Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

CAGRE (Bruxelles, 16-17 novembre 2009): l’UE si impegna a proteggere la libertà religiosa

Data:

18/11/2009


CAGRE (Bruxelles, 16-17 novembre 2009): l’UE si impegna a proteggere la libertà religiosa

Le principali conclusioni del Consiglio Affari Generali e Relazioni Esterne del 16-17 novembre 2009:

Tutela della libertà religiosa priorità europea

Il Consiglio riafferma il forte impegno dell’UE nella promozione e protezione delle libertà di religione e di credo, incluse quelle delle minoranze e degli atei. La libertà religiosa deve essere garantita anche per chi abbandona la propria religione o credo per abbracciarne altre. Gli Stati hanno il dovere di proteggere chiunque, incluse le minoranze, da ogni forma di discriminazione, violenza o altri tipi di violazione dei diritti umani. Il Consiglio deplora le discriminazioni fondate su religione o credo ancora esistenti in tutto il mondo ed è allarmato per l’aumento della violenza contro persone appartenenti a minoranze religiose in molte parti del mondo. La libertà di religione o credo è parte integrante della libertà d’espressione, necessaria per creare società democratiche, tolleranti e aperte. Il Consiglio invita i suoi membri a elaborare iniziative per promuovere la libertà di religione e credo nelle relazioni bilaterali e nel contesto multilaterale.

Allargamento, Commissione valuti richiesta Albania

La Commissione è inviata a fornire una valutazione sulla richiesta dell’Albania, presentata il 28 aprile 2009, di entrare a fare parte dell’UE. Il Consiglio riafferma che il futuro dei Balcani Occidentali è dentro l’UE, ricordando altresì che il cammino europeo di ogni Paese dipende dai propri sforzi di conformarsi ai criteri di Copenaghen ed alle condizioni dall’Accordo di Associazione e Stabilizzazione.

Bielorussia, prorogata sospensione a restrizioni viaggi

Prorogate fino a ottobre 2010 le misure restrittive nei confronti della Bielorussia, ma allo stesso tempo, in considerazione dei progressi nel Paese sul fronte delle riforme, il Consiglio ha deciso di prorogare la sospensione delle restrizioni di viaggio imposte ai funzionari bielorussi.

Pirateria, prorogata missione Eunavfor-Atalanta

Prorogata di un altro anno l’operazione EUNAVFOR-ATALANTA, in scadenza il 12 dicembre 2009, sulla sicurezza nei mari al largo delle coste della Somalia, per proteggere le navi a rischio di attacco da parte dei pirati, incluse quelle che portano gli aiuti del World Food Programme.


Luogo:

Roma

9739
 Valuta questo sito