Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Francia: Frattini, insieme nelle sfide internazionali

Data:

17/02/2010


Italia-Francia: Frattini, insieme nelle sfide internazionali

Rapporti bilaterali in settori strategici come quello del nucleare civile, ma anche temi dell'attualità internazionale come la crisi diplomatica tra Svizzera e Libia, il dossier nucleare iraniano, l'Afghanistan, la Somalia o l'integrazione dei Balcani nell'Unione europea. Questi i punti fondamentali che il Ministro Franco Frattini e il suo omologo francese, Bernard Kouchner, hanno affrontato nel corso di un incontro bilaterale a Parigi.

E’ ad esempio emersa una solida identità di vedute sul dossier nucleare iraniano, dove i due ministri hanno ribadito la necessità di nuove sanzioni, che non dovranno però colpire la popolazione. "Le sanzioni all'Iran non devono essere una bandiera ma una leva politica" in grado di "riportare l'Iran al tavolo del negoziato", ha sottolineato Frattini.

Sulla Libia, i due ministri hanno ribadito che i paesi dell'Ue non possono rimanere ostaggio di una "controversia bilaterale" e hanno insistito sulla necessità di una soluzione rapida. Frattini ha anche sollevato il tema della Somalia, spiegando che l'Italia vuole organizzare al più presto una conferenza Onu "per attirare l'attenzione sui problemi della Somalia, che sono strettamente legati ai problemi del terrorismo".

Oltre all'Afghanistan, dove Francia e Italia sono tra i principali contributori della missione di pace Isaf, Frattini e Kouchner hanno anche parlato del processo di integrazione europea dei Balcani occidentali, in particolare per quanto riguarda la Bosnia-Erzegovina. Su questo punto Frattini ha auspicato che il dossier bosniaco trovi spazio sul tavolo del G8 in Canada.

L'incontro è anche servito a fare il punto sulla cooperazione italo-francese, a partire dal nuovo programma italiano per il rilancio del nucleare civile, nella prospettiva del prossimo summit bilaterale di aprile. Per Kouchner la cooperazione con l'Italia è "eccellente", sia al livello bilaterale che al livello Ue. Frattini ha invece insistito sull'approccio molto simile di Italia e Francia rispetto alla loro politica estera ed europea.

A Parigi, Frattini ha avuto anche un incontro con la direttrice generale dell'Unesco Irina Bokova, nell’ottica di contribuire a salvare il patrimonio culturale di Haiti, dopo il devastante terremoto dello scorso 12 gennaio. Il Ministro ha quindi pronunciato un discorso alla facoltà di Scienze Politiche.


Luogo:

????

10057
 Valuta questo sito