Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Ministro Frattini incontra gli Ambasciatori degli Stati membri della Lega Araba. L’Italia interlocutore privilegiato (Roma, 17 settembre)

Data:

16/09/2009


Ministro Frattini incontra gli Ambasciatori degli Stati membri della Lega Araba. L’Italia interlocutore privilegiato (Roma, 17 settembre)

Il ruolo dell’Italia come interlocutore privilegiato della Lega Araba e dei suoi Stati membri, le iniziative dell’Italia e della Lega Araba per la pace e la stabilita’ in Medio Oriente, l’attuazione del Memorandum d’Intesa Italia-Lega Araba e il rilancio della cooperazione euro-mediterranea: questi i principali temi al centro dell’incontro del Ministro Franco Frattini a Villa Madama a Roma con gli Ambasciatori degli Stati membri della Lega Araba che fa seguito all’incontro annuale del Ministro con i Capi Missione arabi accreditati e residenti a Roma svoltosi il 22 giugno scorso. All’incontro partecipano gli Ambasciatori di Libano (Decano dei Capi Missione arabi), Qatar, Yemen, Egitto, Libia, Giordania, Oman, Mauritania, Sudan, Emirati Arabi Uniti, Tunisia, il Delegato Generale Palestinese e gli Incaricati d’Affari di Algeria, Arabia Saudita, Iraq, Siria, Marocco, e Kuwait.
Il Memorandum d’Intesa Italia-Lega Araba, firmato a Roma il 28 febbraio 2008, prefigura un quadro di collaborazione in campo politico, culturale, scientifico e giornalistico. Un comitato permanente di follow-up,coordinato da funzionari della Ambasciata d’Italia al Cairo e dal Gabinetto del Segretario Generale, con la partecipazione di rappresentanti dei settori già identificati per la realizzazione di progetti specifici, ne garantisce la sua attuazione.
Per quanto riguarda la cooperazione euro-mediterranea l’apporto italiano a settori strategici e’ stato riconosciuto dalla Conferenza Euro-Mediterranea di Marsiglia (8 novembre 2008) che ha sostenuto iniziative italiane promosse nel campo della sicurezza condivisa nel Mediterraneo (quali la leadership italiana nel nuovo programma Euromed di protezione civile 2009 – 2012 e il Forum delle Guardie Costiere svoltosi a Genova il 6 e 7 maggio scorsi) e nel campo della collaborazione economica con il Forum Economico-Finanziario del Mediterraneo, tenutosi a Milano lo scorso luglio. L’Italia, insieme alla Spagna, ha anche promosso in ambito Unione per il Mediterraneo un’iniziativa – Mediterranean Business Development Initiative – per favorire l’accesso al credito alle PMI e alle microimprese mediterranee, che rappresentano il tessuto produttivo prevalente nella regione. L’iniziativa è ora oggetto di uno studio di fattibilità della Banca Europea per gli Investimenti (BEI), che dovrà indicare le forme migliori e più efficienti per realizzare il progetto.
Nell’ambito delle iniziative promosse dall’Italia per il rilancio del dialogo e della cooperazione nel Mediterraneo, Reggio Calabria ospiterà inoltre il 19-20 ottobre il primo incontro dei Sindaci delle metropoli del Mediterraneo, che sarà co-presieduto dai Sindaci di Reggio Calabria e di Rabat e si svolgerà sotto l’egida dell’Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite.


Luogo:

Seoul

9481
 Valuta questo sito