Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Slovenia: Frattini, convergenza sui temi di politica internazionale

Data:

10/11/2009


Italia-Slovenia: Frattini, convergenza sui temi di politica internazionale

Tra Italia e Slovenia c'é "grande convergenza e consenso su tutti i temi in agenda": su questioni "delicate di politica internazionale siamo sullo stesso fronte", nessuna "divergenza o dissenso". Il Ministro Franco Frattini a Lubiana per partecipare alla riunione, la seconda dalla sua costituzione un anno fa, del Comitato di Coordinamento tra i Ministri dei due Paesi, ha ribadito così il "clima di amicizia, collaborazione e cooperazione" italo-sloveno.

Il Ministro siè detto ottimista anche su quello che al momento sembra rappresentare un 'nodo' da sciogliere: il rigassificatore di Zaule-Trieste, un impianto da 8 miliardi di metri cubi di gas l'anno. "Stiamo fornendo un importante documentazione alla Slovenia che darà tutte le risposte che sta attendendo", ha spiegato Frattini in conferenza stampa al fianco del Ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo che - nell'ambito dei lavori del comitato - ha avuto un bilaterale con l'omologo sloveno Karl Erjanec. "Chiarimenti che daranno la possibilità di andare avanti nel progetto", aggiunge Frattini.

Su temi di politica internazionale e su questioni delicate come Afghanistan e Balcani Occidentali, ha sottolineato Frattini, "siamo sullo stesso fronte". E "siamo convinti che sul fronte dei Balcani Occidentali si debba garantire una prospettiva europea a cominciare dai visti", ha aggiunto spiegando che c'é impegno a lavorare insieme anche per un summit, nel 2010, sotto la presidenza spagnola. "Abbiamo espresso apprezzamento per il recente accordo con la Croazia" sulla disputa dei confini marittimi che consentirà tempi rapidi per l'adesione all'Ue di Zagabria. Nel corso dei lavori - come riporta anche la dichiarazione finale, siglata dai due responsabili degli Esteri - è stata affrontata anche la questione delle minoranze dei due Paesi. L'Italia - ha spiegato Frattini - ha garantito lo stanziamento previsto dalla Finanziaria dello scorso anno (oltre 4 milioni di euro) anche per il 2010 e cercherà, anche il prossimo anno, di stanziare il milione aggiuntivo deciso quest'anno con un integrazione al decreto mille proroghe. "Altrettanto ci aspettiamo dalla Slovenia per la nostra minoranza nel paese", ha aggiunto Frattini citando anche la necessità del "riconoscimento alla Radio-Tv Capo d'Istria". Nei colloqui con il Ministro degli esteri Samuel Zbogar - ha aggiunto Frattini - "abbiamo anche parlato della nuova Europa" alla luce del Trattato di Lisbona e di "molti altri temi, in spirito di assoluta collaborazione positiva". Tra gli argomenti anche quelli relativi alla cooperazione in tema ferroviario, energetico e agricolo.


Luogo:

Rome

9702
 Valuta questo sito