Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Cipro: il Ministro Frattini, Turchia benvenuta nell’UE ma nel rispetto dei criteri di Copenaghen

Data:

22/10/2009


Italia-Cipro: il Ministro Frattini, Turchia benvenuta nell’UE ma nel rispetto dei criteri di Copenaghen

L’Italia ritiene che “le porte verso la Turchia debbano rimanere aperte ma che Ankara debba seguire tutti gli obblighi stabiliti nei criteri di Copenaghen” perché “non ci sono doppi standard”. Incontrando alla Farnesina il collega cipriota Markos Kyprianou, il Ministro Franco Frattini ha fatto il punto sulla situazione a Cipro e sulle prospettive dell'adesione della Turchia (che mantiene circa 40 mila soldati a Cipro nord) all'Unione Europea.

Ricordando che “in Europa vi sono sensibilità diverse nei confronti della Turchia”, il Ministro ha spiegato che i “più recenti sviluppi del dialogo tra il Presidente cipriota (Dimitris Christofias) ed il leader turco-cipriota (Mehmet Ali Talat) non hanno purtroppo ancora portato a una soluzione definitiva come desidereremmo”. Quindi, ha reso noto che a metà novembre accompagnerà il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in Turchia, “un’occasione molto importante”. Da parte sua il Ministro Kyprianou ha ribadito che “Cipro vuole avere una Turchia europea e non solo la Turchia in Europa”.

Dall'incontro, ha aggiunto poi il Ministro Frattini, è emersa “una comune visione della dimensione euro-mediterranea”, e “l’approccio europeo che il trattato di Lisbona introduce ci permetterà di fare notevoli passi avanti su tutti i terreni di comune interesse”.


Luogo:

Rome

9635
 Valuta questo sito