Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Bielorussia: il Ministro Frattini a Minsk

Data:

30/09/2009


Italia-Bielorussia: il Ministro Frattini a Minsk

L'Italia come “apripista” della nuova politica di apertura avviata dall'Unione Europea verso la Bielorussia. Il Ministro Franco Frattini, il primo Ministro europeo in visita ufficiale nel Paese dal '94, spiega così il senso della sua missione a Minsk nel corso della quale è previsto anche l’incontro con il Presidente della Repubblica Aleksander Lukashenko. Il legame tra Roma e Minsk nasce “dal basso”, ha spiegato il Ministro, “da quelle 23 mila famiglie italiane che negli anni hanno ospitato oltre 300 mila bambini bielorussi”. Dal disastro di Cernobyl dell'86 ad oggi “intere generazioni di bambini bielorussi hanno imparato la nostra lingua”.

La missione serve anche a rafforzare i rapporti bilaterali tra Italia e Bielorussia: scambi che riguardano sia interventi umanitari, con i soggiorni dei bambini bielorussi in Italia ma anche con un progetto del Policlinico Gemelli di Roma per formare i medici bielorussi. Sul tavolo anche le relazioni economiche. Al termine di un colloquio con il Premier bielorusso Sergej Sidorski, il Ministro ha riferito di un primo “importante” contatto con la FIAT ed ha confermato “il fortissimo interesse di Finmeccanica ad essere presente ancora di più nel Paese”. In quest’ottica il Ministro ha annunciato che a breve ci sarà una visita a Minsk del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che sarà l’occasione per “dare il via alla commissione mista Economica Italia-Bielorussia e immaginare di firmare alcuni accordi economici”. Il Ministro ha chiesto tuttavia “sicurezza in termini di regole sugli investimenti, criteri di liberalizzazione sul mercato oltre all'impulso politico”.

Luogo:

Roma

9540
 Valuta questo sito