Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-America Latina: verso una partnership strategica. Al via collaborazioni tra imprese

Data:

07/12/2009


Italia-America Latina: verso una partnership strategica. Al via collaborazioni tra imprese

La Conferenza Italia-America Latina e Caraibi svoltasi a Milano ha posto le basi per l’avvio di una ‘’partnership strategica’’ ed ha consolidato l’interscambio commerciale e le relazioni tra i due Paesi. Progetti per incrementare in America Latina la presenza delle piccole e medie imprese anche in considerazione della compatibilita’ che le Pmi italiane hanno con il sistema industriale latino-americano.

Due giorni per un’approfonditaa riflessione sui rapporti bilaterali per rafforzare la cooperazione e lo sviluppo tra l’Italia e l’America Latina e Caraibi ed avviarsi sulla strada che porti ad una ‘’partnership strategica’’ tra i due Paesi: e’ il bilancio della quarta conferenza Italia-America Latina e Caraibi che si e’ svolta dal 2 a 3 dicembre a Milano con la partecipazione del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, del ministro Franco Frattini , del Sottosegretario Vincenzo Scotti e del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.
L’obiettivo di una ‘’partnership strategica’’ e’ stato indicato dal Ministro Frattini secondo il quale l’Italia ‘impegnera’ la sua diplomazia politica ed economica’’ per raggiungerlo. Il Ministro ha anche elencato quelle che ha definito le ‘’credenziali’’ dell’Italia per avviare un cambio di passo nelle relazioni con l’America Latina.
L’alleanza con l’America Latina – secondo Silvio Berlusconi - deve rispondere anche a quella che il premier ha definito ‘’l’offensiva economica’’ sferrata dalle ‘’tigri asiatiche’’. Di qui la necessita’, sottolineata piu’ volte nel corso dei lavori della Conferenza – di consolidare l’interscambio commerciale ed incrementare la presenza delle piccole e medie imprese italiane in un’area dove si sono verificati cambiamenti positivi dello scenario economico. Il prodotto interno lordo dell’America Latina, infatti, e’ avanzato del 5% su base annua negli ultimi cinque anni, mentre gli investimenti esteri verso quest’area del mondo hanno registrato una crescita del 53,6% tra il 2006 ed il 2007 e del 14,5% tra il 2007 ed il 2008.
‘’Il risveglio latino-americano – ha osservato Roberto Formigoni – e’ una grande opportunita’ per il mondo e mai come in questo momento appare chiaro quanto l’opportunita’ sia per l’Italia e l’Unione Europea sia per il continente Latrinoamericano e caraibico di avere legami piu’ saldi e piu’ stretti’’.
Secondo quanto ha detto il presidente della Simest, Giancarlo Lanna, la finanziaria pubblico-privata per lo sviluppo delle imprese italiane all’estero,’’ha accompagnato in America Latina 110 imprese italiane, partecipando al capitale di iniziative industriali per investimenti complessivi pari a quattro miliardi e trecento milioni di euro e, di questi, 19 progetti si sono avvalsi di fondi di venture capital''. Lanna ha poi rilevato che "per quanto riguarda gli incentivi al sostegno dell'export sono stati supportati 471 progetti, per un volume finanziario circa di 4,6 miliardi. Bisogna pertanto lavorare - ha, quindi, concluso - nella logica di accompagnamento delle pmi attraverso le reti di imprese, nel sostegno finanziario e nell'attività di business scouting". "L'obiettivo strategico che ci siamo posti - ha poi spiegato - è quello di incrementare la presenza delle piccole e medie imprese in America Latina e nell'area caraibica, in considerazione della compatibilità che le nostre imprese hanno con il sistema industriale latino americano e con il grande appeal che ha i sistema italiano delle Pmi".


Luogo:

Roma

9830
 Valuta questo sito