Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Presidenza spagnola Ue: consulto a Madrid. Il Ministro Frattini invitato dal suo omologo spagnolo

Data:

01/12/2009


Presidenza spagnola Ue: consulto a Madrid. Il Ministro Frattini invitato dal suo omologo spagnolo

Il Ministro Franco Frattini sara’ a Madrid domani, 2 dicembre, per partecipare ad un pranzo di lavoro dei Ministri degli esteri Ue promosso dal Ministro degli esteri spagnolo Miguel Angel Moratinos in prossimita’ dell’avvio della Presidenza spagnola di turno dell’Ue.

I temi al centro della riunione, che costituiranno le priorita’ del semestre di presidenza spagnola, riguardano l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona, il futuro della Strategia di Lisbona, l’energia e l’ambiente, l’immigrazione, le relazioni esterne dell’Ue. La Spagna sara’ chiamata a gestire inoltre, alcuni tra i principali dossier in materia economica, come la preparazione della strategia d’uscita dalla crisi. In quest’ambito l’Italia sottolinea la necessita’ di una pronta approvazione del pacchetto sulla regolamentazione finanziaria nonche’ una chiara strategia a favore dell’industria manifatturiera. Attenzione particolare alle conseguenze occupazionali della crisi che richiedono politiche di sostegno.

Per quanto riguarda la lotta all’immigrazione illegale, l’Italia auspica che la presidenza spagnola traduca in iniziative concrete un rinnovato impegno europeo sull’’immigrazione nel Mediterraneo.

Nell’ambito delle relazioni esterne dell’Ue l’Italia appoggia gli sforzi della presidenza spagnola in direzione di un nuovo impulso all’attivita’ dell’Unione per il Mediterraneo. Per quanto riguarda i Balcani Occidentali, l’Italia auspica che si definiscano lo scenario e gli obiettivi dell’incontro politico di alto livello Ue-Balcani inteso a segnare l’inizio di una nuova fase nel cammino europeo dei Balcani verso l’adesione all’Unione Europea. La Spagna ha gia’ manifestato la propria disponibilita’ a che si svolga nella prima meta’ del 2010 l’incontro Ue-Balcani, accogliendo la proposta fatta dall’Italia nell’ambito di un Piano in otto punti.

Piu’ in generale l’Italia ritiene che si debba rafforzare il ruolo dell’Ue come attore globale, consolidando la partnership transatlantica, dando nuovo impulso al dialogo Ue-Lac e finalizzando i negoziati per l’Accordo di Partenariato Rafforzato con la Russia.


Luogo:

Rome

9808
 Valuta questo sito