Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Immigrazione: Sottosegretario Craxi a Tunisi, superare emergenza irregolari

Data:

14/04/2010


Immigrazione: Sottosegretario Craxi a Tunisi, superare emergenza irregolari

Immigrazione legale e riammissione di irregolari sono stati i temi discussi questa mattina a Tunisi dal Sottosegretario Stefania Craxi con il Ministro degli Esteri Kamel Morjane e il Segretario di Stato agli Esteri Saida Chtioui.

Stefania Craxi, che era accompagnata da funzionari dei Ministeri dell'Interno e del Lavoro, ha portato ai colleghi tunisini la proposta del Governo italiano per arrivare ad un accordo che aggiorni l'intesa raggiunta tra i due Paesi nel 1998. C'è una "volontà politica condivisa per superare l'emergenza" ha detto Stefania Craxi, "abbiamo trovato totale disponibilità da parte del governo tunisino".

Una commissione mista italo-tunisina che si insedierà la prossima settimana dovrà analizzare i particolari tecnici della riammissione di irregolari. "Nei centri di accoglienza ci sono circa 3000 presunti tunisini - ha spiegato il Sottosegretario - nessuno dichiara la propria nazionalità e per rimandarli indietro dobbiamo trovare un meccanismo che l'accerti con sicurezza".

Il Governo italiano ha offerto alle autorità tunisine un primo contributo di 5 milioni di euro "per gli sforzi dei tunisini contro l'immigrazione irregolare", pattugliamenti sulle coste, accertamenti, indagini.

La commissione perfezionerà anche gli accordi di immigrazione legale. La quota annuale resta a 4000, ma si cercherà di adeguare con più efficienza l'offerta con le esigenze del mercato italiano.

Con il Ministro Franco Frattini, Stefania Craxi parteciperà domani a Tunisi all'ottava conferenza dei ministri degli Esteri del Mediterraneo occidentale (5+5).


Luogo:

Roma

10254
 Valuta questo sito