Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

La missione del Ministro Frattini in Africa: In Etiopia colloquio con il Premier, focus su crisi area

Data:

13/01/2010


La missione del Ministro Frattini in Africa: In Etiopia colloquio con il Premier, focus su crisi area

"Purtroppo la pirateria è un fenomeno in espansione e si collega al terrorismo". Lo ha detto il Ministro degli Esteri Franco Frattini al termine di un colloquio con il premier dell’Etiopia Meles Zenawi ad Addis Abeba, terza tappa, dopo una breve permanenza in Mali,della sua missione in Africa. Con Zenawi, ha spiegato il Ministro Frattini "abbiamo parlato a lungo del tema Somalia. Viene sempre chiesto all'Italia di giocare un ruolo particolarmente attivo e noi lo facciamo". "Lavoreremo ancora di più nei prossimi mesi - ha detto ancora il Ministro - sulla formazione delle forze di polizia della Somalia e della polizia di frontiera. Lo sta facendo anche l'Etiopia, ma l'esperienza italiana è particolarmente richiesta’’. Oltre alla questione somala si e’ parlato della situazione eritrea, delle prospettive in Sudan, ma anche dei rapporti bilaterali in particolare nel colloquio con il collega Seyoum Mesfin.

Il Ministro Frattini ha inaugurato la diga Gilgel Gibe II, realizzata dall’italiana Salini grazie ad un credito d’aiuto di 220 milioni di euro: ‘’ "L'Italia – ha detto il Ministro - ha contribuito a realizzare un'opera che dà l'accesso all'elettricità a molti milioni di cittadini dell'Etiopia. E' un fatto che cambierà la loro vita.’’ Presenti alla cerimonia, il premier Meles Zenawi e le massime autorità etiopiche. Oltre al finanziamento italiano (59%) della diga, c'é un credito della Banca europea degli Investimenti di 50 milioni di euro (13%) per le forniture elettromeccaniche.

Nell'anno 2008-2009 l'Italia si è confermato primo fornitore dell'Etiopia tra i Paesi europei e l'interscambio è pari a oltre 122 milioni e mezzo di euro. Gli italiani residenti in Etiopia sono circa 1600 e quasi 8000 gli etiopici che vivono in Italia. In Etiopia sono presenti decine di imprese italiane e Addis Abeba è Paese di priorità 1 nelle linee guida della Cooperazione italiana, e l’Italia è il quarto donatore in assoluto: nel triennio 2009-2011 sono stati stanziati 46 milioni di euro concentrati su sanità, istruzione, accesso all'acqua e sviluppo rurale.
L'Etiopia ha anche visto la cancellazione del suo debito con l'Italia, pari a 367 milioni di euro. Misure importanti, anche se non decisive, per un Paese da sempre al centro delle cronache per carestie e siccità e nel quale 35 milioni di persone (su una popolazione di 77 milioni) sono sottonutrite. Nel 2010, prevede l'Unicef, 270.000 bambini avranno bisogno di aiuto per grave malnutrizione.


Luogo:

Roma

9931
 Valuta questo sito