Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Area Adriatico-Balcanica: verso lo sviluppo coordinato

Data:

08/03/2010


Area Adriatico-Balcanica: verso lo sviluppo coordinato

Lo sviluppo dell’area Adriatica-Balcanica non più in ordine sparso ma nell’ambito di un coordinamento e secondo linee strategiche declinate in particolare sui temi di energia, trasporti, settori finanziari e assicurativi. E' l'obiettivo del Forum 'Gli scenari dello sviluppo dell'area adriatico-balcanica’ che si svolge oggi, lunedi 8 e domani, martedi’ 9 marzo a Gorizia, ed è l'idea che il Ministro Franco Frattini insieme con il Sottosegretario Alfredo Mantica, porterà ai suoi interlocutori: governi, Commissione europea, enti locali, organismi finanziari, imprese pubbliche e private. L'idea, cioe’, che il rapporto bilaterale tradizionale non basta più: bisogna, ora, puntare a un'area di libero scambio e di sviluppo equilibrato delle economie territoriali. Secondo Frattini "Lo sviluppo dell'area adriatico-balcanica costituisce una linea prioritaria della politica del governo". La necessità è ora quella di costruire una "rete lunga" di collaborazione tra tutti i paesi adriatico-balcanici, coerente con la politica internazionale e comunitaria sia settoriale che di area. I Paesi coinvolti dall’iniziativa sono quelli dell’area Adriatico-Balcanica in senso stretto (Albania, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ex Yugoslava di Macedonia, Montenegro, Romania, Serbia e Slovenia), insieme alla Grecia ed alla Turchia, in considerazione della forte influenza politico-economica nell’area.

L’iniziativa, organizzata dalla Regione Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con il MAE/Unità Sistema Paese, Friuladria Crédit Agricole e con il coordinamento scientifico e tecnico di Eurispes, e’ strutturata come un percorso pluriennale: i seguiti del Forum, pertanto, saranno monitorati anche per poter realizzare le edizioni successive a cadenza annuale. L’auspicio è quello di costituire in futuro un Gruppo permanente di lavoro inteso a garantire il “follow up” dell’iniziativa e - se del caso - di creare un Segretariato Tecnico permanente dell’International Desk, con sede in Friuli Venezia Giulia.

Alla sessione di apertura oltre al Ministro Frattini sono previste le presenze del Ministro dell’Energia e dell’Industria Mineraria della Repubblica di Serbia Skundric, del Vice Ministro dei Trasporti del Montenegro Vukcevic, del Presidente della Regione Friuli Tondo, del Sindaco di Gorizia Romoli, e dei Presidenti di INCE e IAI, mentre alla sessione di. Chiusura oltre al Sottosegretario Mantica sono previste le presenze del Segretario di Stato del Ministero dell’Economia della Romania Parcalabescu e del Ministro dell’Economia, del Lavoro e dell’Impresa della Croazia Popijac.

Il Forum, che si articola in due giornate di lavori, inizierà lunedì 8 marzo con la sessione di apertura, dedicata alle scelte strategiche di sviluppo ed alla proiezione internazionale dell’area Adriatico-Balcanica. Nel pomeriggio dello stesso giorno, sono previsti, in sequenza, due tavoli tematici, rispettivamente sul tema energia, incentrato sulla diversificazione delle fonti energetiche in un’ottica di autonomia dell’area, e sul tema trasporti, con focus sulla rete dei porti. Il giorno successivo, martedì 9 marzo, è previsto il tavolo finanziario-assicurativo, dedicato ai nuovi modelli finanziari, assicurativi e di garanzia. Seguirà la sessione conclusiva in cui verranno esposti i risultati dei tavoli tematici e presentate le possibili forme di collaborazione tra i Paesi partecipanti

Le Ambasciate italiane dell’area balcanica hanno fattivamente contribuito alla realizzazione dell’evento, valorizzando e promuovendo i contenuti del Forum presso le rispettive Autorità di accreditamento e fornendo un utile sostegno nell’individuazione dei rappresentanti istituzionali e degli operatori privati, invitati in qualità di relatori e delegati.

Luogo:

Gorizia

10115
 Valuta questo sito