Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Fao: vertice sulla sicurezza alimentare; indicati gli obiettivi

Data:

17/11/2009


Fao: vertice sulla sicurezza alimentare; indicati gli obiettivi

"Noi Capi di Stato e di Governo siamo riuniti a Roma nel quadro del Vertice mondiale sulla sicurezza alimentare per prendere azioni urgenti per sradicare la fame nel mondo". Esordisce così il documento sulla sicurezza alimentare approvato dal vertice Fao per acclamazione che prevede cinque azioni da mettere in campo per combattere la fame, i cosiddetti "5 Principi di Roma per una sicurezza alimentare globale sostenibile", e chiede anche ai governi di assicurare ai Paesi in via di sviluppo i soldi promessi. "Nell'adottare questa dichiarazione - cita il testo - siamo d'accordo nel porre in atto tutte le azioni necessarie, a livello nazionale, regionale e globale, e da parte di ogni Stato e Governo, per bloccare immediatamente l'incremento delle persone afflitte dalla fame e ridurle significativamente".

I cosiddetti "5 Principi di Roma" dovranno essere messi in atto per raggiungere alcuni obiettivi strategici ed urgenti, che necessitano però della volontà politica degli Stati. Per raggiungere questi obiettivi strategici il documento della Fao prevede cinque azioni prioritarie, innanzitutto un adeguato investimento nei programmi di sviluppo rurale predisposti dai singoli governi. Altra priorità indicata è la necessità di implementare il coordinamento strategico a livello nazionale, regionale e globale per migliorare la governance e promuovere una migliore collocazione delle risorse. Si passa poi a richiedere un approccio 'binario' che prenda in considerazione un'azione diretta per sradicare la fame nelle popolazioni più vulnerabili e l'adozione di programmi a medio e lungo termine per eliminare le cause di fondo della fame e povertà. Quindi la dichiarazione sollecita il rafforzamento della collaborazione tra i vari organismi che si occupano della sicurezza alimentare e, per ultimo, assume l'impegno di vigilare sul fatto che le promesse di aiuti si realizzino in concreto. Su quest'ultimo punto la dichiarazione sottolinea in particolare come la realizzazione dei vari impegni di aiuto assunti dai governi - da ultimo nella dichiarazione del vertice del G8 a L'Aquila - sia "cruciale".

Ma la mancanza di scadenze precise all’interno del documento circa gli impegni di finanziamenti e’ testimoniata dall’’insoddisfazione’’ del Direttore generale della Fao Jacques Diouf . Del resto – ha detto ‘’non ho negoziato io il documento’’, anzi ‘’ne sono stato escluso, non c’ero neppure’’.


Luogo:

Roma

9732
 Valuta questo sito