Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Haiti: il Ministro Frattini, siamo vicini e non lesineremo aiuti

Data:

13/01/2010


Haiti: il Ministro Frattini, siamo vicini e non lesineremo aiuti

"Sono profondamente vicino al popolo di Haiti così duramente colpito da questa terribile catastrofe". Lo ha detto il Ministro Frattini da Addis Abeba, non appena informato della vasta portata del terremoto che ha colpito Haiti e l'area caraibica (migliaia di morti e feriti, migliaia di sfollati, ingenti danni alle infrastrutture, con taglio del rifornimento di acqua e di elettricità, in diverse città). "L'Italia – ha aggiunto – non lesinerà sforzi per stare concretamente vicina al popolo di Haiti e, naturalmente, agli italiani presenti nell'area colpita dal terremoto".

Intanto il MAE ha reso noto che al momento non ci sono informazioni su italiani coinvolti nel terremoto, ma "questo non vuol dire che tali segnalazioni non ci possano arrivare nelle prossime ore", ha spiegato il Capo dell’Unità di Crisi Fabrizio Romano. Ad Haiti si trovano ufficialmente 182 italiani registrati nelle sedi consolari, ai quali si aggiungono 12 connazionali iscritti al sito www.dovesiamonelmondo.it. Di questi ultimi, nove risultano essere ancora ad Haiti e sette sono già stati contattati e risultano essere in salvo. Romano ha spiegato ancora che non si può escludere la presenza di altri connazionali non registrati. Tra gli italiani presenti a Haiti , anche religiosi e tecnici, con i quali si è riusciti a stabilire un contatto.

Il Dipartimento della Protezione Civile, in stretto coordinamento con il MAE, con il Ministero della Difesa e con la Croce Rossa Italiana, sta organizzando un primo team di intervento per il soccorso alla popolazione di Haiti. Nella giornata di oggi è prevista la partenza di un C130 della 46 Aerobrigata che porterà nell'isola un ospedale da campo ed un team sanitario specializzato in medicina di emergenza. A bordo del velivolo sarà presente anche una squadra del Dipartimento della Protezione Civile, che a fianco delle autorità locali si occuperà di pianificare l'eventuale ulteriore invio di materiali e mezzi, anche sulla base delle necessità verificate sul posto.

Inoltre, il Ministro Frattini ha dato istruzioni alla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo affinché organizzi, non appena possibile, un volo umanitario per portare beni di prima necessità alle popolazioni coinvolte.


Luogo:

Rome

9925
 Valuta questo sito