Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Afghanistan. Il Ministro Frattini agli Alleati: Parlamento unito nel confermare l’impegno a Kabul

Data:

29/09/2009


Afghanistan. Il Ministro Frattini agli Alleati: Parlamento unito nel confermare l’impegno a Kabul

“I nostri alleati devono sapere che la volontà politica ampia del Parlamento rimane quella di voler contribuire all'impegno internazionale in Afghanistan, impegno che non può essere solo militare”. Lo ha detto il Ministro Franco Frattini nel corso di un’audizione alle Commissioni Esteri congiunte di Camera e Senato. “E' convinzione comune – ha aggiunto – che un impegno così grande come quello per l'Afghanistan abbia bisogno di un ampio sostegno da parte dei Governi, dei Parlamenti e delle società civili dei Paesi coinvolti. Questo vale anche per il nostro Paese”.

Per il Ministro “parlare di exit-strategy oggi è controproducente”, innanzitutto “per i nostri militari”, e la Comunità internazionale deve puntare piuttosto ad una “strategia di transizione”. Quella in Afghanistan, tuttavia, non può essere una missione “a tempo indeterminato”. La “precondizione” per un eventuale dialogo con alcune tribù di taleban è “l’accettazione senza se e senza ma della costituzione afghana e del rifiuto della violenza”, ha aggiunto il Ministro, sottolineando quindi che “ciò preclude ogni possibile contatto con le tribù legate ad Al Qaeda”.

Il Ministro ha poi chiesto al Parlamento di non limitare le “risorse per la cooperazione civile per il 2010 in aree di crisi”, un aspetto particolare della missione italiana cui ora stanno guardando anche gli alleati nella ridefinizione della strategia in Afghanistan. L'Italia ritiene che si debba “mettere la popolazione civile al centro della nostra strategia”, ha sottolineato il Ministro, osservando per “i bombardamenti a tappeto e le azioni indiscriminate sono il contrario di quello che si deve fare”. Quindi, bisogna puntare sulla costruzione di strade e scuole e “conquistare” così “il cuore e la fiducia degli afgani”.


Luogo:

Roma

9536
 Valuta questo sito