta al pubblico la luce dei volti e dei paesaggi desolati tra Pec e Pristina, Mitrovica e Gorazdevac. Viene messa a fuoco una quotidianità fatta di lavoro, casa, spiritualità, rispetto e culto delle tradizioni ancora sentite, che fa da antidoto alle malinconie, alle paure e ai sogni che scaturiscono dall’incertezza per il futuro di questo nuovo Stato.

Per guidare e coinvolgere emotivamente gli spettatori la mostra verrà integrata da alcuni reportage sul Kosovo visto dagli occhi di Raffaele Coniglio. L’intento degli autori è quello di far conoscere aspetti insoliti e nuovi, cercando soprattutto di esprimere l’essenza più intima e vera di quella pluralità di anime che vivono oggi il Kosovo. Qui tradizione, rispetto, forti legami familiari e senso di appartenenza sono ben visibili. Serbi e albanesi, le due principali etnie, quasi in maniera forzata cercano di esprimere in toni religiosi oltre che culturali e linguistici, differenze che sembrano inavvicinabili. La loro quotidianità e la loro spiritualità hanno calendari differenti. Quello che molti potrebbero considerare una ricchezza, la spinta propulsiva di uno Stato, qui in Kosovo è ancora oggi segno di divisione.

L’evento è stato organizzato dalla D.K.S. (Developing Kosovan Society) con il contributo della Regione Puglia ed  il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia in Kosovo e dell’Assessorato alle Culture del Comune di Bari. Rientra nell’iniziativa anche la pubblicazione del volume fotografico “Kosovo: incertezze e sogni”. Nelle 126 pagine del libro accanto alle foto di Coccia e ai reportage di Coniglio ci sarà il contributo scritto dall’Ambasciatore italiano in Kosovo, Micheal L. Giffoni, della photoeditor Renata Ferri e infine un’analisi di Ennio Remondino, corrispondente della Rai per i Balcani.

 


Luogo:

روما

9285
 Valuta questo sito