Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Messaggio del Ministro Frattini in occasione della Celebrazione dell’Anniversario di Hiroshima

Data:

06/08/2009


Messaggio del Ministro Frattini in occasione della Celebrazione dell’Anniversario di Hiroshima

Celebrazione dell’Anniversario di Hiroshima
Giovedì 6 agosto 2009 – Piazza della Rotonda al Pantheon – ore 9.30
Messaggio di saluto del Ministro Frattini

In occasione del 64° anniversario di quel terribile 6 agosto 1945, desidero innanzitutto rivolgere il mio pensiero alle vittime della spaventosa tragedia di Hiroshima. Rappresentano il tragico simbolo delle estreme conseguenze alle quali si può giungere quando il dialogo e la politica falliscono e si imbocca la via delle armi.

Il mio auspicio è che quindi il ricordo di quel doloroso periodo storico serva a richiamare gli Stati al dovere di realizzare, attraverso la ricerca costante del confronto e della comprensione reciproca, un sistema di convivenza tra i popoli fondato sul pieno rispetto delle diversità e sulla cultura del dialogo e della solidarietà. E che la memoria di Hiroshima contribuisca a indirizzare le relazioni internazionali verso un cammino di pace che non conosca armi di distruzione di massa.

In questo spirito, desidero esprimere il mio più vivo apprezzamento per il costante lavoro di sensibilizzazione, civile e culturale, svolto dal Comitato "Terra e Pace", e per l’impegno dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, cui viene dato oggi pieno riconoscimento con la consegna del premio di questa edizione. La figura dell’Alto Commissario venne istituita proprio a tutela dei rifugiati della Seconda Guerra Mondiale, e proprio per questo pensata inizialmente con un mandato limitato nel tempo. Purtroppo la logica della guerra ha reso tale mandato permanente. Ed oggi l’azione dell’Alto Commissario è diventata sempre più rilevante, al punto da risultare centrale nel sistema di protezione e promozione dei diritti umani.

Nel rivolgere, in conclusione, un pensiero commosso alle vittime di tutte le guerre, invio alle Autorità intervenute e a tutti voi qui presenti il mio partecipe cordoglio.


Luogo:

Roma

9382
 Valuta questo sito