Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Frattini nei Balcani: focus su energia, cooperazione e UE

Data:

12/04/2010


Frattini nei Balcani: focus su energia, cooperazione e UE

Energia, cooperazione, prospettive europee e liberalizzazione dei visti sono i principali temi dell'agenda del Ministro Franco Frattini, in visita a Tirana il 12 aprile per una serie di colloqui con le autorità albanesi.

La visita è il primo seguito operativo della Dichiarazione congiunta di Partenariato strategico firmata a Roma il 12 febbraio scorso dai due premier, Silvio Berlusconi e Sali Berisha, e prevede la firma del nuovo Protocollo triennale 2010-2012 di cooperazione allo sviluppo e l'inaugurazione del programma '1990/2010 - La Cooperazione italiana allo Sviluppo per l'Albania', nell'ambito della manifestazione 'Due popoli, un mare, un'amicizia'. Con il primo si rinnova l’impegno italiano a favore dello sviluppo socio-economico dell’Albania attraverso il finanziamento di nuove linee di intervento nei settori prioritari delle PMI, agricoltura e politiche sociali per un totale di €51 milioni. Parallelamente, l’inaugurazione del programma “1990/2010: La Cooperazione Italiana allo Sviluppo per l’Albania”, nel quadro degli eventi organizzati con la manifestazione multi-settoriale “Due popoli, un mare, un’amicizia”, costituisce un’ulteriore testimonianza della costante e intensa azione da noi svolta in Albania nell’ultimo ventennio. Verrà inoltre discussa la cooperazione energetica italo-albanese, che prevede una serie di progetti di grande rilievo sia per la sicurezza energetica italiana che per le ricadute in termini occupazionali e di trasferimento di tecnologia sull'economia albanese

In agenda anche la prospettiva europea dell’Albania, che l’Italia sostiene, e la liberalizzazione dei visti in ambito UE, che risulta condizionata dal superamento dell’attuale scontro tra maggioranza e opposizione che blocca l’attività parlamentare albanese. Il regolare funzionamento delle istituzioni è infatti fondamentale perché l'Unione europea dia parere favorevole alla liberalizzazione dei visti entro il 2010.

Martedì Frattini sarà a Sarajevo. L’obiettivo della missione è lanciare un messaggio a sostegno del futuro europeo e atlantico della Bosnia Erzegovina, da cui ci si attende che venga dato nuovo slancio alle riforme costituzionali necessarie per avanzare nel processo di integrazione euro-atlantico. L’occasione sarà propizia per incoraggiare le Autorità del Paese a proseguire nel processo di normalizzazione dei rapporti con i Paesi limitrofi, ed in particolare con la Serbia, anche alla luce della recente risoluzione di condanna del massacro di Srebrenica da parte del parlamento serbo.

Sul piano bilaterale, il Ministro Frattini firmerà un Protocollo di cooperazione tra i Ministeri degli Esteri che mira a rafforzare il dialogo tra le due diplomazie sui dossier di prioritario interesse. Nel corso degli ultimi anni le relazioni bilaterali si sono ulteriormente rafforzate trainate dal comparto economico-commerciale (l’Italia è il quarto partner commerciale della Bosnia con una quota di mercato pari al 10%) e significative appaiono le opportunità di rafforzamento degli investimenti, in particolare nel settore energetico.


Luogo:

Roma

10241
 Valuta questo sito