Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

UE: Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne, richiesta adesione Islanda, Iran, Somalia e Georgia al centro delle conclusioni

Data:

28/07/2009


UE: Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne, richiesta adesione Islanda, Iran, Somalia e Georgia al centro delle conclusioni

La richiesta di adesione all’Ue dell’Islanda, la situazione in Iran ma anche il prolungamento della missione Ue in Georgia e l’aiuto dell’Europa per la formazione di una forza di sicurezza in Somalia sono stati gli argomenti, insieme con le regole europee per le agenzie di rating e per evitare i crac bancari, al centro delle conclusioni del Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne(Cagre) che si e’ svolto a Bruxelles il 27 luglio.

Richiesta adesione Islanda, primo, Ok

Prima tappa del cammino dell'Islanda verso l'adesione all'Unione europea: i ministri degli esteri della Ue hanno concordato di chiedere alla Commissione europea un'opinione sulla domanda di adesione. Il parere dell'esecutivo Ue è preliminare al proseguimento della procedura prevista per l'allargamento della Ue e richiede normalmente diversi mesi. Le previsioni di Reykjavik sono per un ingresso nella Ue entro il 2012. L'Islanda si aggiunge ad una lista di attesa che include la Croazia e la Turchia e, con una posizione più arretrata nella procedura, FYROM, Montenegro, Serbia, Albania e Bosnia. Su richiesta dell'Italia, i ministri degli esteri della Ue hanno inserito nel documento di accoglimento della richiesta di adesione alla Ue dell'Islanda un riferimento preciso all'Albania. Secondo quanto ha detto il Ministro Frattini l’Italia ha chiesto che non appena sarà confermato il processo elettorale albanese, oggetto di chiarimenti, "la domanda di adesione alla Ue dell'Albania venga immediatamente trasmessa alla Commissione europea"."Fermo restando l'importanza dell'Islanda - ha commentato Frattini - non possiamo dimenticarci dei paesi dei Balcani’’.

Iran, difesa dei diritti umani e liberazione della cittadina francese Reiss

I ministri hanno concordato una posizione "molto forte" sui diritti umani e chiesto la liberazione della cittadina francese Clotilde Reiss, ancora imprigionata a Teheran. I ministri hanno concordato ‘’ulteriori iniziative’’ nei confronti dell’Iran. Secondo quanto ha detto il Ministro Frattini, non ci sarà boicottaggio europeo della cerimonia di insediamento del presidente iraniano Maumoud Ahmadinejad.

Somalia, sostegno a formazione forza nazionale sicurezza

L'Unione europea prevede di aiutare la formazione di una forza di sicurezza in Somalia, nel quadro della sua strategia di sostegno al governo di transizione somalo. I ministri degli esteri hanno approvato un documento in cui si sottolinea di volere studiare "la possibilità di un sostegno supplementare della Ue al settore della sicurezza" in Somalia. Per verificare questa possibilità, la Ue ha già deciso di inviare una "missione esploratrice" in Somalia,.Nel documento conclusivo, i ministri degli esteri della Ue, si dicono anche a favore della possibilità di nominare un Rappresentante speciale per il Corno d'Africa "per dare ancora più peso alla strategia che la Ue sta elaborando attualmente, così come per rafforzare il coordinamento delle attività della Ue.
L'Italia – ha detto il Ministro Frattini - appoggia l'invio di una missione esplorativa europea in Somalia e anche la nomina di un inviato speciale per il Corno d'Africa. L'Italia è "il primo donatore nazionale per la Somalia, sia per l'emergenza umanitaria, sia per la missione (dell'Unione Africana) Amison, e ha un grande interesse a rimanere fortemente coinvolti". L'Italia, ha aggiunto il Ministro, "ha un'attenzione molto speciale per la Somalia. Abbiamo presentato un progetto di formazione della polizia e della guardia costiera somala, abbiamo contatti molto frequenti con le autorità somale".

Georgia, si’ prolungamento missione Ue

I ministri degli esteri della Ue hanno approvato il prolungamento della missione Ue di osservatori per un altro anno. Gli osservatori europei (poco più di duecento) sono dispiegati lungo i confini dell'Ossezia del sud e dell'Abkhazia, le due regioni secessioniste della Georgia..La missione è stata dispiegata dalla Ue in tempi record, subito dopo la cessazione della guerra tra Russia e Georgia, lo scorso anno in agosto.

Nucleare, Corea Nord, Ue rafforza sanzioni

L'Unione europea ha deciso di rafforzare le sanzioni contro la Corea del nord adottate dal Consiglio di sicurezza dell'Onu in giugno in risposta al test nucleare nordcoreano del 25 maggio I ministri degli esteri della Ue "accolgono l'insieme delle sanzioni previste nella risoluzione 1874 del 12 giugno scorso", affermano nelle loro conclusioni. Inoltre, i ministri concordano "su misure autonome nel campo della risoluzione Onu, in particolare su una lista autonoma di persone ed entità sottoposte all'interdizione di viaggi e al congelamento dei beni, a una sorveglianza finanziaria più dettagliata e delle ispezioni di navi rafforzate".

Crisi, nuovi paletti anti-crac e per agenzie rating

Arrivano le regole europee per le agenzie di rating e per evitare i crac bancari. Il Consiglio dei ministri degli Esteri Ue ha adottato in via definitiva un pacchetto di norme sui servizi finanziari che hanno, in alcuni casi, l'obiettivo di porre rimedio alle carenze riscontrate in occasione della crisi internazionale. Le norme varate riguardano in particolare il funzionamento delle agenzie di rating e la capitalizzazione delle banche anche in relazione alla attività condotte in più Paesi dell'Unione.Le altre disposizioni approvate riguardano i pagamenti transfrontalieri e la diffusione e l'utilizzo della moneta 'elettronica'

Animali, via libera a norma salva-foche

Ultima tappa per lo stop all' import nell'Ue delle pelli di foca e dei prodotti derivati, proposto dalla Commissione Ue e già approvato dal Parlamento europeo: il Consiglio dei ministri degli Esteri dei 27 ha adottato formalmente il nuovo regolamento. Secondo la norma salva-foche, l'arrivo sul mercato Ue sarà consentito solo ai prodotti della tradizionale caccia, legata a motivi di sopravvivenza, praticata dalle popolazione degli Inuit che abitano in Alaska, Canada, Groenlandia e Russia. La norma salva-foche entrerà in vigore venti giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell'Ue e le regole armonizzate diventeranno efficaci nove mesi dopo, dando a Commissione e Stati membri il tempo di mettere a punto le necessarie misure di attuazione.


Luogo:

Roma

9351
 Valuta questo sito