Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

UE, Ministro Frattini, nel 2010 summit per ingresso Balcani Sud

Data:

22/07/2009


UE, Ministro Frattini, nel 2010 summit per ingresso Balcani Sud

Un summit tra tutti i capi di governo della ex Jugoslavia e dell'area balcanico-danubiana per decidere sull' ingresso in Europa dei Balcani del Sud: e’ quanto ha detto il Ministro Franco Frattini in un convegno a Trieste per la presentazione dello studio per un polo di sviluppo dell’Alto Adriatico. Secondo il Ministro questa conferenza dovrebbe svolgersi in tempi rapidi, al massimo nei primi mesi del 2010. ’’A dieci anni dalla fine delle guerre di dissoluzione della ex Jugoslavia - ha detto - è giunto il momento di fare il punto e di dire a tutti i Governi che si assumano le loro responsabilità. Propongo quindi una conferenza fra tutti i Paesi dell'area per favorire il processo di adesione all'Ue di Paesi quali la Serbia, il Montenegro, la Bosnia e l'Albania. E' tempo che ogni paese si assuma le proprie responsabilità. Per quanto ci riguarda - ha concluso - abbiamo più volte manifestato il nostro appoggio a questa politica di integrazione".

Il Ministro Frattini ha presentato nell’aprile scorso, al vertice UE-USA a Praga, una ‘’road map’’ in 8 punti per accelerare l'integrazione euro-atlantica dei Balcani occidentali e tra di essi, oltre alla liberalizzazione dei visti, il rafforzamento dei poteri dell’Alto rappresentante dell’Ue per la Bosnia-Erzegovina, la finalizzazione dell’adesione della Croazia all’Ue entro il 2010, e’ previsto un vertice Ue-Balcani allargato agli Stati Uniti, entro la prima meta’ del 2010.

Ue: Ministro Frattini, rilanciare Ince e iniziativa Adriatico-Ionica

Per il Ministro Frattini "é tempo di rilanciare l'Iniziativa Centro-europea e l'Iniziativa Adriatico-Ionica". Parlando a Trieste sul rilancio dell'Alto Adriatico, il Ministro ha ricordato che "é tempo di rilanciare l'Iniziativa Centro-Europea dandole contenuti in linea con gli attuali sviluppi del'economia". Quanto all' Iniziativa Adriatico-Ionica, attualmente a presidenza italiana, il Ministro Frattini ha proposto un rilancio "nel quadro di un più generale sviluppo dell'area mediterranea sulla quale si affacciano centinaia di milioni di persone. Quel che è certo è che serve un salto di qualità della politica - ha concluso - perché non è pensabile che l'economia investa in aree dove i vincoli alla mobilità delle persone sono ancora molto ampi’’.

Italia-Slovenia: Ministro Frattini, dossier energia a centro colloqui bilaterali a settembre

Il 'dossier energia' - con la realizzazione del rigassificatore a Trieste e il potenziamento della centrale nucleare di Krsko - sarà al centro dei colloqui bilaterali tra Italia e Slovenia programmati a settembre a Lubiana. Lo ha detto a Trieste il Ministro Frattini che ha ricordato che l'Italia "ha sempre avuto un atteggiamento chiaro e trasparente nei confronti di Lubiana e ha sempre informato la Slovenia sulle decisioni energetiche nel golfo di Trieste. Ma tra Paesi europei - ha aggiunto il ministro - esiste sia il diritto a chiedere informazioni, sia di darle. E noi chiediamo a Lubiana informazioni sul raddoppio della centrale nucleare di Krsko per il quale, del resto - ha detto Frattini - abbiamo anche offerto la nostra collaborazione".

Luogo:

Milano

9337
 Valuta questo sito